Narrativa straniera Racconti Lettere ai contemporanei
 

Lettere ai contemporanei Lettere ai contemporanei

Lettere ai contemporanei

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Una selezione delle lettere che l'autrice ha scritto nell'arco della sua vita. Sono state privilegiate tutte quelle che hanno attinenza con le sue opere, quelle che riguardano la famiglia e l'infanzia e, infine, quelle di viaggio che sono legate ad importanti avvenimenti letterari, sociali o politici.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
 
Lettere ai contemporanei 2015-03-27 07:43:53 Emilio Berra TO
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Emilio Berra  TO Opinione inserita da Emilio Berra TO    27 Marzo, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Palpiti di una vita

Queste "Lettere ai contemporanei", redatte in una prosa magnifica, rappresentano sicuramente uno strumento indispensabile per conoscere Marguerite Yourcenar, scrittrice grandissima.
Qui emergono i suoi interessi, le preoccupazioni, l'indignazione per la violenza perpetrata sulla natura e in particolare sugli animali, tanto da considerare che "lo sfruttamento senza limiti da parte dell'uomo, il libero esercizio della sua grossolana indifferenza nei confronti di questi esseri impegnati quanto lui nell'avventura dell'esistenza, sia uno degli aspetti del male". Scriveva questo nel '57, periodo in cui certe sensibilità erano ben poco diffuse.
Ancora più esplicita una lettera del '68 all'attrice Brigitte Bardot (anche lei attenta a questo genere di abusi), in cui chiede collaborazione contro "l'orribile massacro annuale delle foche nelle acque canadesi, e soprattutto l'uccisione delle giovani foche (...) che hanno poche settimane di vita (...) con un 'metodo' che consiste nel colpirle a randellate per poi strappare loro immediatamente la pelliccia", con probabilità di scuoiarle ancora vive.

Questa donna dalla cultura vastissima e dalla brillante intelligenza ben riconosceva la ristrettezza della mentalità contingente e degli stereotipi culturali, l'imposizione ideologica e consumistica del piacere, la licenza sbandierata come libertà. Non ci sorprende, pertanto, leggere le parole indirizzate a Natalie Barney, al tempo in età molto avanzata : "...lei ha avuto la fortuna di vivere in un'epoca in cui la nozione del piacere era ancora fonte di civiltà (oggi non lo è più); le sono in parte grata di essere sfuggita alle influenze intellettuali di questa metà del secolo".

Numerose le testimonianze provenienti da viaggi e visite : la cocente delusione avuta (1962) nell'allora Leningrado sovietica : "...un effetto che non mi sarei aspettata: quello (...) di un infinito avvilimento". All'Ermitage vede "gente distrutta (...) . E dappertutto, insidiosi e massicci, il silenzio o la propaganda, ovvero la menzogna, con i suoi luoghi comuni".
Incantata, invece, di fronte al grandioso spettacolo della natura primordiale, durante una mesta ricognizione sul luogo rupestre e solenne dove, nella Guerra Civile Spagnola, venne fucilato Garcia Lorca, tanto da comunicare alla sorella dello scrittore "che ha trovato la morte in questo paesaggio d'eternità" : "...non si potrebbe immaginare per un poeta una tomba più bella".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...

libri della scrittrice.
Trovi utile questa opinione? 
260
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Bestiario sentimentale
Il generale e il giudice
L'universo in un granello di sabbia
I colori dell'addio
Ricordare Parigi
Il soldato Schwendar
Una notte a Kalinteri
Sette case vuote
Sette
Prima persona singolare
Ballo di famiglia
Vie di fuga
La città di vapore
Il meglio di P.G. Wodehouse
La ragazza scomparsa
Paranoia