Dettagli Recensione

 
Evelina e le fate
 
Evelina e le fate 2013-04-10 14:33:21 silvia71
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    10 Aprile, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Evelina e le fate

Tanto si è detto e si è scritto a proposito degli orrori della guerra che ha percorso e lacerato il nostro paese.
Simona Baldelli esordisce con un romanzo dal taglio singolare, dedicando una particolare attenzione al rapporto tra la guerra ed i bambini.
Tra le pieghe di queste pagine si materializza la piccola Evelina, una bimba di cinque anni figlia di una famiglia contadina, il cui casale diviene rifugio di numerosi sfollati in cerca di un luogo più sicuro rispetto alla città, bersaglio certo di incursione aeree e rastrellamenti.

La narrazione fluisce tutta attraverso gli occhi e la sensibiltà della piccola, incapace di capire fino in fondo la situazione attorno a lei, pur cogliendo segnali di disagio e di pericolo.
Evelina è piccola eppure è già grande, è spensierata eppure a tratti è preoccupata, avrebbe bisogno di tanto affetto e attenzioni, quelle stesse che in un momento di tale tragicità la famiglia non può donarle.
Un'infanzia rubata, segnata; un'infanzia che tanti bambini dell'epoca videro strappata.
In guerra non c'è spazio per le coccole, gli abbracci, il giogo; ecco che la nostra piccola protagonista si costruisce un suo mondo in cui può evadere quando le situazioni attorno a lei si fanno critiche o troppo complesse, un mondo di fiaba, un mondo dove esistono le fate con cui parlare, un mondo in cui le immagini brutte cambiano pelle assumendo significati diversi.

Veramente intensa la figura di Evelina, cui la penna dell'autrice è riuscita a infondere una vitalità abbagliante e commovente; impossibile staccarsi dal racconto, per la forza trascinante, per l'esplosione di emozioni, per la nitidezza delle immagini che propone.
Immagini di un paese che deve fare i conti con il passaggio inesorabile della guerra; una guerra che spezza le famiglie, che svuota le dispense, che ferma il naturale corso della quotidianità, che capovolge i ritmi di vita, che fa pagare un dazio crudele a degli innocenti.

Un esordio che denota la capacità di raccontare una storia e di coinvolgere il pubblico, la capacità di costruire il personaggio ponendo la dovuta cura ai particolari e la giusta dose di sensibilità per scavare nel cuore e nella mente dello stesso; oltre alla coraggiosa scelta stilistica di infondere veracità al narrazione mediante l'utilizzo del dialetto dei luoghi che fanno da sfondo alla storia.

Simona Baldelli con questo romanzo ci regala un lavoro importante, in cui l'elemento tragico si scontra e si fonde con il sogno, con la fantasia, con la necessità dei più piccoli di fuggire da una realtà dolorosa e cruenta come la guerra.
Anche questo significa raccontare la storia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
201
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

13 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Bravissima Silvia. Hai scritto una recensione esauriente e molto coinvolgente.
Pia
In risposta ad un precedente commento
petra
10 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bellissimo commento Silvia, pieno di sensibilità.
@pia e fede: grazie!
Bella recensione Silvia e libro molto interessante! Grazie! :)
Molto toccante il commento e interessante il titolo, grazie della segnalazione.

CHI HA DATO VOTO NEGATIVO E PERCHE' ???? O-O
mi sembra molto bello questo libro,grazie della recensione!
Un pò come IL LABIRINTO DEL FAUNO,giusto?
In risposta ad un precedente commento
Sharma
11 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bella recensione e molto toccante, ma non capisco il voto negativo! Brava!
Bravissima!
grazie a tutti per aver letto il mio commento al romanzo!

ultimamente sono alla ricerca di nuove penne, di nuovi modi di trasmettere emozioni.....
Seguirò senza dubbio l'evoluzione letteraria di Simona Baldelli!
In risposta ad un precedente commento
gracy
11 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
:)) Si è vero è sempre un piacere leggere nuove penne e trovare belle emozioni...Il mese scorso ho preso anch'io un Giunti che non se lo fila nessuno...lo leggerò a breve e ho pure alte aspettative :))
13 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri