Dettagli Recensione

 
Il canto della rivolta. Hunger games
 
Il canto della rivolta. Hunger games 2014-08-15 21:14:34 C.U.B.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    15 Agosto, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Hungry C.u.b.

Cenere. Polvere grigia di uomini, animali, piante, oggetti. Cenere e' tutto cio' che resta del Distretto Dodici, uno spesso strato di polvere che avvolge lo stivale di Katniss. 
I pochi superstiti hanno trovato una via di fuga, la citta' sotterranea ha accolto i profughi, cibo insapore, clima claustrofobico, un programma giornaliero da seguire con attenzione.
Lo spettacolo continua, la rivoluzione si combatte via terra ma anche via etere, la propaganda sovversiva conta su attori, scenografie, registi. 
Resta l'ultima grande arena da affrontare : Capitol City resiste ancora. Il simbolo e' spinto dall'ennesima missione, dal disperato anelito di vendetta immaginando l'ultima freccia che trapassa la rosa bianca, quella posata sul petto del presidente Snow.

Se il primo volume si avvale dell'effetto sorpresa del gioco alla morte nell'arena ed il secondo inneggia alla rivoluzione offrendoci uno spaccato piu' maturo dei personaggi, il terzo libro occupa un sipario allestito su scene di guerriglia collettiva vera e propria. Sebbene fra i tre volumi sia forse quello che mi e' piaciuto meno, anche qui il ritmo e' altissimo e i colpi di scena azzannano.
Millecentosessantottopagine dopo scivolate via come una copia di Topolino: tempo di bilanci.
Se cercate un romanzo dalo stile ricercato, di quelli il cui contenuto e' irrilevante tanto si e' assorbiti dalla penna, lasciate stare Hunger Games. La scrittura e' fluida e d'effetto, ma non sarebbe sufficiente da sola.
Se cercate uno spunto mirato alla riflessione, la letteratura pullula di scritti dispotici, puntate altrove, non su Hunger Games. Sebbene io sfidi chiunque a non trovare, volendo, una quantita' inenarrabile di argomentazioni su cui femarsi a pensare.
Se cercate intrattenimento, fiction, una saga da addentare in maniera selvaggia, a bocca piena mentre brandelli di cibo vi colano ai lati della bocca avida di macinare pagine su pagine... Aprite l'ombrellone, posate le armi.
E che comincino gli Hunger Games, buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
C.U.B. sei stata molto chiara : deduco che questo libro non fa per me.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri