Narrativa italiana Racconti La scuola raccontata al mio cane
 

La scuola raccontata al mio cane La scuola raccontata al mio cane

La scuola raccontata al mio cane

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

"Difficile oggi fare l’insegnante di lettere. Quando lo dico in giro, molti mi guardano perplessi. Secondo me, chi è fuori dalla scuola non può sapere come stanno le cose. Allora mi è venuta voglia di raccontarlo, dal momento che le sorti della scuola devono importare a tutti, è evidente. Ho deciso di dire un po’ come la vedo io, questa volta senza la protezione di una storia romanzesca. Ho scelto come primo ascoltatore il mio cane, perché chi ne sa meno di lui? La sua estraneità canina mi aiutava a non dare niente per scontato". Paola Mastrocola



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La scuola raccontata al mio cane 2014-09-22 05:42:31 siti
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
siti Opinione inserita da siti    22 Settembre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"La letteratura mette i pensieri"

Partendo dalla sua situazione personale l'autrice, Paola Mastrocola oltre che scrittrice è insegnante di italiano in un liceo, e prendendo spunto dalle riflessioni scaturite in lei in seguito ad un momentaneo allontanamento dalla scuola per affrontare un periodo di ricerca all'Università, con il libro fotografa la realtà della scuola secondaria di II grado e il suo inesorabile degrado.
Trascurando una buona parte che riporta un senso di smarrimento tutto personale e che ha suscitato molte critiche tra i suoi colleghi che non la pensano come lei, ho trovato sicuramente più edificante la seconda. Lì l'analisi personale e spietata si trasforma in una critica costruttiva e originale all'insegna dell'amore per la letteratura che "se la incontri, ti cambia la vita" perché ti mette i pensieri, ti obbliga al tempo lungo, lento e paziente della lettura e riporta a quella scuola di un tempo che faceva fare cose difficili e faticose e che non si è mai scontrata con l'ignoranza abissale che dilaga oggi.
DA LEGGERE SE:
1) siete appartenuti ad altre generazioni e la scuola vi ha accreditato un bel sapere sul vostro "conto" personale;
2) appartenete alle nuove generazioni che hanno invece visto assottigliarsi il bagaglio culturale
3) lavorate nella scuola, per aiutare serenamente a riflettere seriamente su di essa;
4) o semplicemente se pensate che sia ancora importante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri