Narrativa italiana Romanzi storici Archimede. Il matematico che sfidò Roma
 

Archimede. Il matematico che sfidò Roma Archimede. Il matematico che sfidò Roma

Archimede. Il matematico che sfidò Roma

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Nel III secolo a.C. il Mediterraneo è lo scenario dello scontro tra le "grandi potenze" dell'epoca: Roma e Cartagine. In mezzo, chiave strategica per la vittoria, la Sicilia, con la sua polis più fiorente, Siracusa. Occupata da Roma dopo la Prima guerra punica, la città si è ribellata ai conquistatori e si è alleata con Annibale. A capo di poderose legioni e di una nutrita flotta, il console Marco Claudio Marcello si lancia alla riconquista di Siracusa, certo di ridurla alla resa in pochi giorni. Ma si sbaglia. A dargli filo da torcere è un anziano cittadino siracusano, un vecchio canuto con la mente persa in mondi tutti suoi: Archimede, uno dei più grandi geni mai esistiti. Matematico, fisico, ingegnere, nonostante l'età avanzata ideò e costruì un gran numero di sorprendenti macchine da guerra, che per oltre due anni, dal 214 al 212 a.C., riuscirono a fermare l'assedio romano. Ma il talento di quell'uomo straordinario è in grado di fermare la forza bellica dell'Urbe in piena ascesa? A raccontarci la vicenda umana e intellettuale di Archimede – e insieme l'epopea della sua città in un momento cruciale della storia del Mediterraneo – è Dinostrato, schiavo e discepolo del Maestro, che gli sarà fedele fino alla morte.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Archimede. Il matematico che sfidò Roma 2021-11-21 16:44:14 silvia71
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    21 Novembre, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cercando Archimede

Se ci mettiamo alla ricerca di un approfondimento sulla vita e le gesta dell’esimio Archimede, in realtà scopriremo che le notizie certe tramandateci sono esigue e poco attendibili a seguito di manipolazioni e mistificazioni.
Archimede vive a Siracusa a metà al III secolo a.c. e durante l’assedio romano con le proprie abilità nel campo della meccanica diventa una risorsa indispensabile di re Gerone per resistere agli attacchi messi in atto dai generali di Roma le cui mire espansionistiche impongono loro di dominare la Sicilia e il mar Mediterraneo.

Taluna aneddotica ce lo rappresenta come uomo solo, dedito unicamente agli studi e alla sperimentazione nel campo della geometria, matematica, ottica, astronomia; studi sfociati in scoperte e principi che gli hanno conferito una fama immortale.
Partendo dalle poche certezze fornite delle fonti storiche in merito alla collocazione spazio temporale, lo scritto di Francesco Grasso propone una ricostruzione romanzata dell’ultimo periodo vissuto dal matematico, diviso tra passione per la ricerca e la messa in atto delle proprie invenzioni tecniche e l’insegnamento a qualche nuovo discepolo volenteroso di apprendere. La voce narrante è affidata ad uno di questi ultimi giovani che ha affiancato il siracusano nelle giornate dedicate agli esperimenti, alle costruzioni di marchingegni ma che ne ha conosciuto anche le relazioni complesse con l’entourage del re e da ultimo con i familiari.

Il lavoro pecca di sostanza e soffrendo della vacuità documentale non riesce a sopperire ad essa con una nutrita ricostruzione che affondi a piene mani nel contesto storico, sociale e politico.
La proposta editoriale si presta ad un segmento di pubblico di giovanissimi da far avvicinare alla Storia in maniera leggera sia per contenuto sia per stile e linguaggio.
Lettura non adatta a chi ricerca profondità di contenuto in stretta relazione con l’utilizzo di una soddisfacente bibliografia.

Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mastro Geppetto
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La sconosciuta della Senna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri