I viaggi di Jupiter I viaggi di Jupiter

I viaggi di Jupiter

Letteratura straniera

Classificazione
Autore

Editore

Casa editrice


La presentazione e le recensioni di I viaggi di Jupiter, opera di Ted Simon edita da Elliot. Pubblicato per la prima volta nel 1979, I viaggi di Jupiter è insieme a Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta di Robert Pirsig il libro più amato dai motociclisti di tutto il mondo, e più in generale un classico della letteratura di viaggio. L’esperienza raccontata da Ted Simon ha ispirato migliaia di centauri tra cui Ewan McGregor, che da questo libro ha tratto la serie televisiva Long Way Round, in cui l’attore insieme a Charley Boorman compie un viaggio intorno al mondo in motocicletta. Partito il 6 ottobre 1973 in sella a una Triumph, Ted Simon ha viaggiato per quattro anni in solitaria attraverso deserti, montagne, oceani e giungle, superando incolume la guerra tra Egittoe Israele, la rivoluzione in Mozambico e in Perù, il fuoco dei cecchini afghani e le carceri brasiliane. È caduto e si è rialzato centinaia di volte grazie alla forza del suo spirito e all’incontro con uomini straordinari. Ritornato in Europa nel 1977, ha raccolto le sue esperienze in questo libro conquistando il cuore di ogni viaggiatore. I viaggi di Jupiter è il testamento spirituale di un uomo che ha avuto il coraggio di abbandonarsi al richiamo dell’avventura, sperimentando la fragilità della vita e al tempo stesso la sua infinita bellezza.

Ted Simon Nato in Germania nel 1931, ha lavorato come giornalista e una volta trasferitosi in Francia ha lavorato come corrispondente estero per «The Observer». Nel 1973, sponsorizzato dal «Sunday Times», ha iniziato il suo famoso viaggio intorno al mondo, durato quattro anni. I viaggi di Jupiter, cronaca meravigliosa di quella avventura, ha ispirato migliaia di centauri, tra cui l’attore Ewan McGregor, che da questo libro ha tratto la fortunata serie televisiva Long Way Around.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I viaggi di Jupiter 2012-10-05 20:18:18 rakovic
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
rakovic Opinione inserita da rakovic    05 Ottobre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

altro che ulisse!!!

Prendete una moto, caricateci lo stretto indispensabile, trovatevi uno sponsor e imparate a riparare ogni inconveniente meccanico possa capitarvi. E' il 1973 e Ted Simon, giornalista del Sunday Times l'ha fatto.
Dopo la partenza dall'Inghilterra ha attraversato l'Europa raggiungendo la Sicilia dove si è imbarcato per la Tunisia. Arrivato sul continente africano ha percorso la costa mediterranea fino all'Egitto (in quel periodo in guerra contro Israele) ed ha risalito il corso del Nilo. Ha percorso i sentieri ai limiti della praticabilità di Sudan, Etiopia, Kenia , ma giovandosi sempre dell'aiuto della popolazione locale, fino all'arrivo in Mozambico. Qui si è imbarcato con la fidata moto raggiungendo il Brasile. Purtroppo negli anni '70 in Brasile c'era una dittatura militare e Ted viene accusato di essere una spia e sbattuto in prigione. Dopo un mese di indifferenza e burocrazia cavillosa riesce ad ottenere la libertà e si reca dapprima in Argentina, quindi risale le Ande con compagni di viaggio occasionali che viaggiano a bordo di un furgoncino. L'autostrada panamericana lo porta negli USA e qui, in un ranch, vive una intensa storia d'amore che gli fa rimandare di mesi la partenza alla volta dell'Australia. Giunto nella terra dei canguri viene in contatto con aborigeni, camionisti e inondazioni, ma l'ultima tappa importante è l'India. Percorsa in lungo e in largo e descritta minuziosamente nella sua tradizione, nella sua povertà, nei suoi colori.
Per sua fortuna, a quei tempi, attraversare Afghanistan, Iran e Iraq era cosa da poco (10 anni dopo sarebbe stata molto più dura) e dopo appena quattro anni di viaggio durante i quali percorre 103.000 chilometri in solitaria ed attraversa quarantacinque paesi, ritorna in Inghilterra.
Essendo un giornalista le descrizioni sono fantastiche e non c'è una sola parola da buttare via. Spesso si sofferma a pensare alla diversità dei luoghi del pianeta ed al senso del suo viaggio ed alcuni passaggi sono di vera poesia.
"Quelli che vedevano il mio viaggio come qualcosa di fisico o un atto di coraggio non avevano afferrato il senso. Il coraggio e la resistenza fisica erano parti dell'equipaggiamento come la conoscenza delle lingue o il vaccino contro l'epatite. Lo scopo era la comprensione e l'unico modo per comprendere il mondo era rendermi vulnerabile nei suoi confronti. Il premio era il cambiamento e la possibilità di crescere fino a diventare tanto grande da essere un tutt'uno col mondo intero"
Un libro meraviglioso, che apre mille finestre sul nostro mondo, in tantissimi aspetti a noi sconosciuti. Un libro piacevolissimo e soprattutto vero. Quando si arriva alla fine la prima domanda che viene da fare è: quando si riparte?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
consigliato a tutti
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Lena e la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Canta, spirito, canta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
Un caso speciale per la ghostwriter
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Le maledizioni
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni riferimento è puramente casuale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alba nera
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Chiedi alla notte
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Cose più grandi di noi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cronaca nera
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mars room
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
La macchina del vento
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La gabbia dorata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri