Dettagli Recensione

 
Il libro del mare
 
Il libro del mare 2020-08-10 07:42:12 AleMosca
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
AleMosca Opinione inserita da AleMosca    10 Agosto, 2020
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'elogio del mare

Partendo dall’avventura autobiografica di Stroksnes e dell’amico Hugo, intenti a catturare il mitico squalo della Groenlandia, animale ancestrale capace di risvegliare un atavico sentimento di repulsione-attrazione e spavento-curiosità per il “mostro” che popola gli abissi oscuri e inesplorati sin dall’alba dei tempi, il libro si muove a metà tra il romanzo e il saggio. Il linguaggio usato da Stroksnes non è quello tipico dei romanzi d’avventura, per questo ritengo eccessivo e scorretto il paragone con Jules Verne e Melville, ma è piuttosto un elogio del mare in toto, a partire dalle minuscole forme di vita che lo abitano fino al rapporto di fusione che si prova quando ci si trova immersi in esso. Le battute di caccia e le vicende dei due protagonisti, a volte raccontate in maniera eccessivamente prolissa, vengono intervallate da excursus (spesso aneddotici) di carattere biologico, naturalistico, letterario e mitologico, che offrono numerosi spunti da approfondire e che, grazie alla prosa scorrevole e intuitiva, permettono al lettore di imparare numerose nozioni anche in campi che non gli competono appieno. Numerosi sono i riferimenti alla letteratura (Bibbia, Moby Dick, Ventimila leghe sotto i mari, persino l’Ulisse dantesco) e alla mitologia, in particolare norrena, sempre capace di affascinare: come i mostri fantastici, capaci di terrorizzare per secoli i marinai, rappresentati nella carta nautica di Olao Magno, e il Maelstrom di Edgar Allan Poe, il mulinello d’acqua che ingurgita tutto quello che si trova al suo interno, spedendo le imbarcazioni nel vortice, rappresentante un passaggio diretto verso l’oltretomba, come se il mare vorace fremesse dalla voglia di ingurgitare indiscriminatamente ciò che vuole e sputasse fuori solo relitti. La visione complessiva che emerge del mare è proprio questa: il mare è incomprensibile e non sottostà a nessuna legge, anzi, è lui che da milioni di anni le detta. Quello che a noi concerne è rispettarlo ecologicamente e rifletterci in esso: “L’acqua è morbida come seta sul corpo. […] Sono senza peso, come acqua nell’acqua. Non indistinto, come un nulla, ma come una goccia nel mare”. Solamente specchiandosi e immergendosi nel mare ognuno di noi può arrivare a comprendere se stesso nel profondo e affermare la propria identità all’interno della vastità della natura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri libri dello stesso genere pubblicati dalla casa editrice Iperborea, ad esempio "L'arte di collezionare mosche" di Fredrik Sjöberg
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
È uno di quei libri Iperborea che volevo leggere quest'anno, ho letto pareri discordanti. Generalmente si accusa l'autore di scrivere per chi ha già conoscenze in ambito nella navigazione.
A te come è parso?

Se ami il mare ti consiglio il libro dello storico Michelet, IL Mare. Leggilo è una perla
In risposta ad un precedente commento
AleMosca
11 Agosto, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
È un libro che non può piacere sicuramente a tutti, non incentiva a sedute di lettura lunghe, ma è piuttosto da leggere a piccole dosi. Per quanto riguarda le accuse rivolte, secondo me dipende da cosa il lettore vuole cercare in questo libro: è errato aspettarsi sia un romanzo d'avventura che tenga incollati alle pagine, che un saggio specifico sul mare; è la giusta via di mezzo che permette di avvicinarsi alla materia in maniera piacevole.
Io mi ci sono trovato particolarmente legato visto che me lo sono letto durante una navigazione in barca a vela, gustando appieno il sapore del mare.

Grazie mille del consiglio, è stato appena aggiunto alla mia wishlist.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Verso le isole luminose. Tahiti, Tuamotu, Marchesi
Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone
Le voci di Marrakech
Fuori dal nido dell'aquila
Diario d'Irlanda
In viaggio con Erodoto
La bellezza del Giappone segreto
Una città o l'altra. Viaggi in Europa
Viaggi
Il Mediterraneo in barca
Pic
E quel che resta è per te
Viaggi con Charley
Marocco, romanzo
Bagliori a San Pietroburgo
Il libro del mare