Narrativa straniera Letteratura rosa La bottega dei cuori golosi
 

La bottega dei cuori golosi La bottega dei cuori golosi

La bottega dei cuori golosi

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di La bottega dei cuori golosi, romanzo di Jenny Colgan edito da Piemme. Meglio cercare l'ennesimo impiego precario a Londra, o ereditare un negozio di caramelle in uno sperduto paesino di campagna? Rosie, 31 anni, ragazza di città fino al midollo, sembrerebbe non avere dubbi. E se accetta di trasferirsi per qualche giorno nel Derbyshire è solo per prendersi cura della vecchia zia Lilian: trovarle una buona casa di riposo e decidere cosa fare della bottega che l'anziana parente gestisce da una vita. Eppure, quel luogo dimenticato da Starbucks ha in serbo sorprese e incontri inaspettati: golosa impenitente, Rosie resterà affascinata dal negozio un po' retro, dietro i cui grossi vasi pieni di bonbon e liquirizie si nasconde ben più di un segreto. E scoprirà che, nonostante l'aria burbera e la lingua tagliente, Lilian ha molto da insegnarle. Per esempio, che a ogni grande amore è indissolubilmente legato un sapore speciale, e che forse per Rosie è giunto il momento di trovare il suo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La bottega dei cuori golosi 2014-04-18 18:56:50 GLICINE
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    18 Aprile, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA VITA E' COME UN SACCHETTO DI CONFETTI ASSORTITI


Gradevole romanzo, da assaporare nei rari momenti di relax che ci possiamo regalare.
Mentre leggevo, nella mia mente apparivano vivide le immagini della campagna inglese, i colori accesi dei dolciumi di una volta, gli odori dei fiori, dell’aria pulita e frizzante dopo un temporale, dello zucchero filato, delle gelatine alla frutta, della liquirizia….
Insomma, un tripudio di sensazioni dolci per i miei sensi.
L’autrice dichiara: “Questo romanzo è un modo per incanalare la mia passione. E’ un omaggio al negozio di caramelle della mia infanzia.”
La scrittura è semplice e fluida, la storia alterna due spazi temporali: il presente, ed il tempo che racchiude gli anni prima e durante il secondo conflitto mondiale; protagoniste sono la giovane Rosie,e la vecchia zia Lilian.
Inizialmente, la storia parte in sordina, siamo a Londra, Rosie convive con Gerard, lavora come infermiera ausiliaria attraverso un’agenzia di collocamento, e si lascia vivere. La routine di coppia non la convince pienamente, ma è come se Rosie non pensi di meritare nulla di più di ciò che ha. La tonalità di colore che rappresenta questa parte della vita della giovane donna, è il grigio e le sue sfumature….. Il grigio del cemento della città, il grigio della quotidianità di Rosie e della rassegnazione emotiva.
Poi, quando la madre le chiede il grande favore di trasferirsi per breve tempo a casa della vecchia zia, non più in perfetta salute ,per “sistemare” le cose, ossia, vendere il vecchio negozio di dolciumi e trovare una casa di riposo per Lilian, Rosie accetta senza pensarci due volte.
Da qui, riga dopo riga, cominciano a spuntare piccole tonalità di colore, dapprima molto tenui e poi sempre più decise, che riempiono la mente del lettore.
“……………..Aspettare la vita non le bastava più.”
Bellissima questa frase.
La storia prosegue narrando la vita di Rosie nel piccolo paesino dove abita con Lilian, l’alternarsi delle stagioni, il conoscere tutti gli abitanti, l’aiutarsi a vicenda, il detestarsi anche, sono tutte sensazioni nuove che si trova a provare la giovane, nondimeno, il riaprire il negozio di caramelle e dolcetti vari che Lilian non era più in grado di gestire. Il lieto fine è assicurato, lo consiglio a chi desidera passare momenti di svago e serenità con un pizzico di acquolina in bocca.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'erede misterioso
Il bacio. The winner's kiss
La leggenda di Loreley
Frederica
Un regalo per Miss Violet
Amo la mia vita
La metà del cuore
Appuntamento dove il cielo è più blu
Una sirena a Parigi
La casa sul fiume
Tutta colpa di Mr Darcy
Il diario segreto di Lizzie Bennet
La ragazza del sole
Ti regalo le stelle
L'opale perduto
Maledetta felicità