Chaos. La guerra Chaos. La guerra

Chaos. La guerra

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La guerra per il dominio di Mondo Nuovo è iniziata. Mentre le milizie del Presidente avanzano contro i dissidenti dell'Assalto, un terzo esercito marcia lungo la collina. È l'armata degli Spackle, la specie indigena, piegata da anni di schiavitù. Le loro armi riducono gli uomini in cenere, ma è nei loro occhi che brucia il fuoco più pericoloso: non la sete di potere, non la brama di conquista, ma il coraggio della ribellione. E sopra le macerie di un mondo che doveva essere la salvezza, tra assedi, esplosioni e agguati, dal cielo giunge il convoglio che porta i nuovi coloni, uomini che desiderano vivere in pace. Ma qual è il prezzo della pace? Todd e Viola sono disposti a sacrificare persino se stessi per il sogno di un nuovo inizio, e vivono il conflitto da due opposte fazioni: quella del sindaco Prentiss, capace di dominare le menti delle persone, e quella di Maestra Coyle, la guaritrice rivoluzionaria senza scrupoli. La conclusione di una trilogia memorabile, un magnifico affresco sulla libertà di scelta e sulla forza dell'innocenza contro la seduzione del potere.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Chaos. La guerra 2023-07-10 07:14:38 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    10 Luglio, 2023
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Getta a terra quei punti di sospensione, Patrick!

Dopo un primo capitolo promettente ed un secondo ancor più promettente, sono approdata alla conclusione di Chaos Walking aspettandomi una lettura valida, ma sempre con il timore di venire delusa da come Ness avrebbe deciso di terminare la serie. Pur non liberandosi mai del tutto dai difetti che hanno caratterizzato questa trilogia, penso che "Chaos. La guerra" abbia saputo mettere dignitosamente la parola fine alla storia di Todd Hewitt. Magari non proprio la parola fine, ma andiamo per gradi.

Come nello stacco tra i primi due libri, la narrazione si ricollega direttamente all'epilogo di "Chaos. Il nemico", con le tre fazioni pronte ad entrare in guerra ed il ricognitore dei nuovi coloni appena atterrato su Mondo Nuovo con un arsenale in grado di spostare gli equilibri del potere. Di facciata, ogni leader sembra determinato a raggiungere la pace, ma alle proprie condizioni e senza tenere in alcuna considerazione le eventuali perdite di vite; in questo scenario incerto, Todd e Viola cercano di fare del proprio meglio per evitare la catastrofe e potersi finalmente riunire. Ai loro POV si aggiunge una terza voce, ossia quella dello Spackle identificato con la banda numero 1017.

Quest'ulteriore aggiunta ai POV attraverso i quali vediamo svilupparsi la storia rientra senza dubbio tra i punti a favore del romanzo: la voce associata a 1017 si discosta parecchio dalle altre due, risultando decisamente riconoscibile ed affascinante, perché riflette il suo modo unico di pensare. In questo terzo capitolo mi sono piaciuti molto anche lo sviluppo interessante dato ai rapporti di Todd con Viola e con il Sindaco e la buona (ed abbastanza matura) gestione delle dinamiche di potere, grazie alle quali vediamo cambiare in modo drastico i ruoli dei personaggi nel corso del volume.

Il cuore di questo libro è però nel conflitto: tra la Discordia umana e la moltitudine della Terra, tra l'armata del Sindaco e i terroristi dell'Assalto, e tra i singoli personaggi; che si tratti di uno scontro di dimensioni abnormi o un contrasto di vedute tra allievo e maestro, tutte queste battaglie vengono analizzate riflettendo sulle diverse motivazioni che le hanno generate, senza dare per giusta una fazione da principio. In questo contesto, mostrano il meglio di sé i dialoghi, che permettono degli ottimi confronti, spesso anche sul piano emotivo; inoltre sono presenti diversi monologhi interessanti, come quello fatto da Viola ai soldati sulla collina in uno degli ultimi capitoli.

Purtroppo neppure in questo libro la serie riesce ad emanciparsi dal suo ritmo frenetico, né dalla propensione di Ness per scrivere dei colpi di scena che non stupiscono nessuno. Personalmente ho trovato poi un po' noiose la ripetitività di alcune scene (un po' di editing in più avrebbe giovato al romanzo in generale!) e la decisione di chiudere quasi tutti i paragrafi con delle frasi drammatiche ad effetto; il tutto per creare della tensione che però nel concreto si risolve da sola in un paio di pagine al massimo. L'epilogo è un altro aspetto sul quale ho diverse riserve, più che altro soggettive, temo: un paio di eventi chiave mi sono sembrati poco verosimili, e questo ha minato un po' il mio coinvolgimento emotivo.

Rispetto ai volumi precedenti, trovo che i nuovi personaggi introdotti qui non siano stati approfonditi a sufficienza, infatti nessuno di loro rientra tra i miei preferiti della trilogia. Un dettaglio che invece non sono sicura si sia palesato soltanto in quest'ultimo libro o se fosse presente dall'inizio e io non l'abbia mai notato è l'utilizzo smodato dei punti di sospensione: si arriva ad avere pagine intere nelle quali ogni singola frase termina con tre puntini! Patrick caro, c'è un limite tra il voler trasmettere la tensione nella prosa e il mitragliare il foglio a caso, e quel confine penso tu l'abbia saltato a piè pari.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Fiocco di neve
Chaos. La guerra
Chaos. Il nemico
I tre gatti
La montagna di libri più alta del mondo
Neverworld
Cenerentola libera tutti
Blackbird. I colori del cielo
La notte dei desideri
Thornhill
L'Ickabog
Corri ragazzo, corri
John della notte
Il cane che aveva perso il suo padrone
Ogni prima volta
Lucas. Una storia di amore e odio

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232