Dettagli Recensione

 
Il bar sotto il mare
 
Il bar sotto il mare 2012-12-18 16:13:05 Sara moncalieri
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sara moncalieri Opinione inserita da Sara moncalieri    18 Dicembre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bar Sottomarina: “BLUB… BLUB… BLUB..”

Benni è sempre Benni, e questi suoi 23 racconti non lo smentiscono ma anzi lo riconfermano.
È uno scrittore che sa il suo mestiere e usa la penna per raccontare i fatti di tutti i giorni con ironia, illuminando la pagina con il suo sguardo divertito e bizzarro, incollando sentimenti e fatti quotidiani a circostanze atipiche e situazioni improponibili.
Il nostro Pennac, per come la vedo io.

E così ho preso questo libro già con un´immagine negli occhi: il bar sotto il mare esiste, ci sono anche gli avventori, e ciascuno a turno racconta la sua storia, e... beh, l´idea di un ritrovo sottomarino mi ha immediatamente riportato agli occhi la scena della scazzottata nel bar sotto il fiume del film “Top Secret!”. Ecco, le intenzioni sono le stesse: in un mondo che sappiamo inesistente succedono cose anche reali, ci si intrattiene, e si fanno le stesse cose che si fanno in superficie: ci si incontra, ci si parla, ci si racconta.
Il surreale che ingloba la realtà, la realtà che invade il surreale.

Ci sono racconti gustosissimi e molto ben riusciti, dove la satira graffia e fa dei veri e propri solchi ( “Il dittatore e il Bianco Visitatore”, e anche “Quando si ama davvero”);
altri racconti che sono divertissement puro (“il verme disicio”);
altri ancora che fanno riflettere sulle regole della società, si, ma non subito: quando si giunge quasi alla fine della storia (“Matu Maloa”).
Il racconto breve, piacevolissimo, della Pulce del Cane Nero: “Racconto breve”.
Un racconto gotico, “Oleron”, che sembra tratto in tutto e per tutto dal periodo d´oro dei romanzi gotici doc.
Un giallo: “Priscilla Mapple”;
e altri racconti ancora, che parlano della vita di paese, di quei paesi che non esistono ormai più e hanno perso quella genuinità che li contraddistingueva fino a qualche decennio fa: “Il porno sabato dello Splendor”, e anche “Achille ed Ettore” – quest´ultimo più surreale.

Insomma, per chi ama le storie campate in aria, per chi ama distrarsi con storie brevi, per chi ama leggere uno scrittore che sa scrivere ma non si prende troppo sul serio, per chi ama trovare un significato più profondo anche in storie che di significato sembra ne abbiamo poco.


*** un grazie a Robbie per il suggerimento sulla parte del titolo "Bar Sottomarina" con riferimento alla mia passione per quell´amato posto di mare!***

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

la tua recensione è illuminante per chi, come me, non ha ancora letto Benni !
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Insomma, per me! In realta' e in ld da un bel po' , verra' il suo momento.
Bella rece!
@silvia e CUB: grazie! :)
ogni racconto è una sorpresa a se', e Benni, si sarà notato, mi piace assaje!
Bella recensione Sara, complimenti! :) da estimatrice di Benni con quale dei suoi libri dovrei iniziare?

P.S.
Quì Sara ti sei fatta sfuggire un titolo d'eccezione: Untermarinen: “BLUB… BLUB… BLUB..” ;) Hahahaha
In risposta ad un precedente commento
MagicalRobert
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ahahah, così fa pensare ad un U-Boot, brava Sara, bella recensione! :)
In risposta ad un precedente commento
Sara moncalieri
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
HAHHAAHH, hai ragione Robbie!!!!
poi non sarebbe comprensibile per tutti... però potrei scrivere "Bar Sottomarina" quello si che è chiaro!

Inizierei con un classicissimo "Bar sport", se non lo hai già letto - i racconti che ho indicato “Il porno sabato dello Splendor” e “Achille ed Ettore” potrebbero stare tranquillamente in quel libro.
In risposta ad un precedente commento
Robbie
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ok grazie del consiglio Sara, inizierò dal "Bar Sport". Ma scrive sempre di bar? :P Hahaahhaha
In risposta ad un precedente commento
Sara moncalieri
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Dovrei vedere il suo gomito per capirlo bene ;)
PS. hai visto che ho cambiato il titolo? Suona decisamente meglio!
In risposta ad un precedente commento
Sara moncalieri
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie MrSmith!
Mi vedevo le bolle mentre scrivevo nel titolo tutti i BLUB.....
;)
In risposta ad un precedente commento
Robbie
19 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Hhaahaha si rende di più!! Brava! :)
12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Avere tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Fairy Tale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Spizzichi e bocconi
La coscienza di Montalbano
Tre cene
Chiaroscuro
Angeli e carnefici
Sei casi al BarLume
A grandezza naturale
Il libro dei mostri
Le ragazze sono partite
Come una storia d'amore
Le piccole virtù
Natale a Torino. Quindici racconti al museo
Gli occhi vuoti dei santi
Parole di scuola
I racconti
Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista