Dettagli Recensione

 
Edipo re
 
Edipo re 2013-05-22 03:23:30 Bruno Elpis
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    22 Mag, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Abbandonare Freud, senza riuscirci

Ho cercato di rileggere “la tragedia delle tragedie” senza pensare a Sigmund Freud, che si è ispirato al ciclo di Edipo per elaborare la sua teoria psicanalitica.
Ho provato a non pensare a “L’Edipo Re” di Sofocle come al prototipo del romanzo “giallo” in virtù della struttura della storia: scoprire le cause della misteriosa pestilenza che affligge Tebe e far luce sull’omicidio di Laio, facendo emergere il rapporto incestuoso tra Edipo e la madre Giocasta.
E quindi, ho letto una delle più belle tragedie della classicità gustandone la poetica corale: perché il coro ha un ruolo di coscienza collettiva, di partecipazione, di riflessione e, a volte, d’incoraggiamento.
Poi ho apprezzato l’atmosfera di tensione, creata dalle minacce della Sfinge e dal susseguirsi di profezie oscure, e la trama in sé, che procede per successioni concatenate fino all’esplosione della verità: l’uomo è fragile e solo di fronte alla potenza del destino. E la verità acceca.
“Edipo Re” ha un enorme potere tragico perché intesse quelli che, secondo Freud, sono i tre delitti primordiali: il parricidio-infanticidio di Laio, l’incesto di Giocasta, il cannibalismo della Sfinge. E allora – rovesciando la visuale - il complesso di Edipo assume valore simbolico e non è, viceversa, come sempre sostenuto, il mito che ha il potere dell’allegoria:
“Quando il velo della nascita si squarcia, allora egli vede il mondo ed è come rinato ... in realtà ... non faceva altro che rinnovare la situazione della cosiddetta scena primaria ... desidera rientrare nel ventre materno non semplicemente per rinascere, ma per essere trovato là … dal padre."

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... i gialli di Agatha Christie
Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Bellissima recensione Bruno, complimenti! :)
bella la tua recensione; sicuramente ti farà piacere sapere che "edipo re" in questo momento viene rappresentata a Siracusa nel ciclo delle tragedie classiche che ogni anno ne propone due ( Daniele Pecci e Ugo Pagliai fanno parte del cast)
Ciao Robbissimo :)

@ Maria: la tragedia greca a Siracusa! Binomio pari agli attori che hai citato. :)
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri