Dettagli Recensione

 
La mia tribù
 
La mia tribù 2013-07-11 09:45:17 C.U.B.
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    11 Luglio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Indiani d'America

Indiani d'America, affascinante popolo indigeno sterminato dalla colonizzazione europea, dalle lotte tribali, dalle malattie portate dai bianchi. Se la condanna a questi peccati capitali appartiene a secoli piu' remoti, non crediamo che la storia piu' recente sia generosa nei confronti di questa minoranza etnica.
Se il sangue scorre e uccide, non meno la prevaricazione culturale puo' essere letale : sfrattati dalle loro terre , obbligati a cambiare i loro nomi, a parlare una lingua straniera, a votarsi ad una nuova religione, donne ignare vittime  della sterilizzazione forzata , l'occidentalizzazione ha imposto la perdita' di personalita' di questo popolo. 
Oggi sono 566 le riserve indiane riconosciute negli Stati Uniti, dove la concentrazione di disoccupazione, alcolismo, omicidi, stupri conta percentuali estremamente piu' alte che nel resto del Paese. Razzismo : questi non sono americani, sono tuttora considerati selvaggi, di fatto.

" Dopo che tutti gli alberi saranno stati abbattuti, dopo che tutti gli animali saranno stati cacciati, dopo che tutte le acque saranno state avvelenate, dopo che l'aria sara'  pericolosa da respirare, solo allora scoprirai che non puoi mangiare il denaro. PROFEZIA CREE. "

Il lavoro di Raffaella Milandri e' imponente. La prima meta' del libro consiste in un approfondito resoconto storico delle vicende dei Native Americans, segue quindi la narrazione delle tradizioni indiane, dalla spiritualita' alle medicina, dalle feste rituali alla famiglia, l'importanza dei nomi, la sacra pipa, il potere delle erbe, il tipi, il rodeo e le leggende. E ancora la viva testimonianza di Raffaella che racconta il suo viaggio nelle riserve indiane e la sua peculiare adozione nella tribù dei Crow.
Ricchissimo il testo di splendide fotografie, alcune scattate dall'obiettivo dell'autrice, alcune altre (magnifiche) d'archivio, segnalo inoltre che le note di chiusura riportano un folto inventario dei documenti alla fonte delle notizie riportate.

"Non c'e' bisogno di molte parole per dire la verita'. CAPO GIUSEPPE, NEZ PERCE"

Personalmente ritengo l'opera molto approfondita, interessante ed esaustiva, nonchè un notevole lavoro di denuncia.
Cio' implica che almeno nella prima meta' il libro abbia i connotati di un saggio storico, cosa che non ho amato particolarmente non essendo appassionata dell'argomento ma preferendo l'aspetto sociale e l'esperienza di viaggio che prende piede invece nella seconda meta'.
Lettura insomma in buona parte moderatamente faticosa e non esattamente nelle mie corde, cio' premesso non potra' che soddisfare il lettore piu' predisposto di me a questo tipo di letteratura.
Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

9 risultati - visualizzati 1 - 9
Ordina 
Molto interessante CUB. Il tema mi affascina molto, anche perché probabilmente una mia trisnonna era amerindia:-) Forse te l'avevo già detto? Lo racconto spesso, mi sembra una gran figata;-)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
11 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
No, non lo sapevo...di che tribù era ?
Ma come probabilmente, non hai fatto ricerche ? Intrigante. :-)
Popolo affascinante.
Parecchi anni fa lessi la biografia di Cavallo Pazzo di Mari Sandoz, figura mitica nella storia dei nativi americani.
So che era stata trovata su una nave proveniente dal Nord America e che poi era stata adottata da alcuni nostri parenti veneti. Mia nonna mi ha regalato la sua foto e mi ha raccontato questa breve storia. Non so nulla di più. Mistero:-)
Antonella! E ce lo dici così? Magari discendi da Geronimo! :-)

@ Cub: io, lo sai, son regressivo. Se penso ai dolori che ho patito da bambino (fammi la tara, con l'età) vedendo i film che contrapponevano gli indiani ai cow boys! In un libro così, mi sa, mi perderei nelle foto. Magari senza leggerlo, per non accusare il lieve senso di pesantezza che tu hai descritto. :-)

Ma quante persone, quanti animali, quante culture, quanti paesaggi ha distrutto l'uomo nella sua miseranda e bieca storia?
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
11 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@Danilo, ben tornato.
@Antonella.. U A U come vorrei vedere quella foto :-)
@Bruno...ci pensavo proprio oggi :TROPPI. Questa e' per te :
" Se voi uomini bianchi non foste mai arrivati, questo paese sarebbe ancora come era un tempo.
Tutto avrebbe conservato la purezza originaria.
Voi lo avete definito selvaggio, ma in realta' non lo era. Era libero.
Gli animali non sono selvaggi; sono solamente liberi.
Anche noi lo eravamo prima del vostro arrivo.
Voi ci avete trattati come selvaggi,
ci avete chiamati barbari, incivili.
Ma noi, eravamo solo liberi !. "

Capo Leon Shenandoah, Onondaga
In risposta ad un precedente commento
Bruno Elpis
11 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Sottoscrivo. Anzi, mi identifico. Grazie per la tua dedica, dolcissima Cub. Struggente-:)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
11 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Perbacco, e' stato un piacere :-D
paola melegari
12 Luglio, 2013
Ultimo aggiornamento:
12 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
bella.complimenti per aver approfondito. lo leggerò se ne avrò occasione.
certo che l'uomo sa fare molto male. aspettavo di leggere la tua rece, me l'avevi anticipato.
paola

9 risultati - visualizzati 1 - 9

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri