Io, però Io, però

Io, però

Letteratura italiana

Editore


Quando Margherita raggiunge Roma, partita dalla sua provincia, bella giovane e ancora un po’ troppo ingenua, si ritrova a posare per un fotografo conosciuto per caso; non avrebbe mai immaginato prima che quegli scatti fotografici avrebbero smosso in lei eccitamenti e piaceri irrefrenabili da condurla fino a degli estremi insospettabili.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Io, però 2013-10-14 11:38:13 Amarilli73
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    14 Ottobre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

un erotico inconsueto

Se cercate un erotico “diverso”, potreste rimanerne sorpresi.
Piccolo libro molto inconsueto, sia per la struttura (24 brevi capitoli, quasi istantanee nella vita di Margherita, senza che ci sia una vera trama), sia per la particolarità del linguaggio.

Rosa Santoro usa un immaginario/vocabolario corposo, fiorito, quasi una prosa poetica, che passa dalla crudezza e dall’insistenza su certi dettagli scabrosi, naturalmente sgradevoli (i gesti, la puzza, i sapori cattivi, gli umori e il sudore - tutti protagonisti, senza filtri e senza sfumature) a inattesi momenti amari-intimi-tristi e sorprendentemente lirici (“E’ sventata, sembra una meretrice dai vestiti leggeri e da mille carezze d’immaturi ragazzini.”)

E poi la protagonista, il mistero-Margherita che non scioglie il dubbio in chi legge le sue avventure/sfide sessuali: è solo una terribile ingenua o al tempo stesso una fortunata incosciente/innocente con un’inarrestabile voglia di sperimentare?
Margherita è una donna che accoglie con disinvoltura (e una certa gratificazione personale) partner casuali, ma anche il ménage à trois (anzi a quattro), e che accetta con naturalezza di farsi “torturare la magnolia”. La sua è una ricerca costante, un’ esplorazione per capire cosa vuole e cosa la rende felice. Poi scrive le sue riflessioni, le sue frustrazioni, quasi appunti di un diario del corpo e dell’anima su pezzi di carta improvvisati.
Attorno a lei, o forse all’ombra di lei, si muovono maschi mollicci, a volte teneri, a volte crudeli, a volte impotenti, ma tutti con la voglia di prendere da lei più che possono, immersi in un delirio del suo corpo, che da pericolosa venerazione può facilmente trasformarsi in una sorta di dominazione di un territorio proprio.

Fino all’epilogo, assolutamente imprevisto, che la trasforma in una delle tante vittime anonime dell’amore di cui conservare comunque memoria.
Perché tutti questi uomini, in fin dei conti, hanno cenato con il suo corpo di donna e nessuno si è veramente preoccupato di non consumarla del tutto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per il linguaggio e i contenuti lo consiglierei solo a lettori adulti

"Era una biglia che camminava nel cielo distratto da nuvole e stelle ubriache”
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
Io, però 2013-06-16 15:28:11 Pupottina
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    16 Giugno, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Margherita in "Io, però ..."

Intrigante, sensuale, peccaminoso. Nella trama.
Semplice, ammiccante e senza mezzi termini. Nel lessico.
Fluidamente scorrevole. Nello stile.
Il breve romanzo erotico “Io, però” di Rosa Santoro è uno scritto seducente che ha come protagonista Margherita, una ragazza di provincia ingenua, che, giunta in città, si lascia travolgere dal potere della passione.
Consigliato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi erotici
Trovi utile questa opinione? 
51
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Io e Mr Wilder
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il club Montecristo
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La città di vapore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La donna gelata
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro delle case
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piranesi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il gioco delle ultime volte
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il silenzio
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Senza colpa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orfeo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rabbia semplice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sembrava bellezza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)