Dettagli Recensione

 
La vergine napoletana
 
La vergine napoletana 2013-01-26 16:08:50 calzina
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
calzina Opinione inserita da calzina    26 Gennaio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN ROMANZO STORICO...TUTTO MAIUSCOLO

Ho scoperto questo libro per caso, per il fatto che fosse in offerta speciale per un giorno in edizione ebook. Forse proprio perchè non l'avevo mai notato è stata una piacevole sorpresa.
E' un bel romanzo storico, sottolineo, romanzo, quindi la narrazione puramente immaginaria è però sorretta da una rete di vicende vere, storiche. così come i personaggi, ci sono personaggi realmente esistiti e personaggi inventati...a mio gusto è anche bello pensarli realmente esistiti, perchè il bello dei romanzi storici è proprio questo.
Il periodo di ambientazione è affascinante, quello successivo alla morte di Federico II di Svevia. Periodo sicuramente interessante, infatti grazie a questo sovrano parte dell'Italia e degli italiani riuscirono ad assaporare la pacifica convivenza tra religioni e culture diverse, quella araba, quella cattolica e quella ebrea. la dinastia degli Hohenstaufen,però, terminò nel sangue con l'uccisione dell'ultimo erede legittimo al trono e da qui inizia la narrazione.
Un cavaliere bianco cattolico (Giovanni)ed uno nero saraceno di sicilia (Yusuf Ibn Gwasi) partono alla ricerca del presunto erede di Corradino, nipote di Federico II.
tra varie vicissitudini e sullo sfondo di varie città, prima fra tutte Napoli, incontriamo personaggi molto diversi tra loro, per religione, cultura e ceto. Credo sia stata pura intenzione dello scrittore accostare personalità tanto differenti tra loro per ribadire ancora una volta il concetto della convivenza pacifica possibile in comunità tanto eterogenee.
Un piccolo particolare interessante è che parte del romanzo è ambientato in Emilia, a Bondeno e Mirandola, paesi recentemente colpiti dal terremoto. Il libro è stato pubblicato nel 2009, ben prima del terremoto. E' stato come se per l'ennesima volta il destino avesso voluto dirci "non dimenticate", non dimenticate la storia, non dimenticate le persone.
Bel romanzo, avvincente, dalla scrittura fluida e scorrevole.
Ho trovato molto commovente la descrizione dell'amore tra Cicella e il suo sposo per una notte Corradino.
A dire il vero l'amore gioca un ruolo interessante in questo libro, è stato un'altro aspetto su cui il romanzo è stato costruito, perfetto se vi piace l'aggiunta di un pizzico di romanticismo all'avventura.
il titolo della recensione è proprio per questo, tutto maiuscolo, perchè racchiude in se tutti gli ingredienti che io apprezzo in un romanzo storico.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi storici
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.6 (4)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Clean. Tabula rasa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli eletti
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Anche le pulci prendono la tosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terra Alta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il decoro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri