Saggistica Fumetti Le torri di Bois Maury
 

Le torri di Bois Maury Le torri di Bois Maury

Le torri di Bois Maury

Saggistica

Editore

Casa editrice

Accompagnato dal suo fedele scudiero Olivier, Aymar de Bois-Maury, nobile francese decaduto, sogna solo una cosa: tornare a casa sua a Bois-Maury. Un luogo dove “le Torri di Bois-Maury sono le più belle e le più alte del suolo cristiano” . La sua ricerca lo porterà in un lungo viaggio intorno al mondo conosciuto (Europa e la Terra Santa) e gli farà vivere molte prove, in un contesto di violenza e cavalleria. L’epopea del Aymar di Bois-Maury ha segnato per sempre la storia del fumetto franco-belga. Il capolavoro di Hermann per la prima volta in edizione integrale.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Sceneggiatura 
 
3.0  (1)
Disegno 
 
5.0  (1)
Originalità 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Sceneggiatura*
Disegno*
Originalità*
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le torri di Bois Maury 2023-07-23 16:37:14 FrancoAntonio
Voto medio 
 
4.3
Sceneggiatura 
 
3.0
Disegno 
 
5.0
Originalità 
 
5.0
FrancoAntonio Opinione inserita da FrancoAntonio    23 Luglio, 2023
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Aymar nel sanguinoso Medioevo

Aymar de Bois-Maury è un cavaliere errante, un guerriero senza macchia e senza paura come quelli che ci sono stati tramandati dai romanzi gentili rinascimentali. Fu scacciato dal suo feudo e dal castello “con le torri più alte e più belle della cristianità” quand’era ancora solo un fanciullo e, da allora, vaga per l’Europa offrendo il suo coraggio e la sua spada al servizio di chi, con buone intenzioni, glieli chieda, nella mai sopita speranza di riconquistare le sue terre.
Durante il suo pellegrinaggio continuo sarà testimone di numerose vicende, dai soprusi dei nobili europei spesso a danno della povera gente, ai tentativi di usurpazione di feudi, dalle rapine e brigantaggi agli orrori della persecuzione dell’Inquisizione, sino alle crudeltà dei crociati in Terra Santa. A volte avrà un ruolo attivo e decisivo nella risoluzione positiva delle medesime, a volte potrà essere solo un muto e amareggiato spettatore dei crudeli drammi che agitano un Medioevo brutale e senza pietà.

Le gesta del prode cavaliere, a ragione, sono state definite uno dei fumetti più innovativi nel panorama franco-belga dell’ultimo scorcio del secolo passato. Raccontate e disegnate da Hermann Huppen (di solito ci si riferisce a lui con il solo nome) sono sicuramente storie di grande impatto, sia grafico che narrativo. Le tavole, disegnate con puntigliosa precisione, ci mostrano, con un tratto preciso e altamente scenografico, un mondo assolutamente reale e credibile. Chi si aspetta una rappresentazione del Medioevo sullo stile del Principe Vaillant rimarrà sorpreso di questi scenari crudi, violenti che non concedono nessuna edulcorazione a un’epoca sanguinaria e spietata. Hermann sbatte in faccia al lettore un Medioevo grezzo, brutale, lacero, straccione e affamato dove si è pronti a uccidere (o essere uccisi) per un tozzo di pane muffito e nessuna bassezza è mai troppa da frenare la ferocia degli uomini. Dove le casupole dei servi non paiono meno miserevoli delle tetre dimore dei nobili o dei cupi corridoi dei monasteri. Nessuno è senza peccato, ma tutti sono brutti, sporchi e cattivi; anche il nobile, generoso Aymar, mostrerà la sua dura spietatezza e i suoi cedimenti alla lussuria, all’ira, all’impulsiva irruenza.
Affascinante l’alternarsi di grandi tavole – che ci illustrano con ricchezza di particolari e artistica perizia i paesaggi che fanno da scenografia alle azioni – a minuscoli quadretti che, come in improvvise zoomate o fermi immagine, fotografano l’azione, l’emozione del momento.
Forse, in questo panorama decisamente positivo, il lato più debole lo si ritrova nella sceneggiatura. Non è raro che i dialoghi appaiano abbasta convenzionali, talvolta piatti e scontati, tal altra eccessivamente enfatici, anche in bocca a personaggi che non ci si aspetta certo che posseggano la minima retorica. Nella narrazione, poi, spuntano degli iati che determinano un frammentarsi del racconto e il lettore fatica a riempire questi vuoti. I dieci racconti che compongono la saga sono stati scritti nell’arco di un decennio circa. Ora, però, riuniti in un unico volume, mostrano, come non sempre i comportamenti dei personaggi siano coerenti con le loro caratteristiche dichiarate e le loro storie pregresse. Non tutti gli episodi, infine, risultano ugualmente piacevoli e ben studiati.
Complessivamente, però, si tratta di una mirabile opera grafica di assoluto godimento che non può mancare a chi ama le graphic novel di qualità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il contastorie
Il cuore di Lombroso
Le torri di Bois Maury
Il naso di Lombroso
La ricerca dell'uccello del tempo
Nella mente di Sherlock Holmes
Le voci dell'acqua
Le ragazze del Pillar
Mercedes
Anya e il suo fantasma
Il porto proibito
Nonostante tutto
Due figlie e altri animali feroci
Sono ancora vivo
Cinzia
La guerra di Catherine

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232