Sull'amore Sull'amore

Sull'amore

Saggistica

Editore

Casa editrice

Questa volta l'autore mette in scena il tema dell'amore come forza fondamentale della vita, in tutti i sensi. Amore nel senso opportuno di terapie per l'amore: terapie per curare l'amore, essere in grado di vivere una vita che non rinuncia all'amore; e anche terapie a base di amore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuti 
 
5.0  (2)
Approfondimento 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Sull'amore 2011-09-25 22:18:07 Coccinellina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Coccinellina Opinione inserita da Coccinellina    26 Settembre, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

la magia dell'amore

E' un libro, che consiglierei a tutti, parla dell'amore nel senso più vasto, in modo semplice, è un libro che scorre e riesce ad entrarti dentro, che quasi commuove. E' un libro per ragazzi, per adulti e per anziani. Crepet riesce a parlare di un argomento come l'amore , che sappiamo tutti un pò complicato, ma anche magico.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
..anche a chi non ha mai letto libri di picologia
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Sull'amore 2011-01-09 20:49:20 Cristina V
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Cristina V Opinione inserita da Cristina V    09 Gennaio, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tutto sull'amore.

Non avevo mai letto nulla di Paolo Crepet, se non articoli e risposte su settimanali..
Qui siamo ad un livello molto diverso - e diverso spessore- dal mio precedentemente reclamizzato G.C. Giacobbe, psicologo in Genova.

Qui si parla d'amore senza parole scherzose ,in modo chiaro e semplice, ma ..quasi scientifico. Di tutti i tipi d'amore, di tutte le sfaccettature...

Ho comprato questo libro in un momento di profonda crisi.
Perchè, anche se credo che l'amore ( inteso come vita di coppia) si "impari" col tempo, con la pazienza e la tenacia di un alunno diligente, con la buona volontà, anche con un pò di FORTUNA, ...beh, mi ero resa conto di volerne sapere di più.
(Certo, se si parla di età, IO dovrei saperne più di un professore,in... scienze amorose!!!!!!)

Volevo capire il perchè di certi comportamenti, di certi meccanismi che scattano nella mente e nel cuore...
Credete, mi è stato utile! E lo consiglio vivamente.

I suoi esempi sono efficaci e colgono nel segno ; difficile citarne uno piuttosto che un altro...:l'unico che vorrei,rivelerebbe una parte privata di me, che deve rimanere tale.
Ma fidatevi!

Una citazione, però la vorrei fare.
Si parla qui di addii, di amori finiti, di perdite in genere...
Non è facile estrapolare poche righe, ma ci proverò.
".... Una volta il regista Pupi Avati mi disse:-Capisci gli abbandoni quando -da piccolo- incominci a renderti conto che c'è una cosa sola per sempre: la morte.
Ogni bambino nasce con la meravigliosa convinzione che tutto sarà per sempre:la mamma, l'amore, l'infanzia. Tuttavia quel bambino imparerà che il "per sempre" prima o poi finisce.

L'abbandono fa parte della vita. E' il prezzo della crescita.Chi non vuole crescere soffre di meno, ma vive di meno.

Molti giovani mi dicono di avere paura , di essere spaventati dalle grandi passioni, in quanto temono che possano finire.
.....Più grande sarà stato l'amore, più si soffrirà.
Se non si dovesse soffrire per il distacco, significherebbe che non abbiamo vissuto interamente".
Buona lettura!


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

A proposito del senso della vita
Vietato scrivere
L'amore sempre
Homo Deus
Eros il dolceamaro
Quando i figli crescono e i genitori invecchiano
Questo immenso non sapere
Un mondo sbagliato
Il metodo scandinavo per vivere felici
Storia dell'eternità
Basta dirlo
Contro il sacrificio
Il corpo elettrico
Il grido di Giobbe
Verso un sapere dell'anima
Le leggi delle mappe mentali