Narrativa italiana Racconti Il rosso e il nero
 

Il rosso e il nero Il rosso e il nero

Il rosso e il nero

Letteratura italiana

Autore

Editore

Casa editrice

Nel segno del rosso, sia esso sangue, corallo o pittura si dipanano vicende dal ritmo sincopato avvolte da strozzare il fiato. Vicende che molto parlano d’amore. Nel segno del nero si sviluppano racconti originali come una doppia elica di DNA, di lutti neri e salme composte in fragorosi smoking rossi, e poi di eroi dalla pelle nera, e di serate “noir” passate in fumosi bar dove spariscono emozioni e ricordi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il rosso e il nero 2012-07-08 06:54:20 Bruno Elpis
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    08 Luglio, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Il rosso e il nero" - AA. VV. - Commento di Bruno

“Il rosso e il nero” è una raccolta di racconti (sottotitolata “Antologia di racconti del XXI secolo”) edita da Diamond nell’ambito della collana “I dittici”: mi verrebbe da dire, parafrasando il nomen e la filosofia della casa editrice, un diamante da quattordici carati, tanti sono i racconti inclusi per rappresentare il cromatismo del rosso e del nero. Non fosse che la raccolta dei racconti è preceduta da un altro gioiello: l’introduzione di Angelo Favaro (“Rosso o Nero, l’informe sostanza del racconto nell’epoca dell’incertezza”) che attraversa il bi-cromatismo del rosso e del nero seguendo le nervature dell’arte, della letteratura e della filosofia. Con grande senso estetico, la prefazione indugia (cito solo alcuni dei numerosi spunti culturali e contenutistici) sulla figura di Julien Sorel, il protagonista de “Il Rosso e il Nero” di Stendhal, opera dalla quale l’antologia mutua soltanto il titolo, transitando su pagine di Fogazzaro, D’Annunzio e Pirandello e penetrando alcuni passaggi del pensiero di Wittgenstein. Senza mai dimenticare la valenza emotiva del contrasto visivo, ben rappresentata anche dalla copertina di Elisa Saltarelli.
I racconti selezionati appartengono tanto ad autori già apprezzati quanto a nuovi autori: tutti hanno fornito un’interpretazione personale del colore rosso (i primi sette) e nero (gli altri sette).
Così che le due tinte - tra i colori sicuramente le più definite e contrastanti - appaiano comunque in gradazioni sostanziali e allegoriche.
Il rosso del sangue (“Donarsi” di Giulio Laurenti), del ricordo (“La formica rossa del ricordo” di David Laurenzi), del demonio e anche di un dèmone (“Rosso vivo” di Claudio Marrucci), del corpo del reato: una cravatta rossa! (“Ciruzzo Croce” di Raffaele Abbate), di una colpa inesistente (“Il bambino che baciava tutti” di Alessandra Gaggioli), di un indumento che evoca un mondo sommerso (“La vestaglia rossa” di Lucia Brandoli), del dramma d'amore tra l'Uno e l'Altro (“Ci vediamo lunedì” di Simone di Matteo).
Il nero della notte (“Dittico della notte suicida” di Antonio Veneziani), della fotografia (“Nero declino” di Marco Cannizzaro), della maledizione del rock (“Indie rockers go to Hell” di Alessandro Altobello), del ritualismo che accompagna la fine di un amore composito (“Nausicaa” di Daniela Conti), del funerale (“Smoking” di Adriano Pugno), dell’Africa e delle contraddizioni del nostro mondo (“Hopeson” di Emanuele Tibaldo).
I racconti sono eterogenei, unificati e differenziati dal tema conduttore. Alla raccolta, nella sezione del “nero”, appartiene anche “L’orrendo spettacolo della stazione vuota” di …

… Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... "Il rosso e il nero" di Stendhal, a chi ama la narrativa contemporanea e a chi vuole sentire la voce di qualche nuovo autore.
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri