Narrativa italiana Avventura Sniper Extreme. Victoria Cross
 

Sniper Extreme. Victoria Cross Sniper Extreme. Victoria Cross

Sniper Extreme. Victoria Cross

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Per tutti gli uomini esiste un limite, anche per i più duri, anche per quelli che sono già stati all'inferno e ne sono tornati. Dopo un'ennesima spedizione finita in un bagno di sangue, anche per Russell Kane, il letale master-sniper dello Special Air Service britannico, è giunto il momento di ritirarsi. Kane è pronto a voltare le spalle al Reggimento, alle tenebre delle missioni segrete, alla guerra globalizzata in cui amico e nemico sono concetti astratti, per tornare nell'unico luogo - le Highlands scozzesi - dove il suo cuore batte un ritmo diverso da quello delle armi automatiche. Ma per un soldato come Kane, per un guerriero come lui, il passato è un incubo pronto a mordere, e il ritorno a casa nient'altro che un nuovo viaggio all'inferno.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Sniper Extreme. Victoria Cross 2014-08-30 13:19:02 catcarlo
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
catcarlo Opinione inserita da catcarlo    30 Agosto, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sniper estreme – Victoria Cross

‘Segretissimo’ manda in edicola una nuova edizione della terza e, al momento, definitiva avventura dell’uomo d’acciaio Russell Brendan Kane in una veste riveduta e corretta – da parte dell’autore che la definisce ‘director’s cut’: qualcuno aveva messo mano al ‘montaggio’ delle precedenti versioni? – nonché integrata con nuove scene ed episodi. ‘Definitiva’ è un aggettivo che si attaglia a questa storia e non pare un caso che, pur girandoci in qualche modo attorno accennandone qua e là, Altieri non sia riuscito a darvi un seguito anche se l’uscita originaria risale ormai a oltre dieci anni fa: il libro chiude un ciclo percorrendo tutta la discesa senza speranza nell’orrore umano per giungere a un fosco (e bellissimo) finale di fuoco, acqua e metallo dal quale sarebbe molto difficile ripartire evitando stucchevoli ripetizioni. L’intreccio è tipico dell’autore milanese: dietro alla follia e al fanatismo delle masse si muovono potenti burattinai che, spinti da interessi economici, non si fermano neppure davanti agli ettolitri di sangue per perseguire i propri interessi. A sbrogliare la matassa della violenza vengono spediti Kane e gli uomini del SAS (tra i quali il principe ereditario) con una spedizione dall’esito tragico che richiederà una tremenda vendetta. Il protagonista la persegue dopo aver riconsegnato il distintativo in un ingenuo tentativo di tornare alla vita normale che (per non farsi mancar nulla) lo costringe a un confronto con il proprio passato: nella lontana isola di Katawan, da qualche parte tra le Filippine e il Mar di Sulu, i morti si contano a decine di migliaia, ma anche la Scozia finisce per pagare un pesante tributo. Se l’avvio è forse un po’ lento nel lungo dipanarsi dell’addestramento riservato agli sniper britannici – per la serie: come ti costruisco una macchina letale – il ritmo cresce in maniera costante e implacabile aumentando sempre più il coinvolgimento del lettore: la scrittura serrata di Altieri si allinea come al solito alla durezza delle situazione, ideale sia per raccontare il susseguirsi delle azioni violente, sia per descrivere i desolati paesaggi post-apocalittici delle scheletriche Highlands o della scabra e martoriata Katawan. Il risultato è un solidissimo – oltre che testosteronico – romanzo d’azione che non fa nulla per nascondere il suo essere prettamente di genere, secondo una scelta stilistica precisa che, del resto, lo scrittore ha sempre perseguito in tutti gli ambiti letterari che ha frequentato: numerose svolte della storia non si può dire siano inattese, i personaggi vengono riproposti (anche se più sfumati, con l’eccezione del biondo antagonista principe Declan Cross e, anche se si tratta di una immane corporation, della sempre mirabolante Gottschalk-Yutani), le donne stanno ai margini fungendo più che altro da vittime sacrificali (una notevole differenza rispetto alle puntate precedenti) e numerose azioni e situazioni risultano volutamente esagerate, ma tutto funziona come meglio non si potrebbe costringendo il lettore a girare le pagine in modo compulsivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri