Narrativa straniera Racconti La vittima dell'anno
 

La vittima dell'anno La vittima dell'anno

La vittima dell'anno

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Se avete deciso di avvicinarvi al duro mondo del crimine, questa raccolta di racconti è fatta per voi. Se avete deciso di rimanervene alla larga, ancora meglio. Dalle storie di Jack Ritchie imparerete comunque parecchio. Divertendovi. Di sicuro, vi renderete conto di come sia impossibile fidarsi di persone, pensieri, circostanze e… di Jack Ritchie, soprattutto. Nessuno è totalmente affidabile, i pensieri vanno e vengono, nulla è definitivamente assodato. Pensate di reclutare un killer fra i vostri dipendenti, certi che non vi tradirà perché ha imbrogliato le carte quando l’avete assunto? O di pareggiare qualche innocua partita contabile fuori posto, pensando che dieci dollari in più non siano certo una grande insidia? Siete per caso convinti che la vita dietro le sbarre sia una cosa terribile, e conviene far di tutto pur di non finire in gattabuia? Abbandonate qualsiasi pregiudizio, e leggete questi racconti.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La vittima dell'anno 2020-03-19 09:34:13 FrancoAntonio
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
FrancoAntonio Opinione inserita da FrancoAntonio    19 Marzo, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La divertente leggerezza del crimine

Il tangram è un antico rompicapo cinese che consente, con le sole sette sagome in cui può essere scomposto un quadrato, di formare un’infinità di figure col limite dato solo dalla fantasia di chi ci gioca.
Richie era uno specialista in quello che può essere definito il tangram della letteratura noir: sebbene gli elementi di partenza siano sempre i medesimi (il killer spietato, l’astuto truffatore, l’uxoricida ingegnoso, il cinico membro di una gang) i risultati sono sempre diversi, sempre nuovi e sempre sorprendenti. Anche quando la partenza della storia riecheggia vicende note e ci si aspetti un finale già visto, la sorpresa finale che spiazza e diverte non manca mai. L’A., prediletto da Hitchcock, riesce a concentrare in pochissimo spazio continui colpi di scena e divertenti ammiccamenti al lettore.
Anche questa raccolta di otto racconti brevi non delude. Richie, spesso in pochi paragrafi o in una ventina di pagine al massimo, costruisce storie garbatamente amorali di assoluto divertimento, dove i delinquenti la fanno franca grazie ad astuti stratagemmi o, all’inverso, i piani criminali più ingegnosamente architettati crollano per colpa dell’imprevisto, apparentemente innocuo, contrattempo.
In ogni caso lo stile leggero e ironico, l’abilità di tratteggiare personaggi e situazioni con poche frasi, rendono ogni raccontino una piccola perla da godere in assoluta rilassatezza.
In questa antologia mi piace segnalare soprattutto gli ultimi due racconti che fanno da piacevole eccezione al resto della raccolta, tutto incentrato su atti più o meno criminali.
In “Mariti eroici” si narra con salace ironia di come una rimpatriata tra vecchi compagni d’armi possa alla fine smascherare le fanfaronate che i due commilitoni hanno sempre ammannito ad amici e parenti, tutto in un’atmosfera di eterea ambiguità e pungente scetticismo.
“Fai lavorare le dita”, il più lungo racconto della collana (circa quaranta pagine), poi, risulta particolarmente piacevole. In un tono lieve e scanzonato si racconta come un abile investigatore privato “specializzato in divorzi complicati”, possa risolvere un’intricata faccenda di persone scomparse, di cacciatori di dote, di truffatori spregiudicati, di ricatti, senza quasi mai alzarsi dalla scrivania, ma, appunto, facendo lavorare solo le dita. Il successo dell’incarico viene addolcito dal fatto che con la cliente, una bellissima ragazza dagli affascinanti occhi viola, potrebbe anche nascere qualcosa di più che un freddo rapporto professionale, miscelando, così, al noir della vicenda, anche una lieve sfumatura di rosa.
In conclusione il libricino è una gradevole lettura di pura evasione; ideale per rallegrare alcune ore di rilassante lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ama la frizzante scrittura di Richie e, in genere, a chi vuole "staccare la spina" e divertirsi senza pensieri anche se tendenzialmente non ama il genere noir.
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri