Spes, ultima dea Spes, ultima dea

Spes, ultima dea

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Alla festa per l’insediamento del console Metronio, Publio Aurelio incontra due amici di gioventù: Valerio, comandante delle legioni di Oriente, e lo squattrinato Antonio Felice. Quando Antonio viene pugnalato nella Suburra, con i suoi vestiti addosso, il senatore capisce che qualcuno lo vuole morto. L’attentato pare connesso con la misteriosa scomparsa, avvenuta vent’anni prima, del comandante presso cui il giovane tribuno Publio Aurelio prestava servizio in Germania e con un ciondolo d’oro a forma di ape.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Spes, ultima dea 2011-01-09 17:06:16 Morana
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Morana Opinione inserita da Morana    09 Gennaio, 2011
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Viaggio nell'Antica Roma n.5

Che dire di nuovo? La quinta indagine di Publio Aurelio Stazio, senatore di Roma, non è assolutamente da meno rispetto agli altri casi che ho già avuto modo di leggere. Romanzo simpatico, appassionante, ricco di trame ed intrighi, non permette al lettore di annoiarsi, nè di riporre il libro sul comodino prima di essere giunto alla fine. L'autrice intesse perfettamente il giallo con il romanzo storico, donando alla Roma del I secolo d.C. una familiarità e un senso di quotidianità incredibile, nonostante la distanza temporale.

Bello, bello, bello!

Come sempre, in attesa di leggere gli altri casi di Publio Aurelio Stazio!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi è appassionato di Roma antica
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri