In corpore sano In corpore sano

In corpore sano

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Publio Aurelio Stazio viene chiamato a casa dell’amico Mordechai che ha trovato la figlia Dinah riversa in una pozza di sangue. La ragazza muore pronunciando poche parole sconnesse. Il medico dichiara che il dissanguamento è dovuto ad un procurato aborto. Aurelio, su richiesta dell’amico, che non crede al referto medico, inizia un’indagine che lo porta, di volta in volta, nel quartiere ebraico, alle terme, al bordello di Oppia, al lupanare e, infine, da vari ginecologi fra i quali, Menesarete, una donna bellissima e un medico eccezionale che ha scelto di lavorare in mezzo ai derelitti.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
In corpore sano 2010-12-08 07:40:20 Morana
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Morana Opinione inserita da Morana    08 Dicembre, 2010
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un viaggio nel passato

Ave, amici lettori! "In corpore sano" è il sesto di dodici volumi che raccontano le avventure di Publio Aurelio Stazio tra assassinii, affari e amori (nn è necessario aver letto gli altri, ogni libro è a sè stante).
Libro piacevole e leggero, mai noioso, tiene stretto a sè il lettore. Ha il grande pregio di ridonare al mondo antico il sapore della quotidianità, descrivendo l'Urbe del I sec.d.C. in modo elegante e scorrevole (senza quelle paginate di descrizioni che a volte appesantiscono i romanzi storici). Personaggi ben caratterizzati , veri e simpatici (Castore è un grande!). Presenti battute e tanto discorso diretto: la pagina, insomma, mi ricorda quella delle commedie di Plauto. I temi trattati sono comunque importanti e dimostrano come nella Storia le circostanze cambino, ma l'uomo sia sempre lo stesso (leggete e capirete ^^).

Eletta una delle mie serie preferite, sto leggendo un altro libro dei dodici e sono in ricerca degli altri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
consigliato a chi ama i gialli, ma soprattutto Roma antica
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri