Ora mi vedi Ora mi vedi

Ora mi vedi

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


È notte fonda e Lacey Flint, una detective della polizia di Londra, si sta dirigendo alla propria auto nella zona sud della città quando all'improvviso si trova di fronte una donna che, orrendamente pugnalata, le muore tra le braccia. A questo omicidio ne seguono presto altri e lei si rende conto che ricalcano esattamente quelli compiuti da Jack Lo Squartatore. Ora mi vedi è un moderno romanzo gotico, ben costruito e pieno di suspense, pregi che hanno consentito all'autrice di imporsi con pieno merito sulla scena internazionale.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Ora mi vedi 2012-08-22 21:23:21 occhiobionico
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da occhiobionico    22 Agosto, 2012

alti e bassi

Difficile, ormai, leggere un libro, ascoltare una canzone o vedere un film che spicchi di originalità. Anche in questo caso del resto, per quanto il libro sia sufficientemente valido da un punto di vista della scorrevolezza e dall'intreccio, la storia si regge, almeno in gran parte, sugli omicidi ispirati a un "mito" del passato come Jack lo Squartatore. I personaggi hanno una loro identità piuttosto precisa e non si fa fatica ad affezionarsi alla detective Flint e a chi le ruota attorno.
Ho trovato estremamente avvincente la prima parte della storia; al contrario, a metà la Boston ci svela in maniera piuttosto seccante l'assassino, il ché, personalmente, mi ha tolto parecchio entusiasmo nel leggere la seconda parte, che oltretutto mi è sembrata leggermente forzata e confusa in alcuni passaggi. Il finale è sicuramente vicino all'essere un colpo di scena, per quanto intuibile anche durante la lettura.
Un thriller discreto e piacevole. Di certo non un capolavoro

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
thriller gotici
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri