Blue Blue

Blue

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Gwendolyn ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo doccione fantasma Xemerius, che solo lei, Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire, anche se è talmente imprevedibile con lei da farla impazzire dal desiderio e dalla rabbia insieme. Invece, senza alcun dubbio, Gwen sa di cosa avere paura: del conte di Saint Germain. Ma chi sono veramente i nemici?

Recensione Utenti

Guarda tutte le opinioni degli utenti

Opinioni inserite: 15

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.7  (15)
Contenuto 
 
3.5  (15)
Piacevolezza 
 
4.1  (15)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Blue 2017-02-27 08:31:40 Mian88
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    27 Febbraio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rubino & Diamante: what else?

Romanzo intermedio, di passaggio, “Blue” di Kerstin Gier permette al lettore di approfondire le avventure della giovane Gwendolyn Shepherd, dell’amato Gideon de Villiers, dei Guardiani e di tutti gli altri protagonisti che colorano le pagine di questo piacevole elaborato. E tra i personaggi che vengono introdotti, come resistere a Xemerius, demone doccione di grande ilarità, sarcasmo e simpatia?
L’opera scorre rapida tra le mani dell’avventuriero conoscitore tanto che, una volta concluso il secondo episodio, non può fare a meno di buttarsi a capofitto in “Green” per conoscere dell’epilogo. Interessanti gli sviluppi tra Gwen e Gideon così come quelli relativi alla storia in sé, al mistero del cronografo, ai viaggi nel tempo, alle incongruenze del conte. Molto spazio viene dato proprio ai salti temporali, elementi questi che consentono di sognare e rivivere le soiréé del XVIII secolo – e non solo – con grande facilità.
A tratti intuibile ed inevitabilmente poco sviluppato – considerate che le vicende si svolgono interamente in poche settimane – lo scritto non risponde però a tutte le domande che naturalmente sorgono nella mente di chi legge così come non offre una maggiore – e auspicabile – caratterizzazione delle figure – anche secondarie – che abbiamo imparato ad amare in “Red”. Ciò non ne intacca comunque la gradevolezza, questo infatti si fa apprezzare ed invoglia ad andare avanti.
In conclusione, un testo lineare, piacevole e che non delude seppur non riesca pienamente a maturare. Probabilmente ciò dipende anche dal fatto che l’autrice ha prestato maggiore attenzione al filo narrativo principale, ovvero a quello attinente alla conclusione del cerchio, onde garantire nel terzo e conclusivo volume un solido finale.
Ne consiglio la lettura, in particolare, a chi cerca, per staccare la spina, una lettura non troppo impegnativa, ma non per questo banale; una lettura che si fa apprezzare e che si conclude da sola.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi cerca una lettura genuina e non banale con cui staccare la spina.
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Blue 2015-02-09 22:43:51 Vivix
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Vivix Opinione inserita da Vivix    10 Febbraio, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci vediamo alla sourieè del XVIII secolo?

Ultimamente sono in “crisi lettura” perciò le mie aspettative sono davvero minime: tutto ciò che chiedo è un libro che si legga con facilità e Blue ha rispettato tale desiderio. I pregi e i difetti di questo secondo capitolo della saga sono assolutamente gli stessi di Red.
Maggiore pregio sono l’ironia con la quale è narrata l’intera vicenda, i pensieri di Gwen e Leslie che non riusciresti mai ad immaginarti per la loro assurdità, le situazioni comiche e le battute.
Tra i difetti troviamo la mancanza di realismo, il titolo del quale non ho capito la ragione, il solito bellissimo fintamente lunatico e l’innamoramento con conseguente perdita di facoltà mentali e fisiche.
Ciò che mi stupisce di questa saga è che nonostante i difetti (sui quali solitamente non ci passerei sopra), continua a piacermi, probabilmente proprio per il modo in cui è scritto che da’ l’impressione, fin da subito, di non star leggendo un libro con presuntuose e infondate alte aspettative, ma semplicemente una storia che si pone come obiettivo quella di far passare qualche ora piacevole al lettore.

Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2015-01-25 09:55:46 Yoshi
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Yoshi Opinione inserita da Yoshi    25 Gennaio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

avanti un altro!

Come volevasi dimostrare anche questo libro è stato scorrevole e degno del precedente.
Sinceramente aspettavo di trovarmi fra le mani una cocente delusione ma non è stato così...Per fortuna.
Continuano i salti nel tempo di Gwendolyn e Gideon che, come si evince dal primo libro finiranno per innamorarsi ma con qualche colpo di scena...
Trovo la storia molto più divertente grazie ad un nuovo personaggio di nome Xemerius che è il fantasma del doccione di una chiesa che non esiste più.
Speravo che nel corso del libro la sua presenza fosse più rilevante (lei riesce a parlare con i fantasmi...perché non collaborarci di più?) invece mi ha un po' delusa.
Xemerius è il personaggio più figo del libro ma è marginale e non sembra così rilevante (quando avrebbe potuto esserlo!!!!).
Quello che mi ha deluso è la costante necessità di far passare le ragazzine quindicenni come delle perfette mentecatte!
Gideon (bello come il sole) bacia Gwendolyn e questa non capisce più nulla!
Non si può incentrare un libro sulle paranoie di una ragazzina che diventa un budino quando lo vede! STIAMO PARLANDO DI SALTI NEL TEMPO PER DIO!
Non lo so, l'ho ritrovato un po' forzato e banale in queste circostanze!
Inoltre mi aspettavo (sbagliando forse) che alcuni personaggi venissero approfonditi: la zia che fa le premonizioni per esempio, il nonno o il piccolo fantasmino Robert o il fantasma di James...
Nulla di tutto ciò...
I personaggi più interessanti li ha lasciati a margine della storia ed è un peccato davvero.
Ad ogni modo se speravo che qualche dubbio venisse risolto in realtà mi sono trovata con la matassa più ingarbugliata di prima ed è per questo che ho acquistato anche il terzo e ho già cominciato a leggerlo!
Ribadisco che la scrittura è scorrevole e i personaggi ormai li conosciamo, la cosa che spinge ad andare oltre è la voglia di avere alcune risposte tipo:
Gwendolyn di chi è realmente figlia? (Fin dalle prima pagine di Red fanno presumere che non sia figlia di sua madre visto che sono tutti con i capelli rossi e Gwen li ha neri)

Chi è in realtà il Conte San Germain?

Gwen capirà quale sarà la vera magia del corvo?

Riuscirà ad utilizzarla a dovere?

E soprattutto TIRERA' FUORI LE PALLE senza farsi instupidire da un ragazzo?????

Qual'è il mistero del cronografo?
Lo sapremo nella prossima puntata...
SPERO!
Rebecca

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2014-09-18 15:05:58 JuliettaFlabber
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
JuliettaFlabber Opinione inserita da JuliettaFlabber    18 Settembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

SENZA DUBBI

Credo che il mio titolo riassuma il mio pensiero verso questo secondo capito della saga.
Sono passati solo pochi giorni da quando Gwendolyn la nostra protagonista scopre di essere il "rubino" l'ultima dei viaggiatori e oltre a non essere assolutamente preparata per questo genere di impegno si trova anche innamorata del suo compagno il bellissimo Gideon (lui è il diamante, il penultimo dei viaggiatori). Questo libro è assolutamente più veloce del precedente e comincia a darci qualche risposta o forse a crearci altri dubbi ma va bene così.. perché alla fine è proprio questo che mi ha spinto a comprare il terzo.
Inoltre in questo libro compare Xemerius un piccolo demone-doccione che è davvero simpatico e con la sua ironia sdrammatizza ogni cosa, è davvero piacevole (alcune volte dopo le sue battute mia accorgo di star sorridendo anche io). Naturalmente non mi piace entrare nei dettagli perché non voglio fare spoiler ma il rapporto tra Guenny e Gideon sarà molto travagliato e il comportamento del ragazzo risulterà anche piuttosto ambiguo ma vale davvero la pena di leggerlo fino alla fine per poi poter dare un giudizio!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
RED (primo libro della trilogia), NIGHT SCHOOL (il segreto del bosco e il segreto della notte), PLL, THE ELITE E THE SELECTION.
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2014-02-15 11:58:51 Queen D
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Queen D Opinione inserita da Queen D    15 Febbraio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il diamante e il rubino

“Era stato il conte di Saint Germain a inventare i viaggi nel tempo controllati con l'aiuto del cronografo e sempre lui aveva dato l'ordine bislacco di inserire assolutamente tutti i dodici viaggiatori nel tempo nel cronografo. La domanda cruciale era questa: che cosa sarebbe accaduto quando i dodici viaggiatori nel tempo fossero stati inseriti e il cerchio si fosse chiuso? Nessuno sembrava saperlo con precisione.”
Gwendolyn, novella Viaggiatrice nel tempo, suo malgrado, ha imparato a controllare il suo potere e, con l’aiuto di Gideon, cerca di dare una risposta a questa domanda chiave.
Non sa però che lei è una pedina importantissima al fine della risoluzione dell’enigma e che sia il conte che Lucy e Paul saranno i burattinai che muoveranno i suoi passi sulla scacchiera. Ma chi è dalla parte giusta? E chi vuole farle del male?
In questo secondo capitolo Gwen riesce a prendere in mano, almeno in parte, la situazione, sottraendosi al gioco in cui tutti le dicono cosa fare: in un viaggio all’indietro nel tempo, incontra per caso suo nonno, da giovane, che le darà una mano nella sua ricerca della verità.
Per il resto la sua vita gira intorno a delle costanti: l’odiosa e spocchiosa Charlotte, che non perde occasione per metterla in imbarazzo, l’apprensiva madre, che vorrebbe sottrarla a quel mondo che sembra odiare, la fedele Leslie e, ultimo ma non ultimo, Gideon, il suo dolce tormento, che un giorno la bacia e l’altro la disprezza. Insomma, routine.
Però in questa apparente calma piatta, salta fuori una perla di vivacità: il simpaticissimo e dolcissimo Xemerius, il doccione di Belgravia, col musetto da gatto, un piccolo demone che solo Gwen riesce a vedere e che darà una nota allegramente ironica al libro. Oso dire che è il personaggio che mi è piaciuto di più in assoluto dell’intera trilogia.
Tra trasmigrazioni, lezioni di ballo e baci rubati, il mistero intorno a Gwen si infittisce: tutti affermano che Paul e Lucy, la cui identità sembra non essere più tanto certa, siano dei traditori, colpevoli di aver rubato il cronografo e di voler impedire che il cerchio si chiuda..ma è davvero così? E se loro volessero solo svelare un inganno ben orchestrato da qualcun'altro nell’ombra? Il vero traditore?
Quando la profezia sarà compiuta “l'aquila sorgerà, l'umanità vincerà la malattia e la morte e ci sarà l'alba di una nuova era.” Ma se questa fosse una bugia?
Il finale ci lascia con una bella dose di dubbi che sembrano racchiusi in pochi semplici, ma importantissimi versi:
“Il corvo, nel suo rubino volteggiare,
tra i mondi sente i morti cantare,
non conosce la forza, il prezzo ignora,
si leva il potere, chiuso il cerchio è allora.
Il leone, fiero volto di diamante,
incantesimo che offusca la luce folgorante,
al calar del sole arreca mutamento,
la morte del corvo palesa il compimento.”
A differenza del primo libro, un po’ lento, questo secondo volume è più vivace, non solo per l’introduzione del personaggio di Xemerius, a mio avviso impagabile, ma anche perché l’avventura si fa, finalmente, più movimentata. Inoltre il finale lascia tante domande insolute, quindi si ha voglia di continuare a leggere il seguito.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2013-03-01 15:31:57 Sara moncalieri
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Sara moncalieri Opinione inserita da Sara moncalieri    01 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

… è vivo ma in coma…

Secondo step, dopo "Red", ecco il Blu.
Speravo tanto che la lettura sarebbe stata degna delle ultime pagine del libro precedente, ma purtroppo non è andata così.
Il “paziente” libroso che ho tentato di rianimare, continuando con la lettura, non è morto ma è rimasto quasi sempre in coma letterario.
Il romanzo si legge velocemente e non è scritto male, ma alcuni punti che erano rimasti inspiegati (ed inspiegabili) nella prima parte hanno continuato ad esserlo nella seconda.

Mi sono arrovellata per tutta questa parte chiedendomi perché mai la madre di Gwendolyn, che tanto si era data da fare per evitarle una vita difficile, avendole appositamente tenuta nascosta la sua probabile natura di viaggiatrice nel tempo, non si sia mai degnata di aprire bocca per dare aiuto, informazioni, o conforto, alla figlia. Ma che razza di madre è, che prima la fa vivere nell’ignoranza e poi la “abbandona” al suo destino, lasciandola, per le sue passeggiate nel tempo, nelle mani di persone di cui non si fidava e continua a non fidarsi? Che si limita a prepararle il pollo della festa una volta la settimana ed a cenare insieme, quando gli impegni della figlia lo permettono?
Forse mi sono focalizzata troppo su questo punto, ma tutta la parte dei salti spazio-temporali è stata per me compromessa da questo tarlo.
Insomma, carino che si sbalzi di qua e di là nel tempo con gli abiti della festa, rigorosamente d’epoca e fatti su misura;
carino che ci sia la parte sentimentale;
carino che ancora non si capisca chi siano i veri buoni e i veri cattivi, ma… a me tutto questo girare a vuoto non ha affascinata.

Meno male che anche in questa parte ritroviamo il personaggio di Leslie, l’amica del cuore, e incontriamo un nuovo personaggio, Xemerius, il doccione gotico che valeva da solo la lettura del libro: ironico, buffo, simpatico, sveglio, curioso, graffiante. Dovevano fare il libro su di lui, non sulla nostra Guendolina!

Peccato non abbiano mantenuto, per i titoli italiani, l’abbinamento alle pietre preziose: avrebbe aggiunto quel tocco in più alla saga.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2013-01-07 13:27:26 ColeSeya
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ColeSeya Opinione inserita da ColeSeya    07 Gennaio, 2013
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

SaphirBlau

Finito di leggere il primo libro della Trilogia delle Gemme ho tentato di resistere un po' prima di iniziare il secondo, ma non sono riuscito nell'impresa.
Come il primo, anche il secondo libro scorre velocemente senza problemi.
I personaggi vengono definiti ancora di più ne appaiono di nuovi, sempre interessanti e la figura del Conte di Saint Germain rimane incontrastata su tutte le altre.

Il libro, dal punto di vista fisico è come il precedente, pecca nella copertina e nel titolo (decisamente meglio le originali) ma la qualità di carta e rilegatura rimane ottima.

Non ho molto da aggiungere se non che anche quanto ti aspetti che il tutto prosegua secondo un alinea retta, beh ti accorgi troppo tardi che è una curva, a gomito!

Ottima lettura, assolutamente consigliata!

E questa sera si inizia Green!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2012-10-08 07:48:50 Iry
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Iry Opinione inserita da Iry    08 Ottobre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un buon ritmo!

Dopo lo splendido primo romanzo questo libro non può essere da meno. La nostra Gwen ha preso una certa confidenza nei suoi viaggi temporali e si ritrova tra balli e ricorrenze. La sfida per Gwen, e per i lettori, sarà comprendere le motivazioni che spingono Gideon ad assumere quel suo atteggiamento contorto. Il romanzo è infatti una buona miscela di romanticismo/azione e avventura. Per non parlare del mistero che si cela dietro al cronografo e allo "strano" Conte di Saint Germain. Sembra infatti che qualcuno trami alle spalle della nostra protagonista. Un romanzo che per essere il "classico libro di mezzo" è avvincente e romantico. Il finale lascia totalmente spiazzati e con una grande voglia di continuare. Come andrà a finire?!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Red"
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2012-04-30 11:41:11 _sectumsempra
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
_sectumsempra Opinione inserita da _sectumsempra    30 Aprile, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una saga piena di sorprese

Come avevo detto, la fine di Red mi aveva lasciato con uno strano senso di vuoto, come se per tutto il libro non avessi letto un bel niente e la cosa mi stava anche demoralizzando, ma fortunatamente ecco Blue, con il quale tutta la saga in qualche modo "si risveglia".
-Possono seguire spoiler-

Mi è piuciuto davvero molto, ci sono più risvolti, più emozioni, più divertimento e anche più romanticismo, e devo ammettere che, nonostante ritenga che Gideon sia il belloccio di turno, il ragazzo mi ha davvero sorpresa, soprattutto nel filnale del libro. Insomma, si capisce che Gwen e Gideon sono destinati a stare insieme, ma mi ha fatto "piacere" che il loro non è stato il solito, noioso, amore a prima vista. Ah, questa vota sì che ho letto una fine degna di essere chiamata tale! Finalmente mi sono sentita davvero "sulle spine" e desiderosa di leggere il continuo.
Una saga piena di sorprese, davvero! Non vedo l'ora sta sera di cominciare il terzo, e sono sicura che non mi deluderà!
Ah, dimenticavo! Grande Xemerius, ci sono stati momenti durante la lettura in cui ridevo da sola!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Blue 2012-04-23 18:04:14 Elisabetta.N
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    23 Aprile, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mistero si infittisce!!

Favoloso!!
Davvero splendido!!

Dopo Red, non vedevo l'ora di iniziare Blue e l'ho praticamente divorato!
Lo stile semplice e frizzante rende la lettura scorrevole e piacevolissima. Mi sono immedesimata nella protagonista, nelle sue avventure e nei suoi sentimenti e ho vissuto con lei tutto, ma dico proprio tutto!!!
La storia racconta di Gwendolyn che ha scoperto da poco di essere una viaggiatrice del tempo. La cosa che la infastidisce di più, a parte ovviamente le costanti situazioni di pericolo a cui è sottoposta viaggiando nel tempo, è il fatto che nessuno prova a spiegarle che cosa sta vivendo e la tengono all'oscuro persino del tragitto per arrivare al cronografo.
Così quando incontra suo nonno nel passato per un appuntamento che sembra che lei stessa abbia fissato nel futuro (lo so il concetto è un po' complesso) inizia ad indagare per suo conto su tutta la situazione e soprattutto sul perchè Lucy e Paul hanno rubato il cronografo e si sono rifugiati nel passato (solo io ho la netta sensazione che in realtà Lucy e Paul siano i veri genitori di Gwendalyn?).
Gwendalyn scoprirà anche che le visioni di sua nonna non solo solo sogni piuttosto complicati da decifrare, anzi alcune volte sono semplicissime.
"C'era un meraviglioso cuore di rubino molato che scintillava al sole... si trovava in cima a un promontorio roccioso. Poi è arrivato un leone... Con una splendida pelliccia dorata. Quando il leone ha visto il cuore tra le rocce, gli ha dato un colpo con la zampa e lo ha fatto cadere di sotto, per molti, molti metri. Quando la pietra ha colpito il terreno si è spezzata in centinaia di schegge e, guardando meglio,mi sono accorta che erano gocce di sangue..."
La povera Gwnedalyn poi è sempre più confusa per i sentimenti che prova per Gideon. Che dire, le cose tra loro sono sempre più complicate... vedremo l'esito in Green...

Il personaggio più incredibile? Xemerius il demone doccione che quando si agita sgorga acqua dalla bocca!! Sagace e brillante, un amico prezioso per Gwendalyn.

Bello, veramente tutto molto bello!
Lettura consigliatissima!
Non vedo l'ora di leggere Green!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 
Guarda tutte le opinioni degli utenti
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri