Narrativa italiana Racconti Il muro dei muri
 

Il muro dei muri Il muro dei muri

Il muro dei muri

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Storie di ribellione e d'amore, di conflitti generazionali e di razzismo, di partenze e di attese. Protagonisti sono i germanesi, gli immigrati italiani in Germania dalla "vita capovolta, con i piedi al Nord e la testa al Sud", stranieri all'estero e a casa propria.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il muro dei muri 2013-03-11 17:31:34 charicla
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
charicla Opinione inserita da charicla    11 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'emigrazione secondo Carmine Abate

L’emigrazione è un tema ricorrente nelle opere di Carmine Abate, scrittore calabrese di origini arbreshe, classe 1954.
E questa sua raccolta di racconti ne è forse la massima espressione poiché i protagonisti delle varie storie si muovono quasi come degli automi all’interno di una realtà che però non sentono affatto propria. Essi infatti sono rifiutati ovunque: sia dalla propria terra che li ha prima partoriti e poi abbandonati perché non in grado di provvedere al loro sostentamento, sia da questa nuova terra che malvolentieri li ha accolti sin dal principio e che continua a rifiutare con spietata ostilità.
Tutti accomunati fra loro dal desiderio di rivalsa e dalla voglia di una prospettiva di vita ben diversa e tutti inevitabilmente ammalati da quella stessa subdola ed inguaribile malattia chiamata nostalgia. I racconti contenuti in questa raccolta sono un caleidoscopio di sentimenti vari che ipnotizzano letteralmente il lettore, si passa infatti dall’amore all’odio, dalla rabbia alla rassegnazione, dall’orgoglio alla sconfitta ma forse quel che più ferisce il lettore è quel preconcetto costante e avverso di razzismo verso lo straniero.
Alla fine del libro ci ritrova perciò con un senso di amarezza in bocca poiché ci si rende realmente conto che forse le cose non sono mai del tutto cambiate …

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri