Narrativa italiana Racconti Residui solidi
 

Residui solidi Residui solidi

Residui solidi

Letteratura italiana

Editore



La presentazione e le recensioni di Residui solidi, opera di Walter Tripi pubblicata da Edizioni della Meridiana. Tredici racconti e non racconti, tra evocazioni e sprazzi di vite impossibili trasportate dal peso del tempo, dell'amore, dell'abbandono, del ricordo. Scritti tra il 2010 e il 2012, questi frammenti narrano (e non narrano) di uomini e donne in bilico tra la follia e la realtà, sospesi tra la gioia di quello che potrebbe essere e il tormento di quel che non è stato. Tanto sospesi da perdersi o da esistere a mala pena, portati a fondo o lasciati galleggiare fino a costruire un mondo nuovo, ognuno legato al proprio residuo di solidità in mezzo al fluire liquido di emozioni e relazioni tutto intorno. Il mondo di quel che resta, di quel che non potrà andare via perché è stato ormai vissuto e pertanto si è fuso in modo indissolubile con gli occhi e con la mente: che sia l'enormità di un attimo o la potenza di una vita intera, ognuno di questi personaggi si troverà a dover raccogliere i propri "mille pezzetti cercandoli fra colori e parole inesistenti, lontane anni luce da occhi indiscreti, nascosto alle esequie della propria solitudine".

Recensione della Redazione QLibri

 
Residui solidi 2013-11-12 19:32:35 antonelladimartino
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
2.0
antonelladimartino Opinione inserita da antonelladimartino    12 Novembre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

SCONFITTE SOLITARIE, MIRACOLATE DAL RICORDO

Nei primi mesi della nostra vita percepiamo, amiamo ed esploriamo senza usare le parole. Impariamo presto a dare un nome alle nostre esperienze: le parole stesse sono indispensabili per costruire un mondo riconoscibile e a misura umana, che sia in grado di includere l’esistenza degli altri e dell’altro. Ma rimane, comunque, il ricordo implicito dei tempi in cui la parola non c’era. E insieme al ricordo rimangono, esili ma tenaci, spazi e dimensioni che la parola riesce soltanto a sfiorare.

Se non possiamo raccontare, o possiamo raccontare poco, la parola deve allargarsi a richiamare e ricamare, per girare intorno a ciò che non è stato ma poteva essere, a ciò che è stato ma non si può dire, a ciò che forse non è reale o forse lo è troppo per i nostri sguardi limitati.

Il racconto a volte è presente anche in quest’opera “in bilico tra follia e realtà”. La vita e la morte si fanno strada a poco a poco, sempre sotto un velo tenue: storie dai contorni molto forti, violenti; storie che non seguono la linea abusata del tempo. Altre volte la traccia temporale si annulla, lasciando spazio ad altri tipi di strutture, che stimolano memorie, sinestesie, echi di significato: residui solidi di ciò che solido non è.

Non si leggono d’un fiato, le parole di questo librino. Si gustano a poco a poco, come un liquore molto forte. Distillato per gli intenditori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"racconti e non racconti, tra evocazioni e sprazzi di vite impossibili".
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri