Saggistica Scienze umane Un uomo purché sia. Donne in attesa dell'amore
 

Un uomo purché sia. Donne in attesa dell'amore Un uomo purché sia. Donne in attesa dell'amore

Un uomo purché sia. Donne in attesa dell'amore

Saggistica

Editore

Casa editrice

"Una donna ha bisogno di un uomo come un pesce della bicicletta." Così negli anni Settanta gridavano le femministe che erano scese in piazza per cambiare il mondo. Sono passati quattro decenni da quella straordinaria stagione di mutamenti. Le donne di oggi - almeno alle nostre latitudini - sono più libere, più consapevoli, più autonome, più sicure di sé. Ma non sembra che siano più felici. Il passaggio culturale da "zitelle" tristi e inacidite a "single" dinamiche e capaci di godersi la vita sembra aver lasciato aperto un bisogno, una ferita. Le donne infatti - molto più spesso degli uomini - si affamano, si abbuffano, vomitano, desiderano irrefrenabilmente la "roba d'altri" (si tratti di oggetti, o di amanti), inseguono in modo compulsivo uomini riluttanti o fuggitivi. È proprio di quest'ultimo "sintomo" - la ricerca disperata di un uomo a qualsiasi costo - che si occupa questo libro. Il fenomeno è trasversale, colpisce le giovani e le cinquantenni, le belle e le brutte, le casalinghe e le manager. Si tratta di un disturbo che ricorda molto da vicino la bulimia: ciò che conta è mangiare, non importa cosa, non importa quanto. Nella bulimia sentimentale il meccanismo è identico: si vuole un uomo non per amore, per simpatia o per attrazione sessuale. Si vuole un uomo per convincersi di valere qualcosa, un uomo purché sia, per riempire antichi e profondissimi sensi di estraniazione e di vuoto.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Un uomo purché sia. Donne in attesa dell'amore 2018-11-09 10:52:22 Belmi
Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Belmi Opinione inserita da Belmi    09 Novembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Era un uomo che volevo

Gianna Schelotto oltre ad essere l’autrice di questo libro è anche una psicologa specializzata in terapia della coppia. Dal titolo si può ben capire l’argomento trattato ma per rendere l’idea uso le sue parole:

“Le donne che si raccontano in questo libro sono prigioniere degli inganni a se stesse e, “perversamente”, si condannano da sole alla compulsiva ripetizione di gesti sempre uguali… Si vuole un uomo non per amore, per simpatia o per attrazione sessuale, ma per convincersi di valere qualcosa. Un uomo dunque purché sia”.

Ho deciso di leggere questo libro perché incuriosita soprattutto dal titolo. Sono sette le storie raccontate, ognuna mostra come il problema è vissuto dalla protagonista, anche se alla fine il risultato è quasi sempre il solito. Quello che colpisce, è che tutte le protagoniste sono donne affermate, la cui ricerca affannata e direi disperata di un uomo mette a nudo il loro lato debole, spesso legato a un’infanzia difficile o comunque non vissuta bene.

L’autrice le definisce donne “girasole”, donne sempre alla continua ricerca di conferme che però alla fine si rovinano la vita.

Le storie vengono raccontate dalla protagoniste, tranne l’ultima in cui la voce narrante è un uomo che si è ritrovato con una donna “girasole” fra le mani. Alla fine di ogni storia c’è una parte in corsivo a cura dell’autrice, che mette in luce i dettagli “psicologici”.

Un libro interessante, che ti rende consapevole che di queste donne, almeno nel mio caso, ne hai incontrate diverse.

L’autrice conclude con una frase per me davvero azzeccata:

“Per uscire dal labirinto è necessario molto coraggio. Bisogna smettere di tendere trappole a se stesse”.

Buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri