Dettagli Recensione

 
I fiumi scendevano a oriente
 
I fiumi scendevano a oriente 2013-06-11 10:20:33 C.U.B.
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    11 Giugno, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tierra incognita

Un mito, un sogno, un mistero leggendario.
Si chiama Eldorado e i suoi confini sono segnati ai vertici dalle sette citta' di Cibola. Molti avventurieri partirono alla ricerca della citta' d'oro a partire dal '500, ma nessuno riusci' mai a rintracciare il tesoro.
I FIUMI SCENDEVANO A ORIENTE , e' un vecchio romanzo scritto nel 1952 che racconta la spedizione dello statunitense Leonard Clark in terra peruviana, alla ricerca di Eldorado.
Nel luglio del 1946, con mille dollari a disposizione, la copia di un'antica mappa ed un equipaggiamento esiguo Clark , raggiunta Lima , inizia il suo viaggio nella foresta vergine.
Migliaia e migliaia di chilometri di jungla inesplorata e ostile , la foresta amazzonica altro non e' che un millenario e imponente groviglio di fauna, flora e minoranze etniche indigene. L'uomo civile non appartiene a quell'habitat, la foresta uccide gli intrusi. Per sopravvivere non basta guardare avanti, e' necessario acquisire la capacita' di vedere anche a destra, a sinistra, sotto , sopra e addirittura dentro di sè. La fame, la sete, le malattie, le punture di insetti e serpenti sono solo alcuni degli ostacoli inevitabili, sconsiglio il libro a chi e' debole di stomaco o soffre di fobie varie verso rettili e aracnidi. O cannibali.
Il racconto di Clark e' un viaggio che definirei orizzontale e verticale. Verticale nella prima meta'del testo, dove il fluire della narrazione e' piu' lento ma piu' profondo, ci si addentra in modo succoso e caparbio nella flora , tra alberi dal tronco del diametro di venti metri, liane, funghi, palme, felci, orchidee, giacinti acquatici. E nella fauna tra cinghiali, scimmie, formichieri, anaconde, ragni, serpenti, zecche, zanzare. E tra i suoi indigeni tra guerrieri, cacciatori di teste e cannibali , con i loro incredibili e cruenti rituali, le loro magie, la medicina praticata dagli stregoni.
La seconda parte del romanzo acquista velocita' in direzione orizzontale, gli avventurieri si spostano lungo il corso dei fiumi, unica via utilizzabile per muoversi nella foresta. Immaginate la difficolta' di navigare in queste acque prevalentemente su canoa, non stiamo parlando di un ruscello qualunque, questo e 'il Rio delle Amazzoni, il piu' imponente fiume al mondo il cui letto si estende in larghezza per chilometri, la cui profondita' arriva a cento metri.
Riuscira' Clark a rintracciare le sette citta' ?

La domanda interessante e' un'altra: verita' o invenzione ?
In base alle mie ricerche, si trova ben poco sia sull'autore che sulla spedizione. Sta di fatto che egli era effettivamente un esploratore americano e che i nomi di luoghi, animali, tribu' indigene che ho verificato durante la lettura hanno un riscontro reale. Certo e' che su internet, se non sempre si trovano conferme, le smentite non mancano mai. E io di smentite non ne ho trovate.
Forse questo libro e' un po' come la fede, o ci credi a prescindere, o non ci credi. Del resto anche un cercatore d'oro basa le sue spedizioni sulla fede pagana di scoprire un tesoro , no ?
Per quanto mi riguarda, io in questo viaggio ho creduto, seppur concedendo al vecchio Leonard una buona dose di licenza poetica.
Il risultato ? Un romanzo di avventura avvincente, ben scritto e godibilissimo nonostante l'eta' .
Senza tralasciare il valore aggiunto di queste pagliuzze di polvere d'oro che ancora mi luccicano sui polpastrelli...
Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
270
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Da quanto ho capito un bel romanzo d'avventura, tutto ambientato in mezzo alla natura, ciò di cui forse oggi l'uomo avrebbe maggiormente bisogno... verità o finzione, ti chiedi C.U.B, ma in fondo anche Salgari aveva lasciato grande spazio all'immaginazione, e non solo lui... Una recensione che sicuramente fa venire voglia di leggere questo libro... Ottimo!!!
Aurea come sempre!!!!!
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
11 Giugno, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie ragazze, io lo ho trovato entusiasmante, benche' ci siano delle pagine decisamente disgustose :-)
Ma insomma, mica e' una vacanza safari nella giungla a 1000 euro a notte, no ?
Questa e' roba per uomini (e donne) vere...
:-P
Bella recensione analitica ed esaustiva, brava!
In risposta ad un precedente commento
Mephixto
11 Giugno, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Brava CUB, ci voleva un testo che mi facesse trillare il neurone ! per quanto ne abbia solo due, infatti in è un momento di grande festa !!! :-D
Il tuo oro luccica eccome! Mi intriga molto questo libro e il fatto che sia un pò vecchietto per me è un pregio! Tu bravissima come sempre!
Valentina
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
11 Giugno, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te Sharma .

@Mirko, sei in neuroparty ? Ahahahaha !!! Bello comunque, provalo.

@Grazie Valentina, sì il mio e' un ottobre 1970, ingiallitissimo e scritto fiiiiitto fiiiiiitto. Pagato 1,50 euro, direi che ne valeva la pena :-)
adoro questi racconti!!!
descrizioni di luoghi lontani, una natura che fa da padrona e fa anche un po' paura.......
Ottima segnalazione Cub!
Ho sia la fobia dei ragni,sia quella dei serpenti,sia quella degli insetti in generale.Per non parlare poi di quanto i cannibali mi rendono fobica!
Questo libro non fa decisamente per me...anche se tu sei una ottima tentatrice con le tue parole!
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
12 Giugno, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie Silvia :-)
@DOO allora lascia perdere che e' meglio !
12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Verso le isole luminose. Tahiti, Tuamotu, Marchesi
Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone
Le voci di Marrakech
Fuori dal nido dell'aquila
Diario d'Irlanda
In viaggio con Erodoto
La bellezza del Giappone segreto
Una città o l'altra. Viaggi in Europa
Viaggi
Il Mediterraneo in barca
Pic
E quel che resta è per te
Viaggi con Charley
Marocco, romanzo
Bagliori a San Pietroburgo
Il libro del mare