Narrativa straniera Fantascienza L'apprendista del mago
 

L'apprendista del mago L'apprendista del mago

L'apprendista del mago

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Diventare una guaritrice: questo è il sogno che Tessia ha coltivato da sempre, fin da quando ha cominciato ad affiancare il padre per acquisire i segreti dell’arte medica. Ma il destino ha in serbo per lei una sorpresa: mentre si trova nella residenza di Lord Dakon, il mago del villaggio, Tessia viene infatti molestata da uno straniero e, per difendersi, ricorre istintivamente a poteri magici tanto impensabili quanto devastanti. Intuendo le doti della ragazza, Lord Dakon le propone allora di diventare la sua apprendista e la porta con sé a Imardin, la vivace capitale del regno di Kyralia. Eppure, proprio a Imardin, Tessia si renderà conto di essere entrata a far parte di un mondo molto pericoloso, un mondo su cui grava la minaccia dei perfidi maghi sachakani, determinati a invadere Kyralia e a ridurre in schiavitù tutti i suoi abitanti...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
2.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'apprendista del mago 2012-06-05 18:51:36 rondinella
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
2.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    05 Giugno, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Trudi apprendista

Prendete un mago single e di buon cuore e fatelo diventare il padrone di un feudo che governa con grande giustizia;
prendete un giovane aitante e saccente e costringetelo a vivere insieme a una donzella di umili origini che scopre di essere un grande talento (e anche una bellezza non indifferente a quanto pare);
prendete il solito delinquente voltafaccia con i suoi sogni di gloria e conquiste.
Mischiate insieme questi personaggi, aggiungendo altri altolocati alquanto superficiali e una serie di sfortunati eventi; ecco, ora amalgamate il tutto in un insieme non molto ordinato né logico di accadimenti e avrete fra le mani questo libro grande come un mattone e leggero come l'aria.

Credo che arrivati fin qui avrete capito che non mi è piaciuto.
Tralasciando la traduzione italiana che veramente andrebbe rifatta daccapo (la traduttrice è una grande appassionata di virgole) per quanto riguarda i miei gusti questo libro è stato quasi una delusione totale.
Personaggi profondi come un foglio di carta, sia i protagonisti che quelli di contorno, non mi hanno davvero trasmesso nulla; se ci aggiungiamo descrizioni piuttosto superficiali e discorsi al limite della banalità riusciamo quasi a toccare il fondo.
Nemmeno la trama è granché, non ci sono vicende particolarmente originali o coinvolgenti, è tutto un insieme di eventi che, personalmente, non ho capito capito dove andassero a parare.
L'impressione che ho avuto leggendo è che l'autrice avesse grandi progetti ma per la fretta di scriverli tutti non riuscisse ad approfondirne neanche uno; mi è risultata così una lettura piatta, senz'anima, buttata lì per passare il tempo.
Per non parlare delle descrizioni: prolisse e noiose nei punti già morti, mentre erano troppo brevi dove invece sarebbe stato bello sondare insospettivamente il personaggio.
Aggiungo anche che l'intera lettura manca di suspance e di colpi di scena inaspettati; anzi, una cosa che non mi aspettavo c'era, ma quando la Canavan ha deciso di assassinarmi l'unico personaggio che mi era vagamente simpatico ci sono rimasta così male che avrei scaraventato libro fuori dalla finestra... ma fortunatamente non è mio e mi sono astenuta da atti violenti contro innocui e leggeri fogli di carta.
L'unico pregio è che nonostante la mole, le virgole fuori posto e i nomi assurdi sì legge in breve tempo e senza difficoltà.
Invece che leggere questo libro vi consiglio di scrivervela voi una storia che sarà sicuramente più appassionate e più 'viva'...

p.s. mi sono dimenticata un dettaglio: in realtà le storie presenti in questo volume sono due, ma l'altra mi è parsa così inutile ai fini della narrazione che non l'ho nemmeno citata. Chiedo venia per questa dimenticanza e penso: forse sarà un prequel fondamentale per gli altri libri che la Canavan ha scritto?
Spero sia così, altrimenti non mi spiego davvero a cosa serva questa storia parallela ( e altrettanto vaga e sconclusionata)...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

L'apprendista del mago 2011-07-09 10:24:39 genesis97
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
genesis97 Opinione inserita da genesis97    09 Luglio, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'apprendista del Mago

Mettiamo da parte Sonea e facciamo un salto indietro di 2/3 secoli a Kyralia, più precisamente nelle terre sotto la supervisione di Lord Dakon. Qui in una casa abita Tessia una giovane ragazza figlia del guaritore, ma non i guaritori della saga de "Il Mago Nero", bensì una persona che di magia non ne sa niente. E il sogno di Tessia è proprio di seguire le orme del padre, nonostante alle giovani ragazze dei piccoli paesi non si sconfigge. Un giorno però, andando a curare le ferite di un servo di un sachakano in visita da Dakon, viene aggredita proprio dal padrone dello schiavo e involontariamente per difendersi fa uso della magia,un fatto raro. Infatti i talenti naturali (le persone che manifestano i propri poteri senza l'aiuto dei veri maghi) sono poche. Così Lord Dakon decide di prenderla come sua seconda apprendista e dopo poco devono partire alla volta di Imardim la capitale di Kyralia, dove Tessia troverà una situazione diversa a quella a cui è abituata. Nello stesso tempo a Sachaka una ragazza è felice di poter finalmente vivere col padre e di dimostrargli che avrebbe potuto aiutarlo con gli affari. Arrivata nella casa del padre però riceverà una brutta sospesa. La Canavan in questo libro introduce il mondo da lei creato nella saga de "Il Mago Nero". Parla della vita a Kyralia poco tempo dopo l'indipendenza dalla tirannia di Sachaka e nel contempo della vita a Sachaka. Ancora una volta i nemici sono gli Ichani ma la situazione è molto diversa infatti anche a Kyralia i maghi usano la Magia Superiore (o Nera). Il libro è ben scritto scorrevole e piacevole, anche se a volte noioso, soprattutto nella prima metà del libro e quando si parla della maga a Sachaka. Anche se è consigliato leggerlo dopo la trilogia precedente, in quanto è un suo prequel io ho letto questo libro prima e sono riuscito a capire più o meno tutto; è bello leggere le spiegazioni sulla magia nera in un'epoca in cui era ancora utilizzata, e quindi da tutt'altro punto di vista.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri