Dettagli Recensione

 
La monaca
 
La monaca 2014-03-17 20:56:12 paola melegari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
paola melegari Opinione inserita da paola melegari    17 Marzo, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

agata tu mi stupisci, agata

non ho letto il famoso testo ''i segreti del chiostro'' , cosa che mi sono ripromessa di fare presto; però ho trovato questa lettura assolutamente piacevole e interessante.
Un esempio realistico ,di come i figli dei nobili più o meno ricchi, dovessero immolarsi nei conventi, avendo spesso tutto fuorchè la vocazione.
Agata , la protagonista di questo romanzo, a soli quindici anni ( quasi in ritardo rispetto ad altre sue contemporanee), viene mandata in monastero dalla madre, in gravi difficoltà economiche.
Ragazza dotata di spiccata intelligenza, male si adatta al fatto che altri decidano del suo futuro.
L'alternativa consisteva nello sposare un vecchio danaroso.
Agata soffre pene d'amore per Giacomo, ragazzo ricco, che le ha promesso di aspettarla.
La ragazza infatti spera che una volta terminato il primo periodo in convento potrà finalmente riabbracciare il suo amato.
Agata Padellani, nipote della Badessa, viene vista con sospetto sia dalle coriste che dalle altre suore o aspiranti monache arrivando a situazioni paradossali.
Dotata di forza e determinazione , pur soffrendo la mancanza d'affetto materna, Agata trova una sua dimensione, interessi e attività fra le mura di S. Giorgio Stilita, convento nel quale avvengono fatti scabrosi e scandalosi.
Agata non abbandona mai la sua vocazione , che è quella di avere un marito e dei figli, e spererà fino all'ultimo di poter essere donna e non monaca.
La sua forza sta proprio nel mantenere viva la speranza e nel non sprecare tempo al convento, dedicandosi alla conoscenza, allo studio, e alla lettura di quelli che noi oggi riteniamo classici, ma che per lei erano romanzi moderni.
Anche lei, come molti di noi ama Orgoglio e pregiudizio e, le storie d'amore non fanno che rafforzare la sua predisposizione alla vita laica.
La giovane , non si arrenderà mai a far gestire le proprie decisioni ad altri, e avrà sempre la lucidità delle sue predisposizioni, cosa non facile visti i forti condizionamenti.
Forse solo i libri che le venivano inviati clandestinamente sono l'unico contatto che la tiene lregata al mondo esterno.
La forza della lettura..
La forza dell'amore , vero, sara' la vera ancora di salvezza per la nostra Agata.

Insomma io l'ho rovata una lettura piacevole, se è stata copiata, la rende meno meritevole d'attenzione e certamente meno lodevole.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La lunga vita di Marianna Ucrìa.
Storia di una capinera.
La monaca di Monza.
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Paola, bellissima recensione, dici che è un plagio? Quasi quasi un pensierino lo faccio ;)
anche io l'ho letto......a tratti il ritmo cade e la trama langue
ti confesso che a me è piaciuto.se ha letteralmente tratto spunto o copiato non lo so.
se parli di plagio nei riguardi di Agata, la protagonista, certo che si.
la madre la teneva lontana da feste, da amicizie , insomma avevano già deciso per lei, come succedeva spesso.
leggilo dai ! così poi ci racconti le tue impressioni.
un saluto , cara raffaella
paola
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Lepanto nel cuore
La malalegna
Come vento cucito alla terra
La fortuna
La scelta
La tigre di Noto
L'alta fantasia
Le disobbedienti
L'amante del doge
L'inverno del pesco in fiore
Trema la notte
Il cielo sbagliato
La malinconia dei Crusich
Archimede. Il matematico che sfidò Roma
Di luce propria
La banda degli uomini