Narrativa italiana Racconti Il cortile dei girasoli parlanti
 

Il cortile dei girasoli parlanti Il cortile dei girasoli parlanti

Il cortile dei girasoli parlanti

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


I personaggi di questo magico viaggio narrativo palpitano di vitalità e di splendore. Si rimane intrappolati nelle loro storie sospese tra due mondi: quello onirico, che vive di sogni e di fiabe, e quello concreto, che narra di vita contadina, di terre lontane, di affetti familiari, di fede. Sono racconti in cui la Arslan declina i temi che più le sono cari: la questione armena e l'insensatezza della guerra, ma anche la spontaneità dell'infanzia, la natura madre e matrigna, l'odio che contamina e deturpa, la forza invincibile dell'amore. Una galleria di voci e di volti, che parlano di una sapienza antica, che non c'è più.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il cortile dei girasoli parlanti 2015-09-13 08:32:49 Pelizzari
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    13 Settembre, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

MAGIE D’INFANZIA

Libro di racconti, che sono spigolature narrative che permettono di guardare questo libro come se fosse un quadro, o meglio, una raccolta di fotografie. E’ un libro di ricordi e di magie d’infanzia, da cui emerge la preziosità delle radici, la custodia della memoria, l’importanza del ricordare, la consapevolezza del nostro stare ed agire nel mondo. Nella premessa c’è un bellissimo augurio al lettore, “che almeno una di queste piccole storie possa diventare un girasole nel cuore di chi legge”. Senz’altro il libro è una raccolta di piccoli fiori. Io non amo molto i racconti e questi sono talmente brevi che non mi hanno permesso di entrare nella scheggia di vita che ognuno di loro rappresenta, per questo non ho amato molto questa lettura, ma l’ho percorsa cercando di immaginare quale analogo libro potrei scrivere io, con le schegge che ricordo della mia infanzia e della mia vita. Di questa lettura mi sono rimasti addosso i sentimenti, il calore e la nostalgia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il cortile dei girasoli parlanti 2012-01-13 09:16:45 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    13 Gennaio, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

”Il cortile dei girasoli parlanti” di Antonia Arsl

Capitoli brevi, quasi poesie in prosa, quelli che compongono quest’opera di Antonia Arslan, scrittrice padovana di origini armene, autrice de “La masseria delle allodole” dal quale è stato tratto il film firmato dai fratelli Taviani.

I capitoli de “Il cortile dei girasoli parlanti” sono unificati dalla potenza e dalla suggestione del ricordo, almeno nella prima parte, intitolata “Magie d’infanzia” e nella seconda, quella appunto dedicata a “Il colore dei ricordi”.

Difficile raccontare le sensazioni che evoca questa lettura, perché sono impressioni immediate, che l’autrice suscita con l’euritmia delle parole: attraverso i colori (quello dei girasoli parlanti), i sapori (“Burro di bagigio”, “I biscotti della zia Enrica”, “Il prosciutto di nonno Carlo”), gli odori (“Camilla e le rose gialle”) le musiche (“Ninnananna veneziana”, “Kriminal tango”) e le attività (“le sferruzzatrici”).

E allora ci si affida a qualche oggetto: come la scatola di latta dei biscotti Lazzaroni “con il veliero dipinto” o ai “sassi del Piave”. Nei ricordi c’è spazio anche per la “vegetallumina”: un vecchio farmaco graveolente, dal potere taumaturgico sulle contusioni che i bambini si procurano … Per scoprire “il segreto delle storie che si amano: che creano mondi in cui desideriamo entrare, e da dove non usciamo senza rimpianto”.

Poi, gradualmente, come richiamata alla coscienza attraverso l’esperienza personale e le memorie, emerge la tragedia armena: rievocata in episodi ben precisi, fatta anche di religione e di “sacro e profano” (terza parte), richiamata da oggetti (“Il pianoforte di Saddam”) o da canzoni (“Oh mia Cilicia”).

Sino ad arrivare ai “Tempi molderni” (quarta sezione dell’opera) e concludere che “il tempo non fa marcia indietro” o, alla latina, “Factum infectum fieri nequit”.

Un libro semplicemente da leggere. Vietato raccontarlo. Per lo meno, così la pensa …

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ladra di frutta
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La danza del Gorilla
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri