Narrativa straniera Racconti I racconti della beccaccia
 

I racconti della beccaccia I racconti della beccaccia

I racconti della beccaccia

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

"Ciò che distingue particolarmente quest'opera è l'allegria, l'ironia divertente. Le novelle offrono tutte dei campioni assai diversi del buon umore beffardo dello scrittore. Solo due o tre danno all'insieme una nota drammatica" scrisse Maupassant stesso per la pubblicazione dei Racconti della Beccaccia, che proprio per questo saranno considerati a lungo solo un insieme di novelle un po' salaci, un po' spinte, dalle avventure licenziose e popolaresche. Ma non è sempre così, molti racconti sono pervasi da un sottile filo di angoscia,ci sono in alcune novelle immagini di una crudeltà e di una violenza che non si riesce a dimenticare, scene che nascono nella testa di un Maupassant già roso dal tarlo della malattia, fantasmi pronti a prendere consistenza, a vivere di vita propria.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I racconti della beccaccia 2018-03-24 14:43:34 Laura V.
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Laura V. Opinione inserita da Laura V.    24 Marzo, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ce prodige de Maupassant... !

In attesa di decidermi a leggere finalmente "Bel-Ami", ho fatto la conoscenza di Guy de Maupassant attraverso questi suoi "Contes de la bécasse", racconti dapprima comparsi su quotidiani e riviste, poi raccolti in un libro nel 1883.
Diciassette piccole storie, per lo più d'ambientazione normanna o comunque collocabili nella Francia settentrionale (spesso, sullo sfondo, il dramma della ottocentesca guerra franco-prussiana), per una scrittura davvero incisiva, a momenti spettacolare! Se scrivere racconti brevi è un arte, allora Maupassant è un vero grande artista: con pochi essenziali tratti delinea personaggi e situazioni di diversa natura, dicendo con poco moltissimo. La sua prosa è semplice, ma affascinante e ricca di emozioni e sfumature, anche là dove il francese si fa più colloquiale con espressioni tronche e forse un po' dialettali.
Dal serio al faceto, dal dramma allo scherzo, senza tralasciare l'ironia e persino la licenziosità, questi testi, che non disdegnano affatto la dimensione popolaresca, narrano episodi o vite intere con uno stile coinvolgente che cattura da subito il lettore. Molto divertente "Ce cochon de Morin", tristissimi "Un fils" e "La rempailleuse", inquietanti per la violenza e la crudeltà inaspettatamente descritte "Saint-Antoine" e "La folle", mentre le bellissime pagine de "L'aventure de Walter Schnaffs", che chiudono la raccolta intrecciando abilmente elementi tragici e comici, si propongono come una meravigliosa condanna della guerra, colossale fregatura per tutti i poveri diavoli di ogni tempo e luogo cosretti a combattere e mandati a morire come carne da macello per la presunta gloria di chi ha sempre predisposto a tavolino l'avanzata degli eserciti.
Sono ormai dell'opinione che, molto spesso, leggendo un autore in traduzione si perda parecchio. E credo proprio che, al momento opportuno, mi dedicherò anche a "Bel-Ami" in lingua originale. Ce prodige de Maupassant... !

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Indipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La non mamma
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri