Dettagli Recensione

 
Stirpe
 
Stirpe 2012-11-10 16:06:21 silvia71
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    10 Novembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Stirpe

Questo romanzo provoca un impatto forte nel lettore, vuoi per le tematiche vuoi per lo stile di scrittura.
Affrontare queste pagine significa immergersi nella ruralità sarda a cavallo tra fine ottocento e novecento, per rendersi spettatori attoniti delle tribolazioni dell'umile famiglia Chironi.
Gente modesta, avvezza al lavoro e al sacrificio, consapevoli delle difficoltà della vita e dell'ineluttabilità delle disgrazie e della sfortuna; quasi un piccolo mondo verghiano, dipinto con estremo realismo descrittivo e di sentimenti.
I personaggi di Fois sono vittime ed eroi; cadono sotto i colpi inferti dal destino e dagli eventi più cruenti della storia, ma al contempo, seppur rassegnati, proseguono la vita che gli è concessa.
Sono figure splendide, cariche di pathos, capaci di trasmettere tutto il loro dolore, alternando momenti di crudo realismo a momenti in cui prevale il bisogno di abbandonarsi al sogno, fantasticando di un mondo migliore.
Particolarità del flusso narrativo sta proprio nell'intrecciare improvvisamente momenti pervasi di magia alla rappresentazione della rude quotidianità, fatta di sudore e avversità.
Momenti lirici esplodono nel corso della narrazione, mettendo sulle labbra dei protagonisti le parole calde e sentite del cuore; parole che cantano il desiderio di avere o trovare delle radici cui aggrapparsi, parole che piangono la perdita degli affetti, parole che riflettono sugli accidenti cui ti pone di fronte la vita.

Lo stile di Fois, così secco, aspro, ruvido è spettacolare, calza a pennello a questa storia dura; una storia di lacrime e rassegnazione ma che nel profondo anela al sorriso, anela ad accaparrarsi un pizzico di felicità. Le frasi sono talvolta brevissime, imponendosi come sentenze senza appello, brucianti e fulminee.
Il linguaggio si presta ottimamente a scolpire i personaggi, utilizzando qualche termine gergale e dialettale all'occorrenza, ma senza eccessi; è una lingua che può sembrare scarna, ma ogni parola è pregna di significato.
E' un modello di scrittura che può essere reputato inibitore della fluidità narrativa, ma regala una profondità di sentimenti e contenuto fuori dal comune.

E' un romanzo stimolante, che ci svela l'essenza di uno dei regionalismi italici, raccontandoci la storia del nostro paese, riflessa nella vita della gente comune.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
gracy
10 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
A breve leggerò "Nel tempo di mezzo" ho alte aspettative, Silvia l'hai letto?
In risposta ad un precedente commento
silvia71
10 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Gracy !
Nel tempo di mezzo l'ho prenotato in biblio, quindi nel frattempo ho deciso di leggere Stirpe, in quanto credo di aver capito che sia propedeutico...così ho voluto preparare il terreno entrando nel clima narrato!
te lo consiglio, anche se secondo me, Fois ha uno stile talmente particolare che potrebbe non piacere a tutti!
In risposta ad un precedente commento
gracy
10 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Silvia, spero di non rimanere delusa :D
Bellissima recensione Silvia! Grazie della segnalazione!
Complimenti per la tua recensione. Ho pensato più volte di leggere i romanzi di Fois; con la tua recensione la mia voglia si è accentuata. Grazie ancora Silvia.
silvia71
11 Novembre, 2012
Ultimo aggiornamento:
11 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a Robbie ed Ettore!
ho scoperto Fois con questo primo romanzo e sono già pronta per il secondo...
trovo sia un ottimo autore !
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Lepanto nel cuore
La malalegna
Come vento cucito alla terra
La fortuna
La scelta
La tigre di Noto
L'alta fantasia
Le disobbedienti
L'amante del doge
L'inverno del pesco in fiore
Trema la notte
Il cielo sbagliato
La malinconia dei Crusich
Archimede. Il matematico che sfidò Roma
Di luce propria
La banda degli uomini