La rosa e l'anello La rosa e l'anello

La rosa e l'anello

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Durante il soggiorno in Italia del 1854, le figlie di Thackeray lo convincono a ritrarre i personaggi per la festa della Dodicesima Notte, che fu organizzata per i bambini della colonia inglese stabilita a Roma. Thackeray utilizza i personaggi creati per scrivere una storia di Natale, in cui ritrae le bizzarre avventure di alcuni protagonisti reali, che animano la scena con i loro intrighi sentimentali. Gli eventi ruotano attorno al personaggio della Fata Bacchettanera, così chiamata in ragione del bastone nero sul quale viaggia passando da un regno all'altro, concedendo i suoi favori ai principi che incontra di volta in volta.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.1
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La rosa e l'anello 2022-12-07 00:18:43 Laura V.
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Laura V. Opinione inserita da Laura V.    07 Dicembre, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

C'era una volta...

Come scrive Elda Bossi, traduttrice dell’opera per questa bella collana della Giunti uscita in prima edizione nell’ormai lontano 1984, “La rosa e l’anello” è un libro per lettori d’ogni età.
“Una novella per grandi e per piccini da raccontare accanto al fuoco la notte di Natale”, recita non a caso una sorta di brevissima premessa; considerando il clima natalizio già imperante, perché non concedersi tale lettura?
Pubblicato nel 1855, “The rose and the ring” è uno dei tanti titoli che nell’arco di circa due decenni diede alle stampe William Makepeace Thackeray (1811-1863), scrittore britannico dell’epoca vittoriana che nacque in un sobborgo di Calcutta da cui fece ritorno in Inghilterra quand’era ancora bambino. La sua attività letteraria, affiancata a quelle di giornalista e caricaturista, fu pervasa da una vena satirica che ci mise un po’ di tempo prima d’incontrare il consenso dei lettori; tra le sue opere più note, “Le memorie di Barry Lyndon” (1844) e “La fiera delle vanità” (1846-48).
“La rosa e l’anello”, che non sembra in verità avere la stessa brevità di una novella (e infatti consta di ventidue capitoli) né un intreccio narrativo minimale, è impreziosita (per lo meno in questa edizione della Giunti) da alcuni disegni originali dell’autore. La vicenda conduce il lettore dentro un testo dal sapore chiaramente fiabesco, per le antiche strade e i sontuosi palazzi dei paesi di Paflagonia e Crim Tartaria, reami dove s’incontrano teste coronate e vili usurpatori di troni, nonché tutta una serie di personaggi (buoni e cattivi) ben tratteggiati, alcuni dei quali persino molto buffi, che animano una trama particolarmente ricca di avvenimenti e retroscena con cui il lettore dovrà da subito fare i conti. In queste pagine, ovviamente, non poteva mancare la presenza dell’elemento fantastico che si presenta attraverso la misteriosa quanto affascinante figura di Bacchettanera, fata “di gran scienza” domiciliata tra i due regni sopraccitati; la rosa e l’anello da lei donati a due sue nobili figliocce faranno la propria parte nel corso della narrazione, dando, a ragione, il titolo all’opera. Come da miglior tradizione, nonostante la malvagità, l’avidità e gli imbrogli da parte di qualcuno, verità e giustizia infine trionferanno, e l’amore pure.
Nel complesso, una piacevole lettura, forse non straordinaria né memorabile, ma comunque simpatica e di certo assolutamente diversa da quelle solite, in grado di far riscoprire e apprezzare – soprattutto ai lettori non più giovanissimi – il valore e l’incanto senza tempo della fantasia.

Inoltre, grazie a questo volume ho potuto scoprire Elda Bossi (1901-1996), traduttrice, poetessa e autrice particolarmente versatile e prolifica del Novecento italiano della quale oggi, purtroppo, non si sente più parlare. La sua traduzione di quest’opera di Thackeray, risalente al secondo dopoguerra, appare molto scorrevole e vivace; per approfondire: https://it.wikipedia.org/wiki/Elda_Bossi

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
La rosa e l'anello 2012-02-09 21:41:47 Nadiezda
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Nadiezda Opinione inserita da Nadiezda    09 Febbraio, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Magia, amore, intrighi tutto in un romanzo

Ecco qui un altro romanzo per ragazzi. È stato scritto da William Makepeace Thackeray e pubblicato nel Natale del 1854.

È un libro che critica in maniera ironica e non offensiva gli atteggiamenti della monarchia sfidando i loro ideali di bellezza ed unione.

Tutto si svolge in due cittadine dai nomi fantasiosi, bizzarri e chiaramente inventati: Paflagonia e Crim Tartary.
In questi pittoreschi paesini solamente i buoni hanno il trono assicurato mentre ai cattivi viene dato un meritato castigo.
Tutta la storia si svolge intorno alle vite di quattro giovani cugini: le principesse Angelica e Rosalba ed i principi Bulbo e Giglio.

A questo punto vi domanderete, ma la “Rosa” e l’”Anello” cosa centrano?
Questi due preziosi oggetti custodiscono dei poteri magici sbalorditivi, uno ha il potere di far diventare i più belli del reame, mentre l’altra fa innamorare.

Un racconto pieno di intrighi, una storia frizzante e simpatica adatta non solo ai più piccoli, ma anche ai grandi che ogni tanto si sentono ancora un po’ bambini.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Narrativa per ragazzi
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La montagna di libri più alta del mondo
Neverworld
Cenerentola libera tutti
Blackbird. I colori del cielo
La notte dei desideri
Thornhill
L'Ickabog
Corri ragazzo, corri
John della notte
Il cane che aveva perso il suo padrone
Ogni prima volta
Lucas. Una storia di amore e odio
Ballata dell'usignolo e del serpente. Hunger Games
Magisterium. La torre d'oro
Mentre noi restiamo qui
A un metro da te