Narrativa straniera Fantasy Alice in Zombieland
 

Alice in Zombieland Alice in Zombieland

Alice in Zombieland

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Non avrò pace finché non avrò rispedito nella tomba tutti i morti che camminano. Per sempre. Se qualcuno mi avesse detto che la mia vita sarebbe cambiata in un momento, sarei scoppiata a ridere. E invece è proprio quello che è accaduto. Un attimo, un secondo, il tempo di un respiro, e tutto ciò che amavo è sparito. Mi chiamo Alice Bell, e la notte del mio sedicesimo compleanno ho perso la madre che adoravo, la mia sorellina e il padre che non ho mai capito finché non è stato troppo tardi. Quella notte ho scoperto che lui aveva ragione: i mostri esistono veramente. Gli zombie mi hanno portato via tutto. E adesso non mi resta che la vendetta... Per realizzare i suoi propositi, Alice dovrà imparare a combattere contro i non-morti e fidarsi del peggiore dei cattivi ragazzi della scuola, Cole Holland. Ma lui nasconde dei segreti. E quei segreti potrebbero rivelarsi persino più pericolosi degli zombie.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.6  (5)
Contenuto 
 
3.8  (5)
Piacevolezza 
 
4.2  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Alice in Zombieland 2015-04-16 13:06:58 JuliettaFlabber
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
JuliettaFlabber Opinione inserita da JuliettaFlabber    16 Aprile, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

AMORE, TERRORE E VENDETTA.

Questo libro dovrebbe presentarsi come la rivisitazione moderna e horror della famosissima fiaba, “ Alice nel paese delle meraviglie” scritta da Lewis Carroll nel 1865. Ma a parer mio non è così. I punti in comune sono pochi. Oltre al nome della protagonista e qualche dettaglio non ho trovato grossissime analogie tra i due racconti.

La protagonista di questo e di tutti il libri della trilogia The White Rabbit Cronichles è Alice Bell, per tutti Aly la cui vita è completamente cambiata dopo “l’incidente” mortale che ha distrutto tutta la sua famiglia.
La mamma, il papà e la sorellina Emma sono morti in un incidente d’auto. Causato dallo sbandamento del mezzo, dopo l’attacco improvviso da parte di un'orda famelica di spiriti malingni e assetati di sangue. Solo Ali è sopravvissuta all'attacco dei mostri. Gli stessi mostri di cui il padre le parlava di continuo. Gli stessi mostri a cui lei non aveva creduto. Gli stessi mostri che da quel momento diventano la sua terribile ossessione.

I mostri verranno presto ribattezzati Zombie. Queste orribili creature sono le stesse che per anni hanno ossessionato la vita del padre di Aly. Il padre che Aly e Emma non avevano mai compreso, con le sue manie e la sua pazzia. Ma adesso, dopo aver visto con i propri occhi l’orrore e la distruzione che causano anche Alice ha la certezza che gli zombie esistono e popolano la notte sulla terra.
Ma lei, al contrario del padre deciderà di non nascondersi, ma di combatterli. Infatti, subito dopo la dimissione dall’ospedale Aly si trasferirà dai nonni materni e comincerà a fare ricerche su quelle strane creature demoniache, entrerà in nuova scuola dove condividerà strane visioni spesso molto hot, con il bad boy dell’istituto. Il ragazzo in questione è Cole Holland. Il giovane che a primo impatto nessun genitore o tutore vorrebbe per la propria figlia. Infatti il Sig.no Cole ad appena sedici anni ha già una pessima reputazione, una fedina penale discutibile e pessimi voti a scuola. Ma i due ragazzi hanno molte cose in comune, e dopo un inizio turbolento si scoprono sempre più vicini, indispensabili l’uno per l’altra ma soprattutto indispensabili per la caccia a gli Zobie.

Comincia con questi presupposti un bel romanzo horror, oscuro, dinamico e romantico. (Perché una punta di romance non guasta mai!)
Aly si merita il premio come miglior protagonista degli ultimi tempi. Tenace, coraggiosa e spiritosissima. Ha sempre una battuta pronta e non ha paura di apparire “pazza” pur di vendicare la propria famiglia. Cole è un gran bad boy, è bellissimo, premuroso e protettivo nei confronti di Aly e di tutto il gruppo e sin dalle prime battute si è aggiudicato un posto d’onore tra i miei book boyfriends preferiti.

Scritto in maniera semplice e scorrevole. L’autrice, Gena Showalter ha creato una storia divertente e originale. Non si è risparmiata nei colpi di scena e non ci sono mai stati momenti morti. La lettura è fluida e mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine. Ho immediatamente comprato in formato digitale il secondo libro della trilogia, “Zombie allo specchio” che sarà quasi sicuramente la mia prossima lettura.

Lo consiglio ad un pubblico giovane, alla ricerca di qualcosa di nuovo, un pochino macabro ma alternativo ai vampiri che da qualche tempo infestano le nostre librerie.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Alice in Zombieland 2013-07-06 10:16:15 Iry
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Iry Opinione inserita da Iry    06 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Déjà vu

Questo libro è stato un mix. Un mix di altri libri, un mix di pensieri e piacevolezza. Alice in zombieland mi ha ricordato Twilight e Shadowhunters uniti. Vi chiederete perché? Non dovrebbe farti piacere? Ahimè, no. Non mi fa piacere! Quando rammento altre storie, mi viene da rivalutare la storia in se. Infatti, questo, è il motivo per cui non darò un voto pieno, anche se il libro mi è piaciuto. Mi hanno descritto questo libro in tutti i modi possibili e io, concordo solo con pochi (Come sempre non riesco a trattenere le critiche!). E' un salvataggio in corner, la storia si è salvata per merito degli zombie. Zombie, che mi hanno sorpresa e affascinata, che hanno dato il suo perché a questo romanzo. Il personaggio di Alice è sicuramente il mio preferito, così vero e ironico. Cole è il solito personaggio maschile inserito nei libri.. (Ahh, quanto vorrei a volte un po' di differenza in questo!) Prepotente, premuroso e ovviamente sexy. La narrazione è abbastanza scorrevole, anche se mi sono trovata di fronte a narrazioni più fluide. I colpi di scena sicuramente non mancano, danno forma al libro però, quei troppi Déjà vu, l'hanno un po' penalizzato. Comunque una storia adrenalinica, in cui è certamente piacevole avventurarsi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...

Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Alice in Zombieland 2013-05-26 21:01:56 piccicuia
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    26 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I PROBLEMI DELLA XENA MODERNA? ZOMBIE!

Qualcuno di voi ha mai sognato a occhi aperti?
Beh per Alice (alias Xena, l'invincibile principessa guerriera, secondo me) è all'ordine del giorno, perché non appena incrocia (la prima volta al giorno) lo sguardo violetto di Cole sarebbe un Puf! o Ohhhh! ma anche un semplice Smach.
Insomma ha una visione.
Il che -visto che sono visioni un po' piccanti per qualcuno che non si conosce neppure e di cui non si sa neanche il nome- sembra siano visioni del futuro...
Ma secondo me, Alice ci sperava eccome di avverarle nel futuro. Magari neppure troppo lontano...

Ma ahimè la guerra contro gli zombie incombe e saranno pochi gli “strusciamenti” (si può dire?) tra i due protagonisti (Questo particolare l'ho trovato molto gradevole, perchè ricordiamo di non voler dare modo agli adolescenti di metter ancora in cattiva luce, il sesso. Anzi, Alice parlerà per giunta di sesso dopo il matrimonio!). Dopo la morte della sua famiglia, Alice entrerà in un mondo che prima conosceva solo teoricamente presso la “pazzia” di suo padre: il mondo degli zombie!
Una volta però, che andrà nella stessa scuola di Cole e della sua truppa, non potrà fare a meno di parteciparne...
La suddetta truppa è composta da ragazzoni forti e determinati. Molto cocciuti. Quasi quanto Alice stessa:
“Non avevo intenzione di saltare quando lui diceva salta. Ero più propensa a mostrargli il dito
medio.”

Ebbene sì, la nostra protagonista ha carattere da vendere. La sua migliore amica le tiene testa. Il suo ragazzo ha gli occhi viola. E il suo paese è popolato da mostri che hanno ucciso i suoi stessi genitori.
Cosa farà allora Alice?
Piangerà per il resto della sua vita o prenderà in mano le redini del suo destino?

Alice in Zombieland è un libro di fantascienza assolutamente per ragazzi. Il linguaggio è proprio moderno, fatto appositamente per loro, tanto è che troverete messaggini via mail o cellulare, con abbreviazioni assurde. (Del tipo TT BN? Ma Cristo, ti prego! Queste cose almeno non nei libri!!!)
II carattere dei personaggi sono ben delineati e non manca neppure il colpo di scena finale. Lo stile ovviamente non è complesso e la storia è davvero scorrevole.
Anche se a volte la fantascienza mi sembrava lasciasse il posto alla deficienza, il tutto mi è parso piuttosto elaborato.
(ATTENZIONE, non so se ci sia un seguito)
Tranne che alcuni sprazzi del libro. Messi qua e là, forse a casaccio? Perchè infondo, non si spiegano perchè questi “sprazzi” ci siano o a cosa servano!
SPOILER:
Ad esempio: di chi cavolo è alla fine il diario? Wreth (un'amica) sarà felice assieme a B? E alla fine Justin fa parte dei cattivi o dei buoni?

Mah!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Alice in Zombieland 2013-03-06 22:34:22 Lady Aileen
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    07 Marzo, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Alice nel paese degli zombie

Non preoccupatevi, non si tratta di Alice nel paese delle meraviglie versione Zombie (anche se c'è qualche debole richiamo) ma il primo volume di una nuova serie per adolescenti che mescola romance, paranormale, horror e azione condito con un pizzico di sana ironia che non guasta mai.
La protagonista è Alice (le vicende sono raccontata in prima persona ed è l'unico punto di vista), un'adolescente che a causa di un terribile incidente d'auto perde tutta la sua famiglia nel giro di una notte, da quel momento è costretta a vivere dai nonni, a cambiare perfino scuola, e come se non bastasse comincia ad avere strane visioni e a vedere creature che non dovrebbero esistere. Aggiungiamo la strana attrazione verso il bel Cole Hollande il ragazzo più pericoloso della scuola, capo di una banda di "teppisti" e alquanto misterioso. Preparatevi ad una protagonista femminile forte, determinata e coraggiosa.
Il libro mi è piaciuto ma non ne dubitavo considerato che avevo letto altri libri di quest'autrice, devo però fare un piccolo appunto, Alice e i suoi amici potrebbero passare tranquillamente per adulti (tolti i chiari riferimenti adolescenziali) per cui se i lettori non più adolescenti decidessero di dare una possibilità a questo libro non se ne pentiranno.
Lo stile è scorrevole e semplice, ben scritto e la trama è senza dubbio avvincente, tanto che senza renderci conto siamo già giunti alla fine del libro.
Ammetto che gli zombie non sono esattamente le creature più affascinanti da trovare in un libro ma l'autrice è riuscita a creare una visione al riguardo davvero originale.
Non mancherà qualche colpo di scena, vivide e dettagliate descrizioni dei combattimenti e naturalmente l'immancabile risvolto romantico, che ha senza dubbio ha il suo peso, ma non domina completamente la scena.
Naturalmente trattandosi del primo volume di una serie, anche se il finale non lascia l'amaro in bocca, molte domande restano ancora senza risposta per cui non ci resta che aspettare la pubblicazione del secondo capitolo di questa appassionante storia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Alice in Zombieland 2013-02-16 11:54:34 AzureStrawberry
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
AzureStrawberry Opinione inserita da AzureStrawberry    16 Febbraio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

…non credevo ma...

Bè, che dire…Alice in Zombieland è stato una rivelazione. Non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto così tanto.
Sebbene, come ben sappiamo, Gena Showalter sia ormai specializzata in urban fantasy per adulti dal deciso sfondo erotico (vedi serie dei I Signori degli Inferi/Lord of the Underwolrd e la sua ultima nuova creatura, Sedotta da un angelo, della serie Angels of the Dark -che comunque fa sempre parte della precedente serie), questo suo primo approccio al mondo dello young adult (ragazzi) è veramente ben riuscito. Indubbie le sue capacità e inventiva, ci apre un nuovo mondo che, seppur ricalchi in maniera forse non troppo originale alcuni canoni del genere (=la scuola, l’elite di ragazzi, ecc..)… parlando di ragazzi di 16/17 anni non è che ci si possa poi fare molto, no? … è riuscita comunque a creare un prodotto fresco ed originale, con quegli elementi fantastici ripresi da Alice nel Paese delle Meraviglie che sono un vero tocco da maestro (maestra in questo caso).

La vita di Alice Bell non è mai stata normale e si avvia ad esserlo sempre meno.
Fin da piccola il padre, che lei ormai vede come paranoico/pazzo/ubriacone, le ha inculcato il terrore del buio… perché nel buio ci sono mostri che vogliono mangiarti.
Buffo no? Quello che solitamente è un espediente per tenere a bada ogni bambino dall’alba dei tempi, per Alice è la quotidianità…una realtà che non comprende ma a cui è costretta ad ubbidire. Proibite tutte le attività che la possono tenere fuori casa oltre il tramonto: campeggi, feste, pigiama party, spettacoli scolastici. Qualsiasi cosa.
La sua vita è la più triste, noiosa e solitaria a memoria di adolescente.
L’unico spiraglio di luce: l’adorata sorellina Emma. Vivace, intelligente…l’unica che le avrebbe potuto far commettere l’errore più grosso della sua vita: spingere la famiglia ad uscire di casa dopo il tramonto.
Da quel momento la vita di Alice prende una piega dolorosa e definitiva. Tutto ciò che aveva sempre creduto fosse una completa pazzia ora le stà di fronte, più reale che mai. Ma Alice è sola, l’unica rimasta a combattere ciò che ancora non capisce completamente, in cerca di vendetta per i suoi cari. Piena di dolore e senso di colpa per non aver creduto.
O forse non è poi così sola.
Il trasferimento a casa dei nonni materni le apre nuove prospettive: la nuova scuola, i nuovi compagni, nuove informazioni le sveleranno una dopo l’altra un mondo nuovo e sconosciuto.
E forse troverà qualcuno disposto a combattere con lei.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
urban fantasy young adults (ragazzi)
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Mare di pietra
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La corona di fuoco
Fable
La lama dell'assassina
The Falconer. La trilogia
Tredici lame
La moglie del califfo
Redemptor
Il regno delle ceneri. I libri di Ambha
Arianna
La dea in fiamme
Shorefall
Se Mefistofele sbaglia Faust
Half Lost
The witch's heart. La leggenda di Angrboda
La repubblica del drago
L'ultima missione di Gwendy