Dettagli Recensione

 
Le assaggiatrici
 
Le assaggiatrici 2020-08-19 09:48:56 C.U.B.
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    19 Agosto, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mangia bene chi mangia ultimo

Gli stomaci vuoti reclamano cibo, dieci giovani donne scendono da un pulmino e siedono a tavola.
A differenza del popolo affamato dalla guerra hanno il privilegio di potersi saziare a volontà di una cucina appetitosa e nutriente. Mangiano i pasti di Hitler, mangiano per la gloria della Germania, mangiano perché non hanno altra scelta.
Sono le assaggiatrici, coloro che venivano alimentate col cibo del Fuhrer per scongiurare ogni tentativo di avvelenamento.

Ispiratosi alla storia vera di Margot Wolk, si prenda alla lettera la parola ISPIRATOSI. Si tratta di un incipit che perdura durante tutto il romanzo, ma ben lontano dall’essere il vero perno del racconto.
Di fatto la vicenda, screziata di rosa, si concentra sulla vita della protagonista e sulle relazioni sociali, sentimentali e passionali che vi gravitano attorno.
Buona la narrativa della Postorino, fluida e compatta su un contenuto però frivolo e prevedibile, il libro è ben strutturato e non ho dubbi che non annoierà il lettore che ami le vicende romanzate ambientate nel periodo nazista.
Fortemente anemico il mio giudizio, io detesto questo filone narrativo e me ne tengo di norma alla larga. Le vie del Signore sono Infinite, convinta dai premi ottenuti che il passo fosse più realistico e che il focus – estremamente accattivante - fosse quello delle assaggiatrici, nell’Infinito ho imboccato la via sbagliata.

Mea culpa, il libro merita, a chi piace il genere.

Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Questo libro è molto letto, ma ho diffidato fin dalla sua pubblicazione. Vedo che non ne sei rimasta entusiasta. E l'opinione di una lettrice come te è affidabile.
Ciao C.U.B, sono perfettamente d'accordo con la tua valutazione!
Grazie CUB, chiari i motivi che me lo terranno fuori dalla mia libreria. Purtroppo i premi letterari italiani sono meno 'rigorosi' di quelli stranieri, es. Goncourt, dettati da logiche diverse.
Ciao Cub, tempo fa ne iniziai la lettura ma è uno dei pochi libri che non ho terminato perché la "piega" che aveva preso non era quello che cercavo. Ottima recensione, come sempre.
Federica
Mi sono sempre chiesto come mai questo libro abbia avuto un successo stratosferico, che mi ha quasi convinto a cedere e a leggerlo, quantomeno per curiosità. Mi basta la tua recensione per desistere, grazie :D
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La malalegna
Come vento cucito alla terra
La fortuna
La scelta
La tigre di Noto
L'alta fantasia
Le disobbedienti
L'amante del doge
L'inverno del pesco in fiore
Trema la notte
Il cielo sbagliato
La malinconia dei Crusich
Archimede. Il matematico che sfidò Roma
Di luce propria
La banda degli uomini
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio