Dettagli Recensione

 
L'armata perduta
 
L'armata perduta 2014-10-08 15:49:59 Mr. A
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Mr. A Opinione inserita da Mr. A    08 Ottobre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

mi sono perduto io nel leggerlo !

Molto originale l'inizio del romanzo dove tre ragazze di un villaggio assistono alla lapidazione di una donna, apparentemente priva di alcun senso, venuta da lontano. Ormai in fin di vita, viene soccorsa dalle ragazze e riescono a salvarle la vita isolandola in una capanna dove la donna, Abira, racconterà loro la sua storia... Anche lei, come loro, era una ragazza di quel villaggio ed una notte passò un imponente armata guidata da Ciro con lo scopo di penetrare e assalire l'esercito del gran re per conquistare il potere del più grande regno allora conosciuto. Abira si innamora di uno scrittore, Xenophon, detto Xeno e deciderà di partire con lui in questo lungo viaggio... Un viaggio lunghissimo, irto di mille pericoli, difficoltà e situazioni estreme.

Lo stile adottato da Manfredi è sempre lo stesso, descrizioni decise, che richiamano la potenza della natura, che fanno sembrare piccolo l'uomo anche davanti ad un fiocco di neve che cade leggero al suolo ma che con se porta tutta la potenza del gelido inverno. Molto belle le caratterizzazione dei personaggi, a volte imprevedibili, come Abira, dolce, spaventata ma determinata a sopravvivere ad un destino beffardo, che continuamente la mette alla prova.
Il viaggio che i diecimila devono percorrere per ritornare a casa, sarà un viaggio lunghissimo che mi ha dato l'impressione di allungarsi fin troppo, molti avvenimenti e descrizioni oltre a ripetersi, sono fin troppo futili, messi li solo per allungare il brodo ed aver un numero più grande di pagine.
[SPOILER]
Finale deludente, molto deludente... certo che in tutto il libro Abira era innamorata di Xeno, non vedevano l'ora di rivedersi dopo una battaglia ecc... e poi che succede ? viene abbandonata perché i genitori di Xeno lo hanno promesso sposo ad un altra donna ! ma cosa ? la povera Abira se ne andrà da sola, in messo al deserto, fino al suo villaggio per venire lapidata (struttura ad anello), un destino veramente orribile...
[FINE SPOILER]
Non mi sento di consigliare pienamente il libro, perché a me non ha convinto del tutto, riguardo alle descrizione e ad alcune scelte tematiche. lo consiglio a chi cerca un bel romanzo storico (ambientazione dell'epoca bellissima) ambientato nell'antica Grecia, tra Persiani, Spartani e Ateniesi e a chi la pazienza di leggere grandi descrizioni sui paesaggi ma pochi eventi degni di nota

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Manfredi
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Mare di pietra
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Eredi Piedivico e famiglia
I giorni di Vetro
Morte nel chiostro
La Santuzza è una rosa
La portalettere
La fotografa degli spiriti
Il boia e la contessa
Rubare la notte
Non si uccide di martedì
Oro puro
Ferrovie del Messico
Resta con me, sorella
La Malnata
Piero fa la Merica
Vi avverto che vivo per l'ultima volta
Se esiste un perdono