Dettagli Recensione

 
Il giardino dei nuovi inizi
 
Il giardino dei nuovi inizi 2012-09-28 19:42:51 Pupottina
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    28 Settembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il 1° della Inn BoonsBoro Trilogy

Mancanza di ispirazione o voglia di approfondire qualcosa già detto in passato?
Forse la seconda delle due opzioni.
Non sono ovviamente romanzi gemelli, ma c’è un punto di contatto: la ristrutturazione di un vecchio edificio storico, popolato da presenze, fantasmi buoni che non vedono niente di male nello sbocciare di un amore. Converrete con me che è molto romantica come ambientazione.
I romanzi in questione appartengono a due serie diverse. Il primo, I ribelli, letto qualche mese fa, è del 1996.
Quello di cui vi parlo oggi è Il giardino dei nuovi inizi; è stato scritto nel 2011 ed è il primo di una nuova serie Inn BoonsBoro Trilogy.
Nora Roberts ha cambiato impostazione con questo romanzo, ma ha confermato la sua eleganza nel raccontare la nascita di un amore.
Tre fratelli lavorano duramente per riportare all’antico splendore un vecchio albergo abbandonato e, per farlo, lo personalizzano. Il libro è pieno degli elementi di questo luogo romantico che avrà le camere con i nomi delle coppie famose della letteratura, perché il loro amore benedirà chi ci trascorrerà anche solo una notte. Le donne adorano queste descrizioni, in cui gli ambienti vengono arredati con minuzie di dettagli. La Roberts ha uno stile impreziosito di aggettivi positivi, di descrizioni luminose, di personaggi buoni di cui ci si innamora.
Una lettura ideale per un pubblico di lettrici dal cuore tenero, che amano le emozioni dell’amore romantico, da favola, da sognare, leggendo fra le righe.

*** AVVISO SPOILER ***
In questo romanzo, l’amore di Beckett per Claire è di vecchia data, ma lei non ne sapeva niente. Lei aveva vissuto una vita che le aveva dato grandi gioie, i tre figli, ma anche il dolore di perdere prematuramente il marito. Tornata nella città natale, riprenderà a vivere e non potrà non lasciarsi affascinare da Beckett che ha sempre avuto occhi soprattutto per lei. Un uomo favoloso Beckett, che si contrappone a Sam, un personaggio negativo.
Claire e la sua famiglia sono in pericolo. L’idillio iniziale della situazione viene avvolto dall’oscurità di uno stalker, Sam, da sempre ossessionato da Claire. L’amore di Beckett può proteggerla in questa storia romantica che Nora Roberts racconta con il suo solito magico stile e che rende moderna, introducendo problematiche attuali nella vita di una donna.
L’amore vince, come nelle migliori fiabe, e lascia la sensazione che la vita possa essere meravigliosa, all’ombra di un imponente e magico hotel, come quello di Boonsboro, nel Maryland.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri