Saggistica Fumetti La tettonica delle placche
 

La tettonica delle placche La tettonica delle placche

La tettonica delle placche

Saggistica

Editore

Casa editrice

Margaux Motin è tra le più famose blogueuses francesi a fumetti, ma la sua capacità narrativa trascende la forma breve delle storie da blog. Questo libro, che inanella situazioni della sua vita quotidiana, tra maternità, lavoro da freelancer, tentativi di preservare una parvenza di vita sociale e sopravvivenza alla fine di una lunga relazione, è un volume di una sincerità disarmante, che conquista il lettore senza alcuna difficoltà. La sensazione è quella di leggere un diario intimo in tempo reale, ma il trascorrere del tempo si trasmette al lettore facendolo affezionare anche ai lati meno glamour e più perdonabilmente umani dell’autrice-protagonista. Una scoperta deliziosa, che ci ha conquistati per la sua capacità di parlare in modo universale, anche quando racconta minuzie quotidiane estremamente specifiche.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Sceneggiatura 
 
4.0  (1)
Disegno 
 
4.0  (1)
Originalità 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Sceneggiatura*
Disegno*
Originalità*
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La tettonica delle placche 2022-02-08 05:49:15 Pelizzari
Voto medio 
 
4.0
Sceneggiatura 
 
4.0
Disegno 
 
4.0
Originalità 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    08 Febbraio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una Dea Kali molto moderna

Fumetto ironico, un po’ aggressivo, un po’ strampalato, molto creativo, molto originale. Racconta i frammenti di vita di una giovane donna. Che è figlia. Che è mamma. Che è compagna. Che è amica. Che è blogger. Che è donna. Che è adolescente. Che è bambina. Alla ricerca di modi per sopravvivere alla quotidianità che ci soffoca. Alla ricerca di stimoli. Alla ricerca di tranquillità. Alla ricerca di felicità. Alla ricerca di se stessa. La parte in cui la guru la aiuta nella postura, nel respiro è bellissima, perché, attraverso il fiorire dei tatuaggi sul suo corpo, percepiamo il rifiorire della sua persona. Ne avrei tantissimo bisogno anche io in questo periodo. Le illustrazioni hanno tratti decisi, colori forti, è un fumetto “strong”. Forse, nel linguaggio, anche un po’ troppo. Però è rappresentativo dei tempi moderni. E, soprattutto, delle giovani donne di oggi. Dee Kali della modernità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Nonostante tutto
Due figlie e altri animali feroci
Sono ancora vivo
Cinzia
La guerra di Catherine
Jonas Fink. Una vita sospesa
Green Manor
La terra, il cielo, i corvi
Sempre pronti
Taglia e cuci
Niente da perdere
Pelle d'uomo
Stelle o sparo
La tettonica delle placche
Non è te che aspettavo
Non stancarti di andare