Saggistica Fumetti Pelle d'uomo
 

Pelle d'uomo Pelle d'uomo

Pelle d'uomo

Saggistica

Autore

Editore

Casa editrice

Una giovane donna è promessa in sposa a un uomo che neanche conosce. Le donne della sua famiglia, da generazioni, indossano una pelle d'uomo per muoversi indisturbate in una società troppo patriarcale per curarsi di loro. È così che Bianca diventa Lorenzo, che diventa amico del suo futuro marito, e scopre che in realtà questi è gay. Inizia una tenera relazione, in cui Giovanni non sa di tradire sua moglie... con sua moglie. Capolavoro dello sceneggiatore Hubert, uscito postumo dopo la sua recente, prematura scomparsa, "Pelle d'uomo" è un libro che fa riflettere profondamente sui ruoli in una società troppo arroccata sugli stereotipi di genere.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.5
Sceneggiatura 
 
3.5  (2)
Disegno 
 
3.5  (2)
Originalità 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Sceneggiatura*
Disegno*
Originalità*
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Pelle d'uomo 2022-02-13 16:51:38 GiuliaAsta89
Voto medio 
 
5.0
Sceneggiatura 
 
5.0
Disegno 
 
5.0
Originalità 
 
5.0
GiuliaAsta89 Opinione inserita da GiuliaAsta89    13 Febbraio, 2022
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In his shoes, ovvero "se fossi un lui"...

"Pelle d'uomo" di Hubert, graphic novel ambientato in Italia durante il Rinascimento, racconta la storia di Bianca, un ragazza appartenente ad una ricca casata e destinata in sposa a Giovanni, anche lui rampollo dell'alta società. La giovane, cui stanno stretti i panni della pudica ragazza di buona famiglia che la società vorrebbe vestisse, sogna un matrimonio fondato sul reciproco amore e, soprattutto, di conoscere lo sposo prima della cerimonia. Dinanzi alle inquietudini di Bianca, la sua zia e madrina decide di confidarle un segreto: le donne della loro famiglia si tramandano da sempre una pelle d'uomo che una volta indossata permette loro di mimetizzarsi nell'universo maschile. E' così che Bianca, nei panni dell'avvenente Lorenzo, conoscerà il vero io del futuro sposo Giovanni, ossia ciò che si nasconde dietro la patina di mascolinità e durezza con cui anche lui è costretto a dissimulare la sua vera natura. La storia prende sin da subito una piega inaspettata, poiché Bianca, con le sembianze di Lorenzo, impara a conoscere Giovanni e se ne innamora; quest'ultimo, che in realtà è omosessuale, a sua volta si innamorerà del giovane Lorenzo senza sapere che sotto i suoi panni si cela la sua futura sposa. Che dire, nell'ultima opera del compianto Hubert, prematuramente scomparso l'anno scorso, si intrecciano le tematiche più disparate: la vita di coppia, la tolleranza, la discriminazione, l’ipocrisia di certi dogmi religiosi, la scoperta del proprio corpo e della propria sessualità, la ricerca della propria identità di genere, tutte affrontate con accuratezza e semplicità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il principe e la sarta di Jen Wang, un'altra opera davvero deliziosa che tratta temi di attualità come l'identità di genere.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Pelle d'uomo 2022-02-12 06:01:38 Pelizzari
Voto medio 
 
2.0
Sceneggiatura 
 
2.0
Disegno 
 
2.0
Originalità 
 
2.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    12 Febbraio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nei panni di un lui

Fumetto un po’ balordo, ambientato in una Firenze medievale, dove una fanciulla si trova costretta a spostare un uomo scelto dalla famiglia, senza conoscerlo. La sua madrina le offre l’escamotage di mimetizzarsi fra gli uomini, indossando una pelle d’uomo, per riuscire a farsi un’idea su di lui…diciamo così…in totale libertà. E questo fumetto prende forma, fra personaggi equivoci, notti libertine, scambi di persona, anatemi religiosi, feste carnevalesche che non hanno nulla da invidiare a Tinto Brass, offrendoci spaccati di una società medievale alternativa, che sicuramente non è stata così solo nella mente del disegnatore. A parte la stramberia della trama, devo dire che anche i tratti grafici ed i colori scelti, molto piatti, non mi sono molto piaciuti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Nonostante tutto
Due figlie e altri animali feroci
Sono ancora vivo
Cinzia
La guerra di Catherine
Jonas Fink. Una vita sospesa
Green Manor
La terra, il cielo, i corvi
Sempre pronti
Taglia e cuci
Niente da perdere
Pelle d'uomo
Stelle o sparo
La tettonica delle placche
Non è te che aspettavo
Non stancarti di andare