Dettagli Recensione

 
Colosseum. Arena di sangue
 
Colosseum. Arena di sangue 2013-01-05 18:11:57 Gondes
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Gondes Opinione inserita da Gondes    05 Gennaio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Colosseum

Non sono uno storico, ma un appassionato di storia è questo libro ha contribuito a saziare la mia voglia di conoscere e sapere. Non il solito libro sulle conquiste dell’antica Roma, ma un’attenta ricostruzione di 3 anni di storia, che vanno dal 77 al 80 d.c., che hanno visto il susseguirsi di due eventi molto importanti. L’eruzione del Vesuvio, con la conseguente scomparsa di Pompei e l’inaugurazione del più grande Anfiteatro della storia antica; quello che poi dopo il medioevo venne chiamato Colosseo.
Simone Sarasso ha sapientemente incastonato questi eventi all’interno di una storia di amicizia e di amore fra due schiavi realmente esistiti, un gallo ed un britanno, che per ritornare ad essere uomini liberi, decisero di intraprendere la difficile vita del gladiatore. Le loro eroiche gesta sono però arrivate fino ai giorni nostri e hanno ispirato questo libro. Chiaramente tutta la vicenda raccontata nel libro, ruota attorno all’attesa per l’inaugurazione del Colosseo, che l’imperatore Tito, figlio di Vespasiano vuole rendere grandiosa e ricordata per sempre.
Gli ultimi capitoli sono i più spettacolari, ma allo stesso tempo anche i più agghiaccianti , in quanto descrivono in modo molto crudo e violento, il modo in cui venivano uccisi uomini ed animali all’interno dell’arena. Un crescendo di morte, ma anche di eccitazione da parte del pubblico, che nel libro è raccontato in maniera molto coinvolgente, quasi in presa diretta.

L’autore dopo aver ricreato, suo malgrado, questa atmosfera di violenza e pazzia da parte degli spettatori, ci porta alla sfida finale; la più apprezzata perché combattuta da veri professionisti della morte come i gladiatori.
La prima di cento giornate si sta per concludere, ma non prima del combattimento fra i due “gladiatori amici” più famosi di Roma. Il problema è che sarà un scontro dove potrà esserci un unico superstite. Vivere o morire!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
che coincidenza....proprio oggi l'ho visto in libreria e mi chiedevo come fosse...
lo terrò in considerazione!
grazie Denis :-)))
Uffi, sono già 5 volte che gli metto gli occhi addosso, mi sa che la prossima volta che vado in libreria sarà mio.
Bravo Denis!
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La malalegna
Come vento cucito alla terra
La fortuna
La scelta
La tigre di Noto
L'alta fantasia
Le disobbedienti
L'amante del doge
L'inverno del pesco in fiore
Trema la notte
Il cielo sbagliato
La malinconia dei Crusich
Archimede. Il matematico che sfidò Roma
Di luce propria
La banda degli uomini
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio