Dettagli Recensione

 
Una vita da libraio
 
Una vita da libraio 2018-09-04 16:27:32 FrancoAntonio
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
FrancoAntonio Opinione inserita da FrancoAntonio    04 Settembre, 2018
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“Scusate, ma qui, al Book Shop, vendete libri?”

Shaun Bythell è il proprietario della più grande libreria di libri usati scozzese. Essa ha sede nel paesino di Wigtown, conosciuto come la “città scozzese dei libri” per le tantissime librerie ivi presenti e per il “Book festival” che si tiene annualmente. Nel febbraio 2014 Shaun decise di tenere un diario per annotarvi tutti i fatti salienti che avvenivano nel suo negozio. Ne è nata così una curiosa galleria di personaggi e di circostanze che si susseguono in una serie, talvolta assai divertente, di scenette e confronti tra il titolare, spesso immusonito e scontroso, e gli improbabili clienti che si aggirano tra le stanze tappezzate di scaffali carichi di volumi polverosi.
In Italia le librerie sono in lenta diminuzione. Le librerie di usato, poi, sono quasi in via d’estinzione. Nella mia città penso che si possano contare facilmente sulle dita di una mano (di un fresatore poco esperto, però…). Ciò è un vero peccato, poiché sono mondi magici in cui ci si può perdere tra una rarissima prima edizione di un romanzo ottocentesco, vecchi sussidiari scolastici e quella serie di racconti d’avventura che non siamo mai riusciti a completare quando venivano pubblicati mensilmente dall'editore. Il mio autore preferito, Sir Terry Pratchett, nei suoi esilaranti romanzi fantasy ha giocato a lungo sull'idea che le grandi collezioni di libri - soprattutto quelle di libri antichi e di seconda mano; quelle che si sviluppano entro stanzette anguste percorse da stretti corridoi gremiti da volumi e connesse solo da scalette nelle quali è quasi impossibile arrampicarsi - abbiano il potere di distorcere il tempo e lo spazio connettendo tra loro luoghi ed epoche impensabilmente lontani. Il Book Shop di Wigtown, con i suoi centomila volumi, è quanto di più somigliante, nel nostro universo reale, a questo mondo magico e arcano. Ma chi è costretto a barcamenarsi tra clienti con richieste assurde ed i noiosissimi problemi gestionali ed economici del negozio, la vede cinicamente in un modo assai diverso.
Shaun Bythell - uomo che ama i libri al momento di acquistarli o, se può, di leggerli, ma che li odia intimamente se si tratta di caricarne pesantissimi scatoloni sul furgone, di prezzarli, ordinarli e sistemarli alla bell’e meglio negli angusti spazi residui sugli scaffali, mentre lotta con gli ordini on-line di Amazon e AbeBooks e con la loro durissima concorrenza - ci fornisce la sua personale visione della gestione di una libreria, con tutti i fastidi e le complicazioni che essa comporta.
Com'è facile comprendere è impossibile ricercare una trama o pretendere un filo narrativo da un resoconto che è semplice cronaca di avvenimenti giornalieri tratti dalla vita reale. Esistono storie che si intessono con altre storie, ma sono tutte vicende che hanno quale palcoscenico esclusivo, o quasi, la libreria e, quindi, sono frammentarie e incomplete. Molte sono le comparse che recitano un’unica battuta, pochi i protagonisti che ottengono una maggiore descrizione e caratterizzazione.
Il libro, pur senza essere un capolavoro, è sicuramente piacevole come può essere piacevole osservare, dall'esterno, il teatro della vita, senza esserne coinvolti direttamente e, quindi, in modo completamente sereno e distaccato. Con questo spirito è piacevole assistere alle varie vicende che si susseguono (come in un reality show), immaginandoci comodamente seduti ai lati del caminetto nella sala di lettura a coccolare il gatto Capitain ed osservare i casuali frequentatori della Sala Scozzese spostare disordinatamente volumi su volumi di storia locale, mentre la “commessa” Nicky, rigidamente Testimone di Geova, colloca l’Evoluzione della specie di Darwin tra la narrativa fantastica. Entro questi limiti il volume è consigliabile e godibile. Però è doveroso avvertire che non ci si troverà mai emotivamente coinvolti nello snocciolarsi degli eventi e che la piacevolezza sarà sempre contenuta in questo impalpabile gusto di spiare dalla vetrina il meccanismo che muove questo particolarissimo esercizio commerciale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
siti
05 Settembre, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Che bel mondo e che curiosa lettura, assai interessante.
In risposta ad un precedente commento
FrancoAntonio
06 Settembre, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Il libro, effettivamente, è abbastanza curioso e Bythell è piuttosto abile a mettere in luce tutti gli aspetti curiosi e bizzarri della sua professione, Tanto per esemplificare, il titolo della mia recensione è tratto da una domanda che gli fanno assai spesso.

Leggendo m'è venuta la curiosità di vedere com'è davvero quel posto e su Internet ho trovato numerosi filmati girati all'interno (lui è anche un cineasta a livello hobbistico). Beh, ti consiglio di visionare i video: il posto è semplicemente incredibile. Proprio uno mondo a parte tappezzato di libri.
In risposta ad un precedente commento
siti
07 Settembre, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per le dritte.
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempi duri
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una grande storia d'amore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Proprio come te
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri