Dettagli Recensione

 
La voce del destino
 
La voce del destino 2011-11-10 10:36:21 lucabettin
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
lucabettin Opinione inserita da lucabettin    10 Novembre, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

La voce del destino

Questo robusto romanzo ha attirato la mia curiosità sin dal primo momento in cui l’ho notato in libreria, grazie ad una quarta di copertina molto stuzzicante, che descrive una vicenda che si intreccia con un’epoca storica lunga e colma di avvenimenti, dal secondo conflitto mondiale ai giorni nostri, attraversata da svariati misteri e da una serie rilevante di fatti ambigui e non del tutto chiariti dalla storia. Elemento cardine di questo romanzo sono le vite, che danzano inebrianti e parallele, di due donne dallo straordinario fascino e carisma: Luce de Bortolo, la più grande soprano di tutti i tempi, ed Eva Duarte Peron.
Ho tergiversato un po’ prima di acquistarlo, a causa dell’elevato prezzo di copertina e perché, risultando molto “corposo” (650 pagine), pensavo mi impegnasse troppo tempo, a scapito di altre letture già programmate.
Al contrario di ciò che temevo questo libro si legge rapidamente, la storia procede in maniera fluida e si sviluppa su diversi piani geografici e temporali, ma la scrittura semplice e dinamica dell’autore permette al lettore di seguirla con una certa disinvoltura, avendo la possibilità di districarsi senza difficoltà nelle pieghe degli accadimenti.
Le 650 pagine si “consumano” a ritmo serrato e non si incontrano mai periodi di stanca.
Secondo il mio parere alcuni passaggi significativi si basano su casualità troppo forzate che indeboliscono un po’ la storia ed il finale prende una piega eccessivamente “avventurosa” che si discosta dallo stile del resto del libro. Personalmente, ma è una cosa mia e assolutamente soggettiva, ho trovato un po’ fastidioso l’uso smodato e non sempre necessario dei puntini di sospensione.
In definitiva, un libro piacevole da leggere, capace di lasciare, in mezzo a tutto ciò che è frutto della fervida fantasia dello scrittore, alcune nozioni storiche particolarmente interessanti e degne di essere approfondite.
Un consiglio: non saltate le note finali dell’autore. Non sono marginali e sono parte integrante della storia, contribuiscono a “chiudere il cerchio” in maniera soddisfacente a chi ha affrontato con impegno tutte quelle pagine.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Alla fine lo hai recensito !
Merito della lirica.
In risposta ad un precedente commento

10 Novembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Il ritmo salverà il mondo. :-)

Ho cercato di trattenermi c.u.b. ma ho dovuto parlare dei puntini di sospensione!!! ;-)
Ciao Luca !
ho trovato la tua rece molto utile e interessante.
In risposta ad un precedente commento

10 Novembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Silvia,
ho cercato di descrivere le mie impressioni senza svelare nulla della trama. GRAZIE!
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri