Narrativa straniera Racconti di viaggio Il picnic e altri guai
 

Il picnic e altri guai Il picnic e altri guai

Il picnic e altri guai

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

In questa raccolta variegata, nella quale, inopinatamente, mancano gli animali, Gerald Durrell ci propone con la consueta, vivacissima grazia cinque sketch di grande malia, spaziando in generi per lui insoliti: l’erotico, il macabro, lo horror.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il picnic e altri guai 2012-04-19 13:28:41 Yoshi
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Yoshi Opinione inserita da Yoshi    19 Aprile, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un Durrell Horror!

Il mio amore per questo scrittore aumenta mano a mano che mi accingo a leggere i suoi libri.
Durrell è famoso per la sua ironia e il suo modo "leggero" e divertente di vedere le cose, esalta e centra in pieno le caratteristiche delle persone e ne crea dei personaggi adorabili.
Anche qui, un episodio dove troviamo la sua famiglia che parte per un viaggio e finisce per aprire dei siparietti esilaranti uno dietro l'altro.
Poi ci parlerà delle sue esperienze gastronomiche in cui riuscirà di nuovo ad esaltare e a fare provare al lettore il gusto e il sapore del cibo.
Tornerà Ursula. Nuovamente protagonista con la sua parlantina "sbagliata" a creare danni assurdi e improbabili agli amici che hanno la "fortuna" di ricevere il suo aiuto.
Fin qui nulla di strano. Lui è maestro dell'ironia e della semplicità.
Amo la sua scrittura e il suo modo unico di rendere reale ciò che scrive, questo ormai si era capito, ma quando pensavo di conoscerlo, eccolo li che mi sbalordisce con un effetto a sorpresa.
In questo libro, troviamo un lato di lui che non avevo mai avuto modo di provare e cioè il genere horror.
Un finale vampiresco, tetro, inquietante e veramente pauroso.
E' un breve racconto ma che ha la capacità di togliere il sonno.
Mi ha inquietato e non poco, ma alllo stesso tempo, mi ha fatto capire la bravura e la grande capacità di Durrel di spaziare fra i vari stili.
Ne vale la pena.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri