Dettagli Recensione

 
Il grido di Giobbe
 
Il grido di Giobbe 2021-07-12 10:21:07 Mario Inisi
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    12 Luglio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La fede

Il libro di Giobbe contiene il grido dell’uomo giusto abbandonato da Dio che alza al cielo la sua voce in quello che è un ibrido tra bestemmia e dolore. Giobbe chiede di vedere Dio e di parlarGli guardandoLo in faccia per avere non un rimedio ai suoi mali, ma una spiegazione. Infatti il male che colpisce l’innocente mina la fiducia nell’onnipotenza e nella giustizia di Dio, forse persino fa dubitare della Sua estraneità al male, oltre a togliere fiducia nella convenienza del bene (teoria retributiva).
In ogni caso, all’inizio della disgrazia di Giobbe c’è Satana che suggerisce proprio questo: Giobbe è tanto retto per una questione di calcolo, cioè perché conta sulla giustizia retributiva di Dio. Ma se Dio non lo ripagasse, sarebbe fedele allo stesso modo?
L’invidia dell’uomo che vuole tutto (Adamo ed Eva) è l’altra faccia della stessa medaglia della disperazione dell’uomo che perde tutto. Ma Giobbe pur nella disgrazia, pur invocando la morte non la cerca.
L’angoscia di Giobbe nasce dalla mancanza della mancanza, cioè dalla impossibilità di sottrarsi alla persecuzione del male e al suo eccesso. Il fatto che Dio diventi un nemico, svuota la vita di senso togliendole ogni valore. Infatti di tutte le disgrazie e i lutti che gli capitano, il peggiore è l’abbandono di Dio. Giobbe però non chiede perdono come gli consigliano gli amici, non ha mai dubbi sulla propria innocenza. Chiedere perdono di qualcosa che non ha fatto sarebbe venire meno alla verità. In nome della verità chiede conto a Dio del suo allontanamento. Non è Dio a dire “Dove sei?” come fece con Caino o Adamo, ma è Giobbe che dice a Dio: “Dove sei”. Infatti, per quanto ad Abramo fosse stato chiesto il sacrificio del figlio, aveva almeno potuto dialogare con chi lo pretendeva. E’ l’assenza la cosa peggiore per Giobbe.
Quando viene accontentato e vede Dio, Giobbe si converte prima di avere una retribuzione e indipendentemente da questa. Decide di fidarsi di Dio perché capisce che il rapporto con Dio non può contenere nessun tipo di calcolo. La fede di Giobbe disarma Dio placando la sua ira verso l’umanità infedele (così come farà quella di Cristo).
La risposta di Dio non risponde direttamente all’interrogativo sul significato della sofferenza. Essa resta un mistero. La sofferenza nasce dalla volontà di Dio e ha una finalità di bene che è incomprensibile alla mente limitata dell’uomo. La risposta di Dio è nella sua presenza. Dopo averLo visto Giobbe deve rispondere a quella presenza con la fede incondizionata, perchè la fede è tutto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Ciao Mario, una delle figure bibliche più affascinanti. Un invito alla lettura di Recalcati e alla conoscenza del testo sacro.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
13 Luglio, 2021
Segnala questo commento ad un moderatore
Sì Giobbe è una figura affascinante e misteriosa, non era nemmeno ebreo.
Affascinante suggerimento, mi interessa. Grazie!
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

A proposito del senso della vita
Vietato scrivere
L'amore sempre
Homo Deus
Eros il dolceamaro
Quando i figli crescono e i genitori invecchiano
Questo immenso non sapere
Un mondo sbagliato
Il metodo scandinavo per vivere felici
Storia dell'eternità
Basta dirlo
Contro il sacrificio
Il corpo elettrico
Il grido di Giobbe
Verso un sapere dell'anima
Le leggi delle mappe mentali