Narrativa italiana Racconti Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi
 

Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi

Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

S'innamorano di una sagoma di cartone o di un pretoriano in miniatura, odiano i bambini pur portandoseli in grembo, lasciano una donna ma ne restano imprigionati, vomitano amore e rabbia, si tagliano, tradiscono, si ammalano. Sono alcuni dei personaggi del nuovo libro di Michela Murgia, un romanzo fatto di storie che si incastrano e in cui i protagonisti stanno attraversando un cambiamento radicale che costringe ciascuno di loro a forme inedite di sopravvivenza emotiva. "Una sera ti metti a tavola e la vita che conoscevi è finita." A volte a stravolgerla è un lutto, una ferita, un licenziamento, una malattia, la perdita di una certezza o di un amore, ma è sempre un mutamento d'orizzonte delle tue speranze che non lascia scampo. Attraversare quella linea di crisi mostra che spesso la migliore risposta a un disastro che non controlli è un disastro che controlli, perché sei stato tu a generarlo. In stato di grazia, Murgia scrive per tutti noi un libro estremamente originale che rimanda a una costellazione di altri grandi libri: Il crollo di Fitzgerald, Lo zen e il tiro con l'arco di Herrigel e L'anno del pensiero magico di Didion.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi 2023-09-14 09:16:25 cesare giardini
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    14 Settembre, 2023
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La traccia lasciata da Michela Murgia

Pur non essendo l’opera migliore di Michela Muria, la sua personalità emerge anche in questi dodici racconti esemplari: narrano di situazioni complesse, che sembrano completarsi l’una con l’altra e nelle quali i protagonisti vivono periodi di crisi e affrontano situazioni inattese o speciali della loro vita, cercando cambiamenti radicali o alternative al di fuori di consuetudini banali e già sperimentate.
Come quando, ad esempio, nel racconto “Tre ciotole” l’autrice trova una semplice soluzione ai suoi problemi di salute (nausea e vomito incoercibile): prepara tre ciotole, con riso, pollo e pesce bianco, verdure, attingendo a ciascuna di esse al bisogno e al di fuori di schemi fissi ed orari canonici. Decisioni che spezzano abitudini collaudate e che vanno prese con coraggio e con la determinazione di chi non vuole più saperne di schemi e preconcetti collaudati.
Anche nel racconto “Utero in affitto” la protagonista esce dagli schemi consueti. Afferma, molto coraggiosamente, di odiare i bambini, tutti indistintamente, “pezzi di bisogni infiniti, incapaci di fingere”. Vuole un figlio, con l’impianto, ma non un uomo: il figlio sarà di suo padre, che lo vuole, ma non della madre biologica, che si presta solo ad affittare l’utero. La procedura non sarà certo semplice, perché, afferma, “ viviamo in un paese infame, dove avere prole non è un diritto della persona ma solo della coppia”.
Ma il racconto più singolare ed enigmatico è “Cartone animato”, il più lungo, articolato in nove brevi sottocapitoli: la protagonista, delusa dalla monotonia di una vita sempre uguale, si innamora di una sagoma di cartone (raffigura Park Jimin, un cantante sudcoreano dal fascino fanciullesco), la porta a casa e, per timore di essere derisa, la chiude in un armadio. La sagoma sembra animarsi, lei si illude che così sia, ai suoi occhi rappresenta l’alternativa ad una vita di coppia stanca, fatta di finzioni e routine. La compagnia della sagoma rivitalizza la donna, la fa sentire meglio e la riconcilia con la vita.
Uscire dagli schemi consueti, rompere con la routine, vivere cambiamenti radicali per sopravvivere: è singolare che Michela Murgia, alla quale viene nel primo racconto (“Espressione intraducibile”) diagnosticato un tumore, conceda ai suoi personaggi orizzonti di speranze e stimoli a cambiare schemi di vita ed a cercare nuove emozioni. Da inguaribile ottimista, perché non può che essere considerata ottimista una che crede fermamente in un mondo migliore e più “giusto”, esprime nei racconti tutta la sua vitalità attraverso le emozioni dei personaggi ed il loro desiderio di nuove esperienze.
Ha difeso strenuamente elementari diritti civili fino a definire ed a farci comprendere il concetto di “famiglia queer”, nella quale i componenti non sono costretti a conformarsi alle norme di genere tradizionale, e di “figli d’anima”, i suoi quattro, così definiti perché Michela non aveva figli naturali.
Michela Murgia non c’è più: ha lasciato comunque una traccia che non sarà facile cancellare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altre opere di Michela Murgia.
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

A schiovere
Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi
Un buon posto in cui fermarsi
Finché divorzio non vi separi
La guerra privata di Samuele
Spizzichi e bocconi
La coscienza di Montalbano
Tre cene
Chiaroscuro
Angeli e carnefici
Sei casi al BarLume
A grandezza naturale
Il libro dei mostri
Le ragazze sono partite
Come una storia d'amore
Le piccole virtù