Narrativa straniera Letteratura rosa Il diario di velluto cremisi
 

Il diario di velluto cremisi Il diario di velluto cremisi

Il diario di velluto cremisi

Letteratura straniera

Autore

Editore

Casa editrice

È ormai notte quando Emily sale sul traghetto per Bainbridge Island, poche miglia al largo di Seattle. Quel luogo è sempre stato il suo rifugio ed è quindi il posto ideale per lasciarsi alle spalle le carte del divorzio, il romanzo che il suo editore attende con ansia, ma che lei non ha ancora scritto, e l'oceano di rimpianti che la opprime. Così, sarà di nuovo ospite dell'anziana zia Bee, nella casa in cui, da ragazzina, ha trascorso lunghe estati spensierate. E proprio in quella grande casa, piena di fotografie di stanze chiuse a chiave, Emily scopre qualcosa che cambierà per sempre il suo destino: un diario con una consunta copertina di velluto cremisi, in cui una donna di nome Esther racconta la sua storia d'amore con Elliot, una storia che risale al 1943, avvincente e tragica, esaltante e impossibile. Ma chi sono Esther e Elliot? Sono esistiti davvero? E perché quel diario si trova lì, in casa di zia Bee?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.2  (6)
Contenuto 
 
4.3  (6)
Piacevolezza 
 
4.5  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il diario di velluto cremisi 2014-01-22 20:48:58 ALI77
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    22 Gennaio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL DIARIO DI VELLUTO CREMISI

Questo romanzo racconta la storia di Emily, giovane scrittrice che vive a New York, e sta attraversando un periodo di crisi, non riesce più a trovare l’ispirazione per scrivere un nuovo libro e ha appena firmato le carte del divorzio.
La sua vita sta andando a rotoli sia dal punto di vista personale che professionale e così decide di trascorrere un mese nella casa di sua zia Bee a Bainbridge Island dove era solita passare le vacanze da piccola.
Qui comincerà un percorso che cambierà la vita di Emily, e il ritrovamento di un diario nel cassetto della sua camera le farà scoprire una storia apparentemente non legata alla sua vita.
Il diario racconta la storia d’amore molto tormentata e impossibile tra Ester e Elliot risalente al 1943, inizialmente Emily crede sia una storia inventata ma ben presto si accorgerà che tutti i protagonisti sono reali.
La storia di questo amore aiuterà la protagonista ad andare avanti e a cercare di ricominciare dimenticando questo brutto periodo.
Ma chi sono i personaggi di cui si parla nel diario?? E come mai ad un certo punto della storia Emily si trova davanti a se una pagina bianca? E come mai proprio questo vecchio libro si trovava a casa della zia???
Questo sono domande difficili da dare una risposta.
La verità sarà molto complicata da scoprire per Emily, che cercherà in ogni modo di trovare la soluzione sul mistero che ricopre il diario. La ricerca non sarà di certo facile,e questo passaggio nel romanzo è a mio avviso molto coinvolgente ed interessante .
Il lettore resta incollato alle pagine e vuole sapere cosa è successo ai vari personaggi, come è andata a finire la loro storia.
È stata una lettura molto piacevole, un libro molto carino che consiglio di leggere anche se il finale mi è sembrato un po’ frettoloso, molto veloce rispetto alla parte iniziale e centrale che erano ben sviluppate.
Mi è piaciuto il personaggio di Emily che ammiro per la sua forza di rialzarsi e di ricominciare con una nuova vita, mentre di Ester non ho capito le scelte che ha fatto ma comunque l’ho trovata una donna molto forte.
Ho adorato anche Henry, Bee e Evelyn in particolar modo per la sua dolcezza e generosità.
Un bel romanzo che è un mix tra romanticismo, buoni sentimenti e misteri che fa capire che l’amore vero, puro è quello che supera ogni ostacolo e resiste al tempo e alla distanza e ti fa sperare che un giorno tutti noi lo possiamo trovare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Neve a primavera
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il diario di velluto cremisi 2013-12-15 21:51:48 noemi.musica
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
noemi.musica Opinione inserita da noemi.musica    15 Dicembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Romanzo carino ma non speciale

Premetto che ho trovato questo libro una lettura molto semplice e scorrevole, non impegnativa. L'ho letto letteralmente in 3 ore di treno. Lo stile della scrittrice mi è piaciuto, sì, ma non l'ho trovato totalmente entusiasmante. Tutti i personaggi sono molto bene narrati e spiegati, in poche parole definiti precisamente. La vicenda è più che verosimile quindi anche reale. Allo stesso tempo però non ho trovato in questo libro quel tocco in più o qualità e passione che ti fa rimanere "appiccicato" fino all'ultima pagina. Ultimo dettaglio: finale per me non completo e un po' non curato. Per il resto vi auguro buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Vari romanzi romantici
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il diario di velluto cremisi 2013-06-21 05:28:05 Mariacarmen
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Mariacarmen    21 Giugno, 2013

La sagra di una famiglia alla ricerca dell'amore v

Ancora una volta la recensione di questo romanzo mi è stata di ispirazione per l'acquisto. Piacevolmente incuriosita dalla creazione di una storia familiare attraverso la scoperta di un vecchio diario bellico in un comodino, Emily riscopre la sua essenza di donna romantica alla ricerca di un'anima che la possa comprendere in una societa' dove i valori sono perduti. Il blocco alla scrittura che vive la protagonista rappresenta cio' che spesso capita a persone comuni che si sentono escluse da questa società perchè appartenenti ad un'altra cultura. L'autrice riprende anche con sagacia il tema del rapporto generazionale all'interno di una famiglia mettendo a nudo la fragilita' emozionale degli adulti che, davanti all'amore, perdono la loro corazza e si lasciano teneramente andare sul fiume di ricordi nostalgici e magici. Un libro che io consiglio a tutte le generazioni, poiche' ognuno puo' ritrovare se stesso nei vari personaggi che lo arricchiscono secondo il proprio vissuto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il diario di velluto cremisi 2012-10-23 09:16:41 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    23 Ottobre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un diario che racconta una vita d'amore

Un romanzo nel romanzo, un antico diario nella vita di vari personaggi, un alone di magia sull’esistenza di chi vive nel presente. Un libro emozionante e ricco di sentimenti.
Il diario di velluto cremisi di Sarah Jio è un romanzo che mi è piaciuto tantissimo e ha saputo commuovermi, emozionarmi, grazie alla sua trama non tanto semplice, piena di personaggi, del presente e del passato, e di vari tasselli e indizi disseminati fra le pagine che poi trovano il giusto epilogo e non restano mai fini a se stessi.
Grazie a Il diario di velluto cremisi, ho avuto modo di leggere pagine che parlano stupendamente d’amore.
Per chi adora i libri dove ci sono grandi amori e grandi passioni, ma anche tanti segreti che rendono impossibile la felicità altrui, questo è il libro giusto. Fra le pagine di questo romanzo si indaga sull’amore, sulla sua resistenza al tempo e agli ostacoli che la vita può porre sulla strada di due anime gemelle.
È un libro che si legge con interesse e che non ha pagine pesanti, ma un crescendo di informazioni che provocano emozioni e scatenano aspettative nelle anime romantiche.
Oltre al diario, ci sono foto e lettere d’amore che raccontano segreti che nessuno vorrebbe che tornassero a galla e che costituiscono un mistero che deve essere svelato.
La protagonista è Emily, una scrittrice divenuta famosa grazie ad un libro di successo, ma bloccata per scriverne il secondo. Oltre a questo problema, ha recentemente divorziato e sente il bisogno di cambiare aria. Così torna sull’isola dove trascorreva le vacanze durante la sua infanzia, perché vuole ritrovare la serenità accanto all’anziana zia Bee, ma viene travolta da una serie di emozioni scatenate da vari indizi e soprattutto dal misterioso diario di velluto cremisi che le fa scoprire segreti e passioni che nemmeno il tempo è stato in grado di attenuare e che si intrecceranno con la sua stessa esistenza.
Un libro che fa palpitare e riempie di emozioni e nella cui lettura ci si immerge come lettrice e ci si identifica nella voglia di scoprire che ne è stato di Ester, l’autrice del misterioso diario di velluto cremisi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il giardino degli incontri segreti, Finché le stelle saranno in cielo,
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il diario di velluto cremisi 2012-10-12 06:23:03 Foschia75
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Foschia75 Opinione inserita da Foschia75    12 Ottobre, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il passato bussa al presente

Romantico come un tramonto sul mare, intenso come il profumo di un giardino in fiore, questo concentrato di amore vi terrà incollate alle pagine e ai suoi vividi personaggi.

Sentirmi totalmente immersa nella storia.

Questo è quello che deve trasmettermi un romanzo d'amore.
E qui, vi assicuro che l'immersione è stata sublime e appagante.


Quanto mi piacciono i romanzi d'amore complicati, pieni di fraintendimenti che rischiano di rovinare tutto. E quelli dove l'armadio di famiglia è pieno di scheletri e segreti. Per non parlare di quelli dove il passato e il presente dipendono l'uno dall'altro per far trionfare l'amore. Infine se sono ambientati in "zona mare"(l'ambientazione per me è una delle caratteristiche principali), sono proprio il mio genere.
Qui trovate tutti gli ingredienti per sfornare due storie d'amore legate a doppio filo tra loro........perché gli errori del passato siano lezione per l'amore nel presente.
Già dopo le prime due pagine, avevo capito che sarebbe stato pane per i miei denti.... anzi no, righe per il mio sfrenato romanticismo. Un grande amore prende vita dalle macerie di un altro appena lasciato alle spalle. Se poi cupido alberga su un'isola con un forte fascino e un alone di malinconia, allora le jeux sont fait.
Cosa c'è di meglio per guarire una ferita appena aperta, se non rifugiarsi dalla vecchia zia, sull'isola dove si sono trascorse le vacanze estive durante l'adolescenza? Allontanarsi da tutto ciò che ricorda il tuo recente fallimento, magari accampando la scusa di trovare l'ispirazione per scrivere, è il primo passo per ricominciare. Ma poi ti rendi conto che tutti intorno a te costituiscono le tessere di un puzzle piuttosto complicato che forse è meglio non comporre. Fino a quando, la tessera centrale, quella che tiene insieme tutte le altre, spingerà la protagonista a rimettere insieme i cocci della sua famiglia. Un diario, una fotografia, un quadro. Tutte pedine di un gioco che, a turno, spingerà i giocatori a buttare le carte in tavola e confessare le proprie colpe e i propri segreti. Nel 1943 fu l'amore tra Elliot e Esther, nel 2012 è quello nascente tra Emily e Jack.

Quando Emily comincia a vedere delle similitudini tra il suo rapporto con Jack e quello tra Esther e Elliot, decide di indagare sulle persone citate nel diario. E tra queste c'è buona parte della sua famiglia.
Cosa rende le due vicende un'unica storia? Il destino ..... e un diario consunto, che reclama di essere finito dopo quasi settant'anni, e sarà proprio la "scrittrice" che alberga in Emily a scivere la parola fine.....lieto chiaramente!!!

Non è mai troppo tardi per amare e perdonare.

Questo romanzo si legge tutto d'un fiato, lo apri e non riesci più a smettere. Non ci sono momenti noiosi, i fatti hanno una naturale fluidità e la narrazione non scade in passaggi prevedibili.



Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi piacciono i romanzi stile Kate Morton, dove il presente si intreccia al passato per far vivere l'amore per sempre.
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il diario di velluto cremisi 2012-10-11 12:05:43 Amarilli73
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    11 Ottobre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

SULLE TRACCE DI ESTHER

Finalmente un bel romanzo! Una trama semplice, ma costruita ad intarsio, dove tutte le tessere, anche le più piccole, anche quelle meno in evidenza, trovano lentamente il loro posto, pagina dopo pagina, componendo un delicato acquerello.
Immaginate una spiaggia bianca, in riva all’oceano, al tramonto, immaginate un uomo e a una donna che corrono tenendosi per mano. Felici. Solo che, fino a lettura finita, non saprete se questo è l’inizio o la fine di una storia, oppure l’inizio di una, e, viceversa, la fine di un’altra, perché in questo libro sono racchiuse molte storie, intrecciate tra loro.

Emily, autrice di un unico romanzo di successo, ed ora bloccata da anni davanti ad un foglio vuoto, vorrebbe lasciare New York, per curare le proprie ferite d’amore e per ritrovare la vecchia ispirazione perduta. Soprattutto, vorrebbe trarre ispirazione da dentro di lei, ma la sua vita le appare così banale, così priva di scosse. L’unica persona “strana” della famiglia è un vecchia zia, Bee, che da anni vive rintanata e sola, in un’enorme casa di legno, dalle pareti bianche, a Bainbridge Island, di fronte a Seattle.
Di lei, Beth conserva una fotografia in bianco e nero, dove la zia, allora giovane donna, fissava l’obiettivo con uno sguardo intenso, pieno d’amore e di segreti. E dove c’era un’altra giovane donna, bellissima e sconosciuta, che le sussurrava qualcosa nell’orecchio.
Fin da piccola, Beth ha sempre avuto la stranissima sensazione che quel segreto sussurrato, perso nel passato, potesse riguardare proprio lei. Ma come?

A Bainbridge Island potrebbe trovarsi la risposta. L’isola sa come richiamare a sé le persone al momento giusto.
Solo che in quell’isola battuta dalle correnti fredde niente è come sembra. E quando Beth vi ritorna ai primi di marzo, senza volerlo, smuove ricordi sepolti da tempo, riportando alla luce inquietanti segreti di un lontano marzo 1943, mettendosi sulle tracce di una sconosciuta, Esther. Una donna che amava la primavera, marzo, i tulipani. Una donna che molto aveva amato e che in molti amavano.

Ma chi vive nel presente, può in qualche modo rimediare a ciò che è stato, o eventualmente, può evitare di ricadere nello stesso identico tragico errore? E soprattutto: il proprio cuore, in queste nebbie, può essere una bussola affidabile?

Romanzo davvero delicato e al contempo intrigante, che affascina con il suo mistero e che spinge a divorare le pagine per trovare queste risposte, con uno stile sempre elegante e piacevole.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La storia di Esther e di Emily ha a sua volta molti punti in comune con la trama di un libro amato da entrambe, e che viene spesso citato. Si tratta di Years of Grace, un romanzo scritto nel 1930 da Margaret Ayer Barnes e che vinse il premio Pulitzer.
In effetti, anche questo è un romanzo molto bello, che vi consiglio caldamente di leggere:
“L’amore non è un fiore di serra, costretto a sbocciare controvoglia. L’amore è un’erbaccia che spunta inattesa sul ciglio della strada”. (da Years of Grace)
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vita in vendita
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

It ends with us. Siamo noi a dire basta
Il bacio. The winner's kiss
La leggenda di Loreley
Frederica
Un regalo per Miss Violet
Amo la mia vita
La metà del cuore
Appuntamento dove il cielo è più blu
Una sirena a Parigi
La casa sul fiume
Tutta colpa di Mr Darcy
Il diario segreto di Lizzie Bennet
La ragazza del sole
Ti regalo le stelle
L'opale perduto
Maledetta felicità