Dettagli Recensione

 
La monaca
 
La monaca 2013-04-17 23:14:39 franziska
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
franziska Opinione inserita da franziska    18 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

storia di una monacazione forzata

In uno stile raffinato ed elegante la scrittrice racconta in questo libro la monacazione forzata di Agata Padellani, penultima figlia di una famiglia del sud, aristocratica, ma economicamente rovinata, sullo sfondo di un'Italia non ancora tale, già scossa, in vari territori, da rivolte armate e rivoluzioni sociali.Con il cambiare dei tempi, con la ancora timida avanzata della borghesia, portatrice di nuovi valori ancorati più al denaro che agli stemmi, Agata, morto il padre, diventa la vittima designata, adolescente introversa, apparentemente mite, perciò ritenuta in grado di ottemperare alla volontà materna senza troppe rimostranze.Non sarà così. L'angoscia per una situazione frustrante, duramente imposta, esplode con violenza dalle pagine del libro e investe con forza il lettore che ne rimane annichilito. Che poi Agata, durante la sua esperienza monacale, passi da una opposizione furibonda, alla rassegnazione, al tentativo di fare propria una vocazione inesistente e poi di nuovo a forme di rivolta ora autolesioniste ora passive, significa poco o nulla. L'unica realtà evidente è che ogni monacazione forzata, in quanto tale, sempre e in ogni luogo, è e rimane una violenza intollerabile. E' ovvio che Agata, nel tentativo di gestire il problema, faccia appello all'armamentario a sua disposizione: ora all'orgoglio di appartenenza alla classe nobiliare, ora all'appoggio della zia badessa, ora alla volontà estemporanea di abbracciare fede e vocazione per calmare le tempeste del cuore. Che ne emerga un personaggio apparentemente contraddittorio è evidente. Ma Agata è qualcosa di più. E' la donna che anela, in virtù delle sue difficili esperienze, alla libertà e all'autodeterminazione; è la donna che matura e impara ad apprendere nuovi valori, di pari passo con l'evolvere socio-politico della società ottocentesca. Gli orrori del chiostro,a cui ci hanno da tempo abituati dei grandi, come Manzoni e Verga, sono un necessario passaggio verso la consapevolezza che qui si appoggia e cresce con la lettura dei testi inviati ad Agata dall'innamorato inglese.Quale sia poi il senso di questo personaggio, che "agisce sottotraccia", difficile dire. Di certo improbabile e poco realistico,sembra,però, essere fondamentale per rendere possibile alla giovane monaca l'apertura al mondo e alla vita.Interpretazione debole, d'accordo, ma assolutamente romantica!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
altri libri della scrittrice e a chi è interessato ai misteri del chiostro
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Lepanto nel cuore
La malalegna
Come vento cucito alla terra
La fortuna
La scelta
La tigre di Noto
L'alta fantasia
Le disobbedienti
L'amante del doge
L'inverno del pesco in fiore
Trema la notte
Il cielo sbagliato
La malinconia dei Crusich
Archimede. Il matematico che sfidò Roma
Di luce propria
La banda degli uomini