I pattini d'argento I pattini d'argento

I pattini d'argento

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


La presentazione e le recensioni di I pattini d'argento, opera di Mary Mapes Dodge edita da Giunti. Hans e Gretel, due fratellini olandesi, vivono poveramente perché da dieci anni il loro padre è infermo e non può lavorare, così la madre deve arrangiarsi come può, e i due ragazzi la aiutano. Tra alcuni giorni ci sarà una gara di pattinaggio in città, e ai due piacerebbe molto partecipare, ma non possono purtroppo permettersi dei pattini di metallo, e coi loro semplici pattini in legno non potranno mai competere con gli altri ragazzi. Peccato, soprattutto perché in premio per i vincitori ci sono due paia di pattini d'argento e un ricco premio in denaro che potrebbe servire a pagare le cure del padre.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I pattini d'argento 2012-12-29 13:38:41 Pia Sgarbossa
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pia Sgarbossa Opinione inserita da Pia Sgarbossa    29 Dicembre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UNA FAVOLA DI NATALE.

Immaginate come sottofondo musicale le note di un'intensa e vicace melodia classica...un valzer?... : piroette e capriole fantastiche...volteggi coraggiosi...salti mortali...rincorse felici...germogli d'amori infantili...dolci amicizie...Queste alcune delle immagini che nell'infanzia, scaturivano in me guardando la copertina di questo libro ( si trattava di un'edizione più vecchia ) , e quanti sogni ad occhi aperti per un libro che mi affascinava, ma che in realtà non ebbi mai... e sull'onda di questi pensieri, composi persino un tema in prima media, che , come spesso capitava, era il frutto di una così forte mia partecipazione che, al termine della composizione, sapevo ripetere tutto a memoria....dote apprezzata e stimata, dal mio carissimo professore d'italiano...
Siamo in Olanda, tra mulini a vento, distese di ghiaccio e imponenti dighe.
Due fratelli, Hans e Gretel, vivono una situazione di assoluta povertà, a causa di un incidente che ha reso immobilizzato e senza memoria il padre.
Insieme alla madre i due bimbi affrontano con decoro e grinta tutte le avversità di vita.
A fare da sfondo integratore a tutto il racconto una gara sul ghiaccio, il cui premio consiste in due paia di pattini d'argento.
Questa favola offre ai bambini/ragazzi qualche conoscenza storica e geografica dell'Olanda ( mulini, dighe, tulipani, una leggenda tipica del luogo...) descitti con amore dall'autrice e la possibilità di confrontarsi son valori e messaggi positivi importanti:
- la famiglia coesa e forte nel bene e nel male
- il senso del sacrificio
- il valore dell'amicizia e della solidarietà
- la scoperta della diversità nelle relazioni, alcune positive, altre no
- la pazienza dell'assistenza nei confronti di un ammalato
- l'orgoglio di essere decorosi pur nella povertà
- la grinta e la voglia di vivere e di battersi sempre, aldilà delle avversità
- l'atteggiamento positivo che aiuta tantissimo nell'affrontare i problemi
e...molte altre
Sì, proprio una bella favola di Natale, con cui poter riscoprire o scoprire buoni sentimenti positivi...
Un libro da apprezzare e gustare appieno, sempre proponibile...anche, e forse ancor di più, nella società odierna...un libro che infonde fiducia , positività e autostima nelle proprie capacità.
Cari bambini e ragazzi, vi auguro di avere l' opportunità di leggerlo ! ... Pia

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A ragazzi / e a partire dagli otto anni in su.
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

I pattini d'argento 2011-12-19 14:08:09 Nadiezda
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Nadiezda Opinione inserita da Nadiezda    19 Dicembre, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Hans e Gretel

Hans e Gretel sono due fratellini poveri, ma felici e gentili.
Il loro papà è infermo e non può più lavorare a causa di un brutto incidente, così la loro madre deve fare molti sacrifici per mantenere la famiglia.
Intorno ai protagonisti ruotano altri ragazzini con delle caratteristiche e dei modi di fare che sono stati ben definiti dall’autore.
Questo gruppo di ragazzi vive a Broek, precisamente in Olanda. L’autore descrive questo paese come un posto splendido, pieno di canali sui quali d’inverno si passa il tempo a pattinare e di dighe le quali hanno favorito la nascita di questo territorio togliendo l’acqua dalle terre precedentemente sommerse.

Il racconto inizia con l'annuncio di una gara di pattinaggio: il premio sarà un paio di pattini d'argento, uno con le frecce per i maschi e uno con i campanellini per le femmine.
Arriva la festa di S. Nicola e tutte le case si riempiono di dolci e regali per bambini e genitori. Dopo alcuni giorni, Peter, Ludwing ,Carl, Lambert, Jacob, Ben, approfittando delle vacanze, decidono di organizzare una gita di qualche giorno andando in giro per l'Olanda.
Quando tornano, manca poco all'inizio della gara. Intanto, il padre di Hans e Gretel viene operato alla testa dal famoso medico Boekman, perchè aveva perduto la memoria dieci anni prima a causa di un incidente durante il suo lavoro ad una delle tante dighe. La gara viene vinta da … e grazie a questa vincita si scopre anche dove si trova il figlio del dottore che ha operato il padre di Gretel e Hans.

In questo libro non esiste un personaggio la cui importanza prevale su di un altro poiché la storia ha molte sfaccettature.
Un racconto molto bello, davvero appassionante e commovente.
Le ambientazioni sono ben narrate (vengono rappresentati con estrema cura i paesaggi di un’Olanda di fine 800) ed inoltre mi piacciono le descrizioni dei personaggi soprattutto che quest’ultimi non demordono fino a quando non riescono ad ottenere il risultato che desideravano.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Racconti per ragazzi
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri