Aspettando domani Aspettando domani

Aspettando domani

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Emma ha trent’anni anni e vive a New York. In amore ha dato tanto, forse troppo, a persone che non lo meritavano ma non per questo ha smesso di cercare l’uomo della sua vita. Matthew invece abita a Boston e insegna filosofia all’Università di Harvard. Ha perduto sua moglie in un terribile incidente e da allora ha cresciuto da solo la figlia di quattro anni. I due si conoscono, per caso, grazie a internet, e iniziano a scriversi via mail, finché un giorno decidono di incontrarsi. Si danno appuntamento in un piccolo ristorante italiano a Manhattan. Lo stesso giorno alla stessa ora, ognuno dei due varca la porta di quel ristorante. Avvolti dall’atmosfera intima e accogliente del locale, vengono accompagnati allo stesso tavolo ma… non si incroceranno mai. Com’è possibile?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.8  (5)
Contenuto 
 
3.6  (5)
Piacevolezza 
 
4.2  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Aspettando domani 2017-12-30 19:04:29 El Ghibli
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
El Ghibli Opinione inserita da El Ghibli    30 Dicembre, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

INVEROSIMILE

Non mi era mai capitato di leggere un thriller psicologico di questo tipo. E' al limite dell'inverosimile e ricchissimo di colpi di scena. Moltissimi gli intrecci spazio-temporali. I protagonisti sono: Emma trentenne di New York, una sommelier emotivamente instabile con alle spalle una relazione complicata; Matthew di Boston, professore di filosofia , vedovo e padre di una bimba. La trama complicata, si snoda attraverso tutto il libro, lasciando spesso con dubbi e suspence. I due protagonisti si danno appuntamento, ma non si incontreranno mai, pur andando nello stesso locale, lo stesso giorno e alla stessa ora. Ognuno dei due penserà di essere stato ingannato dall'altro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Aspettando domani 2014-05-26 18:01:01 Pelizzari
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    26 Mag, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Linee parallele

Le sue storie sono sempre assurde. Le sue storie sono sempre affascinanti. Le sue storie giocano sempre con il tempo. Questa è la caratteristica peculiare di un autore francese per cui ho davvero un debole. Anche in questo suo nuovo libro ci racconta la vita di un uomo e di una donna, che, come passeggeri del tempo, si inseguono, ma sono sfalsati perché lei vive nel 2010 e lui vive nel 2011. Emma e Matthew. Anche se, strada facendo, ti rendi conto che la vera protagonista è Kate, che si rivela molto diversa rispetto all’idea che di lei ti eri costruito all’inizio della storia. Se devo essere sincera, è un libro un po’ sottotono rispetto a sue precedenti opere, un po’ più piatto, anche se, ancora una volta, questa penna così scorrevole, così fluida, così morbida, sfida le leggi del tempo e trova il modo di sfuggire alla fatalità. Varcando il confine tra amore e follia. Ed è proprio questa distorsione temporale che affascina così tanto, perché chi di noi non ha un pizzico di curiosità di come sarebbe andata la propria vita “se quel giorno non…”?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
Aspettando domani 2014-04-30 03:27:31 Bruno Elpis
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    30 Aprile, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Déjà vu?

Il solito Musso scodella il solito romanzo con i soliti personaggi.

IL SOLITO MUSSO

Combina romance e fantasy in tinta gialla con il suo stile ormai inconfondibile. Il romanzo ha una struttura originale (lo posso dire anche per l’ennesimo romanzo? Forse no!) dal punto di vista grafico: ogni capitolo è introdotto da una citazione (“Da quando l’uomo si è drizzato sugli arti posteriori tutto è posa” Stanislaw Jerzy Lec), non manca qualche frase suggestiva (“Amare qualcuno per la sua apparenza è come amare un libro per la sua rilegatura”) che sembra – essa stessa – una citazione, molte pagine sono serrati scambi di mail.

IL SOLITO ROMANZO

I temi sono quelli cari all’autore, rinvenibili anche nelle opere precedenti. Basta scorrere i titoli dei capitoli: “casualità degli incontri”; “apparenze”; “linee parallele”; “oltre il confine”…
La storia si esaurisce in meno di una settimana, quella prima del Natale (“Si rese conto che mancava meno di una settimana a Natale e a quel pensiero si sentì assalire da un misto di dolore e di panico”) e potremmo così condensarla.
I giorno: l’entusiasmo del conoscersi.
II giorno: preparativi per incontrarsi e indecisione della vigilia. Per poi mancare l’appuntamento!
III giorno: essere assaliti dai dubbi (Sarà uno “squilibrato e farabutto”?), sbollire la delusione
IV giorno: idea dell’anastasis (resurrezione). Realizzare il paradosso che ha impedito l’incontro (“Lei viveva nel 2010. Lui viveva nel 2011. E, per un motivo che le sfuggiva, il computer portatile pareva essere il loro unico mezzo di comunicazione”) e maturare un’idea creativa: “Doveva fare di tutto per convincere Emma a impedire l’incidente di Kate”
V giorno: penetrare il futuro dal passato. Per re-inventarlo.
VI giorno: Finalmente incontrarsi?

I SOLITI PERSONAGGI

Sono bellissimi, intelligentissimi, infelicissimi ma mai disposti a rinunciare alla felicità. E combattono strenuamente per agguantarla.
LUI è Matthew Shapiro, “un docente di filosofia sexy”.
LEI è Emma Lovenstein, una “bella sommelier”
LUI è vedovo inconsolabile di Kate, bellissima (rifatta) cardiologa, che è anche una spia russa. E, parlandone da viva, spudoratamente tradisce Matt.
LEI (Emma) sta cercando l’amore e, nelle sue imprese, si fa aiutare da un geek: il sedicenne Romuald Leblanc, nerd in odore di hacker.

IL MIO SOLITO GIUDIZIO

Anche di fronte a un romanzo che sa di déjà vu, ancora una volta io mi sono divertito. Forse con me funziona il detto “repetita iuvant”?
E’ un po’ come quando uscivano i dischi del “secondo Battisti”: molti puristi storcevano il naso e nostalgicamente invocavano i bei tempi del binomio Mogol-Battisti. Per me Lucio Battisti era sempre Lucio Battisti. E, seppur su un altro piano, Musso è sempre Musso e ha sempre il suo bel perché…

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
...altri romanzi di Musso e non è alla ricerca di novità. A chi lo legge per la prima volta: potrebbe costituire una novità.
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
Aspettando domani 2014-04-22 11:03:47 SARY
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
SARY Opinione inserita da SARY    22 Aprile, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Destino

Matthew è distrutto dalla perdita della moglie. Per cause inspiegabili instaura un rapporto con una donna in un’altra dimensione spazio temporale tramite un computer e, incauti, i protagonisti sfidano signor destino. Riusciranno a modificare il corso degli eventi? Ci sarà un prezzo da pagare?
Una trama originale ma improbabile, farcita con elementi paranormali instabili. Alla fine i conti non tornano, restano imprecisioni ed interrogativi. La componente romantica è impalpabile, l’oggetto della storia dovrebbe essere l’amore assoluto, un sentimento forte, indistruttibile, positivo e negativo, senza freni e limiti. Ci sono momenti avvincenti alternati a momenti tediosi. I personaggi sono ordinari, descritti a grandi linee ed analizzati quel poco che basta per comprendere la vicenda. I capitoli sono brevi ed iniziano con citazioni pertinenti e di valore, ma non se ne può fare un merito all’autore non essendo farina del suo sacco. Alcuni passaggi relativi all’arte culinaria sono gustosi, altri interessanti insegnamenti di enologia.
Il titolo e la copertina sono insignificanti, lo stile è semplice, la narrazione è fluida ed in generale la lettura è scorrevole.
Concludendo, un romanzo destinato ad occupare un posto nel dimenticatoio, da leggere in modalità relax.

“ Adesso prendeva la vita per quello che era: qualcosa di assolutamente precario ed instabile, un processo in perpetua evoluzione. Niente era immutabile, men che meno la felicità. Fragile come il vetro, non doveva essere data per scontata, visto che spesso durava un solo istante”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
260
Segnala questa recensione ad un moderatore
Aspettando domani 2014-03-10 19:46:34 Nadia
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Nadia    10 Marzo, 2014

Aspettando domani. BELLISSIMO

L'ho adorato.
Ho letto questo libro in pochi giorni, continuando anche fino a tarda notte. E' proprio quel genere di libro che non puoi "mollare" che devi continuare per scoprire cosa riserva il destino ai due personaggi principali...perchè questo è lo stile di musso, un giocare continuo con coincidenze, sbalzi temporali, scherzi del destino. Un po' come in "chi ama torna sempre indietro" oppure come una sorta di moderno "ritorno al futuro".
Ho letto tutti i suoi libri e li trovo stupendi, con uno stile inconfondibile alla Musso....con quel non so che di soprannaturale, magico , un po' fantasy un po' realtà...e con l'immancabile storia d'amore romantica...con i due innamorati pronti a lottare contro il tempo pur di incontrarsi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Chi ama torna sempre indietro di Guillaume Mussò
Il Dono di Cecelia Ahern
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'erede misterioso
Il bacio. The winner's kiss
La leggenda di Loreley
Frederica
Un regalo per Miss Violet
Amo la mia vita
La metà del cuore
Appuntamento dove il cielo è più blu
Una sirena a Parigi
La casa sul fiume
Tutta colpa di Mr Darcy
Il diario segreto di Lizzie Bennet
La ragazza del sole
Ti regalo le stelle
L'opale perduto
Maledetta felicità