Dettagli Recensione

 
Memorie di una cagna
 
Memorie di una cagna 2011-04-26 12:30:11 Lucy
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Opinione inserita da Lucy    26 Aprile, 2011

Iliade o fantasia?

Diciamo che il libro mi ha fatto leggermente cambiare idea su Elena. Dalla prima pagina, dal suo modo di vedere il mondo, dal modo della sorella Clitemnestra di vederla come una minaccia perchè più bella. Dal suo amore per un soldato semplice che muore sul rogo a causa di una pestilenza e di cui non dimenticherà mai gli occhi verdi. Dalle ripetute delusioni in amore, da Diomede a Paride.
Ciò che più, invece, mi ha fatto ricredere è stato l'amore per Ettore. Ma come? Ettore, la figura del padre e del marito perfetto, dell'uomo innamorato della sua donna, Andromaca, che la tradisce con Elena? Da questo punto di vista devo dire di essere rimasta molto delusa, anche perchè Ettore è il mio personaggio preferito nell'Iliade e vedere la sua immagine che cambia così, da un momento all'altro, mi è dispiaciuto. Comunque complessivamente un bel libro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dove le ragioni finiscono
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri